Donna uccisa ad Aosta: l'avvocato, 'Gabriel non è un violento'

"Suoi precedenti sono di natura completamente diversa"

Gabriel Falloni, il trentaseienne in carcere a Brissogne (Aosta) per l'omicidio della trentaduenne Elena Raluca Serban, "non è sicuramente una persona violenta".
    Lo afferma il suo legale, l'avvocato Marco Palmieri del foro di Sassari, che lo ha già assistito in passati procedimenti penali, ma per fatti "di natura completamente diversa".
    "Anche se è vero, la violenza sessuale - specifica il legale - ha in sé una componente di quel tipo, però diciamo che quelle vicende sono state molto particolari rispetto alla normalità dei casi. Uno era un episodio da vecchio atto di libidine, una sorta di violenza sessuale però lieve, e l'altra è una storia molto dibattuta a dibattimento, con testimoni, al termine del quale è stato condannato".
    "Diciamo - prosegue l'avvocato - che io sono abbastanza persuaso della sua innocenza, poi certo bisogna capire i riscontri anche scientifici. Non c'è dubbio che ci siano tracce sue lì, un dato certo, credo che ci sia, è che lui probabilmente si è recato lì, però bisogna verificarla questa cosa".
    L'ultimo problema con la giustizia di Falloni - "un ragazzo che ha sempre lavorato", ricorda il suo avvocato - riguardava un furto in una chiesa a Sorso (Sassari), per il quale il procedimento è pendente. Con mandato di arresto internazionale (si trovava all'estero) era stato sottoposto a misura cautelare, per poi tornare in libertà "circa un anno fa", ricorda il legale. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie