Enti locali, a Valpelline baratto amministrativo e taglio tasse

Sindaco, "manutenzione aree verdi per pagare Imu e Tari"

(ANSA) - AOSTA, 29 APR - Via libera dal Comune di Valpelline a una serie di provvedimenti per far fronte alla crisi economica legata alla pandemia da Covid-19. "Abbiamo predisposto un pacchetto di misure a sostegno della famiglie in difficoltà", spiega il sindaco, Maurizio Lanivi.
    Il consiglio comunale ha approvato una delibera riguardante il baratto amministrativo. "Per una serie di nuclei familiari in oggettiva difficoltà ci sarà la possibilità di avere l'esonero dal pagamento dell'Imu e della Tari in cambio di ore di lavoro nella manutenzione del verde e di altri beni comunali", sottolinea il primo cittadino. Ogni ora di lavoro corrisponderà a 10 euro di "tributo simbolico da versare", si legge nel regolamento, che privilegia gli Isee più bassi, le famiglie con quattro o più figli minori, quelle monogenitoriali con figli a carico, con maggiorenni disoccupati o in cassa integrazione. Un provvedimento che - ricorda Lanivi - "si aggiunge a un'altra agevolazione, che avevamo previsto nel dicembre scorso a partire dal gennaio di quest'anno, che prevede l'esenzione dal pagamento della mensa e dal trasporto scolastico per i nuclei fino a un certo reddito e lo sconto del 50% per quelli entro una determinata soglia".
    Inoltre la giunta comunale ha deliberato la riduzione dell'Imu del 30 per cento per i proprietari che concedono un analogo sconto sull'affitto ai locali commerciali per almeno sei mesi, oltre alla "proroga per tutto il 2021, non solo fino al 30 giugno come prevede la norma in vigore, dell'esenzione del pagamento del canone unico, l'ex Tosapp", aggiunge il sindaco.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie