2024: come sostituire l'Offshore?

Vela olimpica, siamo rimasti con il cerino acceso in mano

Responsabilità editoriale Saily.it

COME SI MUOVE WORLD SAILING PER RISPONDERE AL CIO – L’approvazione della specialità olimpica della vela Offshore Mixed appare compromessa (anche se non ufficialmente). Il CIO ha chiesto a World Sailing di indicare l’evento sostitutivo, chiarendo le caratteristiche che dovrà soddisfare, a cominciare dall’assoluta parità di genere. Ecco perché, a conti fatti, è probabile che al posto del 470 Mixed si torni alla divisione in maschile e femminile. Parla il CEO di WS David Graham. Le prossime date chiave

 

Quanhai Li (presidente) e David Graham (CEO) di World Sailing hanno scritto alle federazioni nazionali aderenti per aggiornarle sulla situazione riguardante le imminenti decisioni del CIO sul tema delle specialità olimpiche per Parigi 2024, in particolare sulla decisione riguardante la controversa medaglia Offshore Mixed.

Nella lettera si conferma, come molti rumors recenti avevano anticipato, che il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) resta in forte dubbio sull’Offshore, per le seguenti preoccupazioni: ambito e complessità della sicurezza del campo di regata; costi e complessità; impossibilità per World Sailing (causa Covid) di poter svolgere un Mondiale di specialità

Il CIO aveva dapprima concesso a World Sailing fino al 31 maggio per replicare a queste preoccupazioni, ma il 12 aprile ha inviato a World Sailing un aggiornamento nel quale ha chiarito come sia altamente improbabile l’approvazione dell’evento. La situazione dell’Offshore olimpico, sembra dunque precipitare. Per evitare il rischio di perdere la decima medaglia, World Sailing ha bisogno di un Piano B.

Il CIO ufficialmente continuerà la sua valutazione dell'evento misto Offshore per affrontare questi punti, tuttavia ha richiesto che World Sailing proponga eventi alternativi per la decima medaglia della vela ai Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Il CEO di World Sailing, David Graham, ha commentato: "Questa non è una decisione ufficiale del CIO, ma piuttosto una direzione di marcia e l'offerta di aiuto a World Sailing per assicurarsi la decima medaglia a Parigi 2024, se l'evento Offshore non fosse approvato dall'esecutivo del CIO Consiglio all'inizio di giugno.

"E' una notizia molto deludente e siamo consapevoli che questo dispiacere sarà diffuso nella nostra comunità se la decisione non andrà a nostro favore. Il Mixed Offshore Event è stato scelto democraticamente dai nostri membri e rimane il nostro evento di prima scelta per Parigi 2024; lo abbiamo chiarito al CIO e continueremo a farlo. Tuttavia, il contenuto della lettera del CIO è coerente con le decisioni prese in altri sport.

“Adesso è il momento per la comunità di World Sailing di unirsi e lavorare in modo collaborativo. World Sailing è in una posizione senza precedenti. Abbiamo linee guida chiare dal CIO e una scadenza rigida, entro la quale dobbiamo concordare le alternative proposte ".

 

IL PROCESSO DECISIONALE E LE PROSSIME SCADENZE CHIAVE - In conformità con l'Articolo 55 della Costituzione di World Sailing, una riunione del Council sarà convocata per il 23 aprile 2021 per esaminare una Proposta del Consiglio di amministrazione per modificare temporaneamente i regolamenti di World Sailing onde consentire la decisione in merito alle alternative da prendere. La Presentazione del Council delinea il processo per proporre un Evento alternativo al CIO e consentirà di prendere decisioni durante Mid Year Meeting 2021, se approvata dai membri del Consiglio.

Il Mid Year Meeting di World Sailing si terrà virtualmente dal 10 al 14 maggio 2021. Il normale processo di presentazione delle Submission si è concluso, ma un processo di presentazione tardivo per la proposta di eventi alternativi inizierà il 17 aprile 2021 e si concluderà il 23 aprile 2021. Le MNA (autorità nazionali), le associazioni di classe, i presidenti di commissione e il Council stesso sono invitati a presentare osservazioni.

Qualsiasi invio tardivo dovrà riguardare solo l'eevento sostitutivo (e non eventuali modifiche normative associate) e la proposta di evento alternativo deve aderire al quadro dei criteri fornito dal CIO che è descritto di seguito:

- Allineamento con l'Agenda Olimpica 2020 + 5, inclusa la rilevanza per i giovani, l'innovazione, l'universalità e la partecipazione dei migliori atleti

- Mantenere la piena parità di genere sia sul numero di eventi che sulle quote di atleti (ad es. Eventi di genere misto alternativi o suddivisione degli eventi misti attualmente approvati in eventi maschili e femminili)

- Dare priorità all'universalità e massimizzare l'accessibilità dello sport

- Precedenza a piattaforme testate ai rispettivi Campionati del Mondo organizzati da World Sailing

- Controllo del costo e della complessità complessivi per il Comitato Organizzatore di Parigi 2024, Comitati Olimpici Nazionali e/o Federazioni Nazionali, in particolare nel confronto diretto con il programma velico a Tokyo 2020.

Le submission tardive saranno pubblicate sul sito web di World Sailing il 30 aprile 2021. Al Mid Year Meeting WS, il Constitution Committee, l'Events e l'Equipment si riuniranno il 10 e l'11 maggio 2021. Discuteranno le proposte prima di presentare le loro raccomandazioni al Consiglio.

Il Council di World Sailing si riunirà il 14 maggio 2021 in due sessioni e discuterà e voterà le proposte. Ciò garantirà che il processo si concluda prima della scadenza del CIO per le nuove proposte, che è il 26 maggio 2021.

SOLUZIONI? - Data la scarsità di tempo a disposizione per World Sailing nel rispondere al CIO, è difficile immaginare che si possano seguire strade particolarmente creative che richiederebbero tempo e verifiche preventive per essere attuate. Come la proposta Finn-Europa, che non tiene conto della situazione di scarsa diffusione della ex deriva singola femminile.

Altrettando scarsamente praticabile appare l’ipotesi di sdoppiare il Kite (oggi la specialità è riunita in un confronto a squadre con due atleti di genere diverso) considerando che la platea di atlete è ancora numericamente insufficiente a giustificare una specifica singola categoria olimpica e relativo podio.

A conti fatti, la strada più semplice da percorrere sembra quella di un “ritorno al presente”, con il ripristino delle due classi 470 maschile e femminile. Questa soluzione di fatto offre continuità a una piattaforma ben consolidata e assai diffusa nel mondo, e ha forse l’unico difetto di “uccidere nella culla” la neonata categoria 470 Mixed sulla quale nel mondo si stavano muovendo i primi passi. Il danno minore?

Responsabilità editoriale di Saily.it