18:23

Pensioni: ipotesi tornare a Opzione donna ma per pochi mesi

In attesa della riforma complessiva delle pensioni

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 01 DIC - Ritornare alla versione di Opzione donna in vigore finora, ma con una proroga temporanea. E' una delle ipotesi, secondo quanto si apprende da fonti della maggioranza, allo studio per modificare la norma contenuta in manovra, che proroga di un anno la possibilità di uscire anticipatamente dal lavoro ma la limita a tre categorie di lavoratrici e innalza l'età legandola al numero di figli. La mini proroga della norma attuale consentirebbe di risparmiare risorse (prorogare la vecchia Opzione donna costa circa 110 milioni), con l'idea, tra 6-8 mesi, di arrivare a una riforma più complessiva del sistema pensionistico. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    17:55

    Fabbisogno: Mef, in 11 mesi migliora di 39,5 miliardi

    Solo a novembre miglioramento di 8,4 miliardi

    Chiudi  (ANSA)

    (ANSA) - ROMA, 01 DIC - Il fabbisogno del periodo da gennaio a novembre dell'anno in corso è pari a circa 63,5 miliardi, in miglioramento di circa 39,5 miliardi rispetto a quello registrato nel corrispondente periodo dello scorso anno (circa 103 miliardi). Lo comunica il Mef. Il solo mese di novembre si è chiuso con un fabbisogno di 1,4 miliardi, in miglioramento di circa 8,4 miliardi rispetto al corrispondente valore di novembre 2021, che si era chiuso con un fabbisogno di circa 9,7 miliardi.
        (ANSA).
       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      15:44

      Lavrov loda John Kerry, 'con lui risolveremmo problemi'

      'Negoziati servono non per sopprimere il nemico'

      Chiudi  (ANSA)

      (ANSA) - MOSCA, 01 DIC - "I negoziati dovrebbero puntare non a sopprimere il nemico ma a raggiungere risultati attraverso un dialogo rispettoso". Parola del ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, che come esempio positivo ha citato l'ex segretario di Stato americano John Kerry. "Ci siamo incontrati più di 50 volte, e adesso vedo in John una persona sinceramente interessata ai risultati e che aiuterebbe a risolvere i problemi insieme", ha affermato Lavrov in una conferenza stampa. (ANSA).
         

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        15:44

        Lavrov, la Nato è coinvolta direttamente in conflitto in Ucraina

        Insieme agli Usa forniscono armi e addestrano personale

        Chiudi  (ANSA)

        (ANSA) - ROMA, 01 DIC - Gli Stati Uniti e la Nato sono direttamente coinvolti nel conflitto in Ucraina fornendo armi e addestrando personale militare: lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov in conferenza stampa, come riporta Tass. Usa e Nato sono, ha detto, "direttamente coinvolti non solo con la fornitura di armi, ma anche con l'addestramento del personale militare", ha dichiarato interpellato da un giornalista. (ANSA).
           

          RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

          15:16

          Manovra: Spi-Cgil, il 16 dicembre manifestazione dei pensionati

          'Il governo ci usa come bancomat, saremo in piazza a Roma'

          Chiudi  (ANSA)

          (ANSA) - ROMA, 01 DIC - "Il governo taglia la rivalutazione delle pensioni, si accanisce contro uomini e donne che hanno lavorato duramente per una vita versando tutti i contributi e smonta una conquista del sindacato senza alcun confronto. Non possiamo restare fermi di fronte ad un grave e pesante attacco ai diritti di milioni di pensionati e per questo il prossimo 16 dicembre saremo in piazza Santi Apostoli a Roma per manifestare tutto il nostro dissenso". Lo annuncia lo Spi, il sindacato dei pensionati della Cgil che scende così in piazza.
              "Il governo tratta i pensionati come un bancomat", attacca il sindacato aggiungendo che la manifestazione nazionale del 16 dicembre "è da considerarsi solo l'inizio di un lungo percorso di mobilitazione". (ANSA).
             

            RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

            14:53

            Sangiuliano, 5 milioni reperti nei musei ma solo 480mila esposti

            Rendere accessibili siti chiusi e duplicare, esempio un Uffizi 2

            Chiudi  (ANSA)

            (ANSA) - ROMA, 01 DIC - "L'Italia è una superpotenza culturale globale. Dispone di un unicum di patrimonio culturale.
                Dopo la pandemia, che ha avuto un evidente impatto negativo in termini di numero di visitatori, gli ultimi mesi hanno fatto segnare - pur non disponendo ancora di numeri precisi - uno straordinario recupero". Lo ha detto il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, in audizione davanti alle Commissioni Cultura di Camera e Senato.
                "Un censimento eseguito nel 2021 ha consentito di far luce sulle criticità gestionali del patrimonio museale statale - ha proseguito -. La prima debolezza consiste nella limitatezza della conoscenza e della documentazione: solo il 60% dei siti è rilevato, spesso in maniera parziale e analogica. Il 90% delle opere o dei reperti sono nei depositi, così come nel resto del mondo: il problema è che in Italia il patrimonio è talmente diffuso, che nei depositi dei soli musei afferenti alla Direzione generale sono custoditi circa 5.000.000 di opere e di reperti, mentre ne vengono esposti all'incirca 480.000".
                Il ministro ha sottolineato che "nel 2019, ultimo anno pre-pandemia, solo cinque siti a pagamento superavano il milione di visitatori (Colosseo-Foro, Pompei, Uffizi, Gallerie dell'Accademia, Castel Sant'Angelo), realizzando più di due terzi di tutti gli introiti lordi". "Bisogna lavorare, con politiche mirate, affinché altri siti possano raggiungere queste cifre - ha aggiunto -. È necessario attuare politiche che portino le persone a frequentare i musei e le aree archeologiche meno frequentati. In alcuni casi si tratta anche di rendere fruibili luoghi normalmente chiusi al pubblico o aperti solo saltuariamente".
                "In molte situazioni di siti ingiustamente definiti minori, la gestione statale diretta potrebbe essere anche sostituita dalla concessione a realtà del territorio, che si impegnino a garantire un'apertura costante. Si può anche pensare ad una strategia di lungo periodo che può portare alcuni grandi musei a generare nuovi spazi espositivi come hanno fatto alcuni grandi musei internazionali. Ad un Uffizi 2 ad esempio a Firenze, in Toscana o perchè no anche all'estero come fatto dal Louvre".
                (ANSA).
               

              RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

              14:28

              Juve: gip, su plusvalenze possibile buona fede

              Per Morello è comunque opportuno "un accurato approfondimento"

              Chiudi  (ANSA)

              (ANSA) - TORINO, 01 DIC - Sulla questione delle plusvalenze la Juventus potrebbe essere in buona fede. È quanto osserva Ludovico Morello, il gip del Tribunale di Torino che lo scorso 12 ottobre ha respinto le richieste di misure interdittive per Andrea Agnelli e altri indagati dell'inchiesta sui conti della società bianconera. Alla luce degli atti disponibili in quel momento, il giudice ha scritto che se la Juventus si è davvero attenuta alla prassi standard "risulterebbe difficile ipotizzare un discostamento consapevole, e quindi in definitiva doloso, dai corretti criteri di contabilizzazione delle poste". Per Morello è comunque opportuno "un accurato approfondimento". (ANSA).
                 

                RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


                Modifica consenso Cookie