Deruta

Umbria

A pochi chilometri dalla città di Perugia si trova Deruta, uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Il suo centro storico medievale è ancora racchiuso da quello che rimane delle antiche mura ed è possibile accedervi da tre porte: Porta Perugina, Porta Tuderte e Porta di San Michele Arcangelo.

In Piazza dei Consoli, la piazza principale della città, si affaccia l’antico Palazzo dei Consoli, oggi sede del Municipio e della Pinacoteca dove sono esposti i più importanti dipinti e affreschi che dominavano parte delle chiese della città; tra tutti spicca un dipinto del Perugino, che dipinse come appariva Deruta nel 1476.

Sempre su questa piazza si trova la Chiesa di San Francesco, parrocchiale del paese.

Molto nota è anche la Chiesa della Madonna dei Bagni, all’interno della quale primeggiano le ceramiche lavorate applicate sulle pareti.

Deruta infatti è nota in Italia e all’estero per la produzione di ceramiche artistiche, soprattutto delle maioliche; una tradizione che risale al Medioevo. A proposito di questo tema, è imperdibile il Museo della Ceramica che racconta lo sviluppo della conoscenza relativa a quest’arte, attraverso l’esposizione di circa 6000 pezzi secondo un ordine cronologico, organizzato in periodi. Attraverso un tunnel sotterraneo il museo è collegato all’Area Archeologica delle Fornaci di San Salvatore, che in epoche remote erano destinate proprio alla cottura dei manufatti in ceramica. Immancabili sono anche i laboratori di lavorazione della ceramica, organizzati sia dal museo, sia dalle associazioni culturali che si propongono di mantenere quest’arte viva.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt


Modifica consenso Cookie