Mattia Camboni corre per un'altra medaglia

VELA OLIMPICA: MONDIALE WINDSURF RS:X A CADICE ALLE FINALI

Responsabilità editoriale Saily.it

MARTEDI DI MEDAL RACE CON TRE AZZURRI: MATTIA (PER IL PODIO), MARTA E GIORGIA (PER MIGLIORARSI) - L'Italia della tavola a vela riscatta la recente delusione dei Laser con un mondiale da leader. Due atlete nella Medal femminile: Marta Maggetti parte dal 6° e Giorgia Speciale dal 10°. Mattia in corsa per un'altra medaglia due mesi dopo l'argento europeo. Il mostruoso olandese Kiran Badloe già matematicamente mondiale. Vento (17-25 nodi) e onda a volontà - GUARDA VIDEO

 

In tempi in cui di scontato sembra esserci assai poco, le conferme dei valori sportivi sono tanta roba. L'Italia cercava dall'ultimo Mondiale RSX da windsurf olimpico (dal prossimo anno toccherà all'IQFoil) la verifica del lavoro e dei valori della nostra squadra. Matti Camboni vice campione d'Europa a febbraio. Marta Maggetti due volte quinta agli ultimi Mondiali. Giorgia Speciale mina vagante capace di tutto. Cadice ha provato a maltrattare tutti con botte di vento e di mare, ma i nostri atleti hanno risposto alla grande.

Alla vigilia della Medal (attesi altri 20 nodi più o meno) Camboni è terzo a un passo dal secondo, ma anche dal quinto. Un ottimo esercizio di ciò che potrebbe essere Enoshima tra 85 giorni. Mezzora di regata per giocarsi la gloria. Specie quando non serve pompare e quindi il muscolo più importante è il cervello, la differenza la fa la testa. La maturità, che per un atleta non è per forza equilibrio e prudenza ma più spesso il contrario, è assalto, cuore oltre ogni ostacolo, ma pur sempre con cognizione. 

HIGHLIGHTS DAY 4

(Federvela) Penultimo giorno di regate al Mondiale del windsurf olimpico RS:X maschile e femminile a Cadice (Spagna), altre tre prove disputate con vento forte da Sud da 17 nodi fino a 25 e onda formata, condizioni tipicamente plananti senza pompaggio e con attenzione alla velocità e ai salti di vento.

L’Italia si presenta alla volata finale di questo Mondiale con tre atleti nelle rispettive Medal Race: tra i maschi Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) partirà dal 3° posto, mentre in campo femminile siamo l’unica nazione ad avere due surfiste in finale, Marta Maggetti (Fiamme Gialle) dal 6° e Giorgia Speciale (CC Aniene) dal 10°, le cui prestazioni sono da sottolineare perché arrivate in condizioni che non sono quelle che prediligono.

Per le due finali previsto vento ancora in aumento. La partenza della classe RS:X Maschile è in programma alle 12:00, quella della RS:X Femminile alle 13:15. Anche a prescindere da come andranno le due Medal Race tra i migliori dieci delle classifiche, la squadra italiana del windsurf in vista di Tokyo si conferma competitiva ai massimi livelli.

RS:X MASCHILE – Il fuoriclasse olandese Kiran Badloe ha vinto matematicamente con un giorno di anticipo il suo terzo titolo mondiale di fila, dopo quelli 2019 e 2020, dimostrando di essere imprendibile soprattutto in queste condizioni di vento forte e onda (anche oggi 2-1-1), collezionando in tutto quattro primi, due secondi e due terzi posti, scartando un 11°.

Al secondo posto con 40 punti c’è il greco Byron Kokkalanis (3-4-7 di giornata), e al 3° con 44 punti l’azzurro Mattia Camboni, con tre regate ancora positive (4-11-10) e qualche recriminazione perché in un lato di poppa è scesa la deriva della sua tavola nuova, facendogli perdere preziose posizioni e relativi punti.

La Medal Race in programma martedi 27, avendo già definito il vincitore del titolo, assegnerà i due posti del podio iridato nell’anno olimpico: Mattia, che ricordiamo e vice campione europeo in carica, sempre alle spalle di Badloe, puo’ tentare di risalire al secondo posto, distante 4 punti, ma deve anche difendere il bronzo da due atleti che lo seguono a 4 punti: il quarto è uno dei tre israeliani al via della Medal, Tom Reuveny (7-3-9 di giornata), il quinto è il polacco Piotr Myszka (1-14-8), entrambi a 48 punti. Occhio anche all’altro israeliano Yoav Cohen, sesto a 55 punti, 11 di ritardo su Mattia. Sarà una Medal Race emozionante, al momento non è stato ancora definita la disponibilità di una diretta streaming, che in caso sarà comunicata.

L’altro azzurro Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) anche oggi non ha regatato per problemi fisici, così come Angelo Lilla (CV Torbole), rispettivamente al 35° e 39° posto.

RS:X FEMMINILE – Dovrà sudarsi il titolo l’altra olandese Lilian De Geus (2-5-4 di giornata con 21 punti), perché ci sono quattro atlete racchiuse in appena 7 punti. Al secondo è tornata la francese oro olimpico di Rio 2016 Charline Picon (1-1-5 la sua super giornata) con 24 punti, quindi a soli 3 punti dalla testa della classifica, seguita al terzo dalla israeliana Katy Spychakov (4-6-1), anche lei molto vicina con 26 punti, e al quarto la polacca Zofia Klepacka (6-4-2) con 28 punti.

Appena più staccate al quinto posto l’inglese Emma Wilson (6-4-2) con 41 punti, e quindi al sesto posto la bravissima azzurra Marta Maggetti (7-3-6) con 55 punti. Marta è stata due volte quinta agli ultimi due campionati mondiali, e puo’ puntare a ripetersi nella Medal di domani.

Al via della finale top-10 anche l’ottima Giorgia Speciale, sempre tra le più giovani in gara, che partirà dal 10° posto (9-9-14) con 80 punti e la prospettiva aritmetica di poter rimontare un paio di posizioni.

CLASSIFICHE COMPLETE

DICHIARAZIONI

MATTIA CAMBONI – “Un campionato difficile, è sempre un mondiale, le condizioni sono state contrarie alle mie caratteristiche fisiche però nonostante tutto abbiamo fatto delle ottime regate, belle rimonte nei momenti più difficili, sempre abbastanza costante con i risultati. Domani ci andiamo a giocare la medaglia. Sarebbe bello vincere una medaglia, io ce la metterò tutta come sempre, per realizzare quest’altro sogno!”

MARTA MAGGETTI - "Buone sensazioni, finalmente anche con vento sostenuto intorno ai 20-25 nodi, e anche belle partenze. Ho ripreso fiducia e grinta. Domani cercherò di dare il meglio per attaccare la quinta posizione."

Responsabilità editoriale di Saily.it