Foto

  1. ANSA.it
  2. Foto
  3. Spettacolo
  4. Cinema: Bellocchio premio d'onore a Visioni del Reale a Nyon
17 gennaio, 13:32 Spettacolo

Cinema: Bellocchio premio d'onore a Visioni del Reale a Nyon

© ANSA
 © ANSA

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Visioni del Reale il festival di Nyon celebrerà Marco Bellocchio assegnandogli il Premio d'Onore del Festival. L'omaggio comprenderà una Masterclass e una retrospettiva di opere selezionate di una delle cinematografie più significative del cinema contemporaneo. Inoltre, verrà presentato in anteprima il suo ultimo film MARX PUO' ASPETTARE ancora inedito in Svizzera. Il premio sarà assegnato durante la 53a edizione del Festival, che si svolgerà dal 7 al 17 aprile 2022. La Cinémathèque suisse e l'ECAL (Lausanne University of Art and Design) sono i partner. "Marco Bellocchio esercita una libertà e una modernità impressionanti per combinare registri di immagini e generi, muovendosi tra finzione e documentario, tra intimo e collettivo. Siamo estremamente felici e felici di rendere omaggio a un indiscutibile maestro del cinema contemporaneo, nonché a un corpus di opere che, fin dai primi film, ha dimostrato una modernità abbagliante, ed è rimuginante, sovversivo e audace, formidabilmente eclettico", spiega Emilie Bujès, direttore artistico di Visions du Réel. Il Festival presenterà una retrospettiva di una decina di titoli, che permetterà al pubblico di scoprire alcuni dei film più significativi del regista, oltre a rari documentari, e il suo ultimissimo lavoro, per la prima volta in Svizzera, Marx può aspettare. Continuando una partnership forte e fruttuosa di lunga data, questo tributo è organizzato con la Cinémathèque suisse - che segue da molti anni il lavoro di Marco Bellocchio - e L'ECAL. Creato nel 2014, l'Honorary Award premia il corpo di lavoro di un regista che è stato attivo sia nel campo della saggistica che della narrativa. Da Emmanuel Carrère nel 2021 e Claire Denis nel 2020 a Werner Herzog per la 50a edizione del Festival (nel 2019), per non parlare di Claire Simon, Peter Greenaway, Alain Cavalier, Barbet Schroeder o Richard Dindo, tutti gli Ospiti d'Onore hanno contribuito ad ampliare lo spettro delle possibilità cinematografiche. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Tutte le foto

Modifica consenso Cookie