A Capri un gran finale, ecco i podi europei

Rolex Capri Sailing Week da ricordare

Responsabilità editoriale Saily.it

LA VELA D'ALTURA ORC EUROPEA PARLA ITALIANO - Xio (Marco Serafini – Club Vela Portocivitanova), Fantaghirò (Carlandrea Simonelli – C.N. Marina di Carrara), e Scugnizza (Vincenzo De Blasio – Circolo Canottieri Napoli) vincono i titoli nelle tre categorie - SU SAILY TV IL LIVE DELL'ULTIMA GIORNATA TUTTO IN CHIAVE TECNICA: ISSATE E AMMAINATE COMMENTATE IN DIRETTA! - Le gallery di Carlo Borlenghi e Gianluca Di Fazio. La premiazione. Arrivederci Capri

 

Previsioni meteo prese in contropiede: anzichè bonaccia nell'ultimo giorno dell'Europeo arrivano quasi 20 nodi, due prove e rimescolamenti finali. Una degna conclusione di due settimane intense e ricche. Maxi, Tre Golfi, Europeo ORC. Napoli e Capri tornate al centro della scena velica, una sorta di omaggio a Pippo Dalla Vecchia. 

SPECIALE CAPRI SU SAILY TV - YOUTUBE - ANSA VELA - SOCIAL MEDIA

Ultimo giorno di regate nelle acque di Capri per la flotta dell’europeo ORC. Dopo le due prove di ieri che hanno portato a 5 le prove valide per l’assegnazione del titolo, il Comitato di Regata è uscito alle 10 di questa mattina per posizionare il campo e dare il via alle regate dell’ultimo giorno. Il vento, in rotazione e molto debole non ha consentito, però, di dare alcuna partenza fino alle 13, quando è partita la prima prova di giornata con 6-8 nodi da 260°. Vento destinato a salire fino a 15 nodi che ha permesso lo svolgimento di due prove per i gruppi A e C e una sola al Gruppo B, portando così il totale delle regate a 7 e 6 prove per le rispettive classi.

Con la giornata di oggi si conclude il Campionato Europeo ORC che vede così definita la classifica overall:

Classe A
1 Xio – TP52 – Marco Serafini – Club Vela Portocivitanova - ITA
2 Fever – Swan 45 - Klaus Diederichs – RORC – C.V. Venezia - GBR
3 Freccia Rossa – TP52 – Vadim Yakimenko – Y.C. Calvi - ITA

Classe B
1 Fantaghirò – ClubSwan 42 – Carlandrea Simonelli – C.N. Marina di Carrara - ITA
2 Mela – ClubSwan 42 – Andrea Rossi – C.N. Marina di Carrara - ITA
3 Bewild – ClubSwan 42 – Renzo Grottesi – C.V. Portocivitanova - ITA

Classe C
1 Scugnizza – Italia 11.98 – Vincenzo De Blasio – Circolo Canottieri Napoli - ITA
2 Sugar 3 – Italia 11.98 – Ott Kikkas – Yacht Club Tallinn - EST
3 Topas – Farr 30 – H. Bruening – KYC – WYC – RORC - GER

Sono poi stati premiati i primi di ogni classe tra i Corinthian:

Classe A
Tengher – Swan 45 – Alberto Magnani – Yacht Club Italiano - ITA

Classe B
Chestress 3 – J122 - Giancarlo Ghislanzoni – Yacht Club Italiano - ITA

Classe C
Topas – Farr 30 – H. Bruening - KYC – WYC – RORC - GER

E due premi speciali: il Trofeo Yacht Club Italiano al club velico più rappresentato sul podio che è stato assegnato al Club Nautico Marina di Carrara e lo Swan Trophy al migliore ClubSwan nella classe più numerosa, la B, al ClubSwan 42 Fantaghirò di Carlandrea Simonelli.

“È stata una grandissima soddisfazione ospitare nelle nostre acque e sulla nostra isola un evento internazionale di questo spessore e in queste circostanze – commenta così il Presidente dello Yacht Club Capri Achille D’Avanzo – al di là dei risultati sportivi, ovviamente importanti, mi piace pensare che da questa lunga settimana di sport, siano usciti tutti vincitori: gli atleti in mare, il personale a terra e tutti i capresi che hanno, ancora una volta, dimostrato la loro magnifica ospitalità”.

“È stato importante crederci fino all’ultimo – così dichiara, Roberto Mottola di Amato, Presidente del Circolo del Remo e della Vela Italia – siamo riusciti a organizzare un’edizione così importante, dove il meteo ci ha aiutato molto, e tanto lavoro è stato fatto per mettere in sicurezza tutti i partecipanti. In questi 10 giorni abbiamo avuto regate magnifiche: dai maxi yacht del primo atto, la nostra ventosa 66^ Tre Golfi - con la sua suggestiva partenza al tramonto e il gran finale dell’europeo ORC. A ciò aggiungo, da regatante, il grande sollievo per l’equipaggio protagonista dell’incidente di domenica, la barca è persa, ma stanno tutti bene”.

Anche Jean Dufour, direttore sportivo dello Yacht Club Italiano, tra gli organizzatori della Rolex Capri Sailing Week, ha portato il suo messaggio e ha rinnovato il profondo e antico legame che unisce Genova e Napoli.

“L’organizzazione di un Campionato Europeo – ha concluso Bruno Finzi, Presidente dell’ORC - Offshore Racing Congress – comincia con l’assegnazione della località ospitante due anni prima dell’evento e ha una complessità organizzativa non indifferente in circostanze normali; ancora maggiori dopo i difficili mesi che abbiamo alle spalle. Il Golfo di Napoli è un ottimo campo di regata e lo ha dimostrato pienamente durante questo europeo che, se non fosse stato per le limitazioni agli spostamenti, avrebbe sicuramente avuto una partecipazione da record; l’anno scorso avevamo 130 iscritti e abbiamo annullato per ovvi motivi, quest’anno con 62 barche in acqua possiamo tranquillamente affermare che questa è la regata della ripartenza”.

Alle 18:30 si è svolta la cerimonia della premiazione per i vincitori del titolo europeo nelle 3 Classi che hanno battagliato in acqua per la conquista del titolo, alla presenza dei rappresentanti dei Club organizzatori e del Sindaco di Capri Marino Lembo.

Classifiche complete qui

I partner - Oltre al title partner Rolex, la Rolex Capri Sailing Week 2021 ha potuto contare sull’appoggio dei partner tecnici Schenker, Slam e Coastal.

Gli organizzatori - Yacht Club Italiano, Circolo del Remo e della Vela Italia, Yacht Club Capri, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Comune di Capri e Porto Turistico di Capri, Federazione Italiana Vela, International Maxi Association, Offshore Racing Congress.

Responsabilità editoriale di Saily.it