Spello

Umbria

Spello sorge arroccato su uno sperone roccioso del Monte Subasio ed è annoverato tra i “Borghi più belli d’Italia”.

La cinta muraria romana che circoscrive il borgo è una delle meglio conservate d’Italia, intervallata da tre monumentali porte di accesso: Porta Urbica, Porta Consolare - che dispone di tre ingressi, tre statue funerarie e una torre sovrastata da un ulivo - e Porta Venere, caratterizzata dalle Torri di Properzio e che, in antichità, era la più famosa porta di accesso.

Uno degli edifici religiosi più belli è senza dubbio la Chiesa di Santa Maria Maggiore, edificata nel XII secolo con un campanile romanico; al suo interno, realizzato in stile barocco, conserva un autentico tesoro: la Cappella Baglioni, pavimentata con splendide maioliche di Deruta e decorata da uno dei più colorati cicli di affreschi realizzati dal Pinturicchio nel 1501 e da due affreschi del Perugino.

Tra gli altri luoghi di culto ricordiamo la Chiesa di Sant'Andrea, una chiesa francescana di origine duecentesca che conserva al suo interno un Crocifisso della scuola di Giotto ed un affresco di Dono Doni, la Chiesa di San Michele Arcangelo e la Cappella Tega, un piccolo gioiellino incastonato nel centro storico decorata con affreschi quattrocenteschi di Nicolò Alunno e Pietro di Mazzaforte.

Da non perdere è la Pinacoteca di Spello, ospitata all'interno del Palazzo dei Canonici, un museo che racconta la storia della città attraverso le preziose testimonianze artistiche; l’opera più famosa è La Madonna col Bambino (XVI secolo) attribuita a Pinturicchio.

Ogni anno in occasione del Corpus Domini si svolge nella città la manifestazione conosciuta come Le Infiorate: tappeti e quadri floreali si snodano per le strade del centro storico in vista della processione.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt


Modifica consenso Cookie