11:00

Intesa tra le famiglie, per ora Eitan resta in Israele

'Gestiranno' la routine del bambino fino alla prossima udienza

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TEL AVIV, 23 SET - C'è un'intesa tra la famiglia Biran e la famiglia Peleg per 'gestire' la routine di Eitan da oggi all'8 ottobre. Lo hanno annunciato gli avvocati della famiglia Biran al termine della prima udienza al tribunale di Tel Aviv. Al tempo stesso il giudice ha stabilito la ripresa delle udienze a partire dall'8 ottobre, con la possibilità di proseguire nei due giorni seguenti. Nel frattempo - hanno aggiunto gli avvocati - le famiglie hanno chiesto il totale silenzio stampa per proteggere il bambino. Allo stato attuale, quindi, Eitan resta in Israele, almeno fino alla ripresa delle udienze.
    Le intese raggiunte dalle due famiglie in sede di udienza - hanno poi precisato i legali delle due parti - sono volte a mantenere "la privacy del bambino, che in questo momento ha bisogno di tranquillità". "Non pubblicheremo nessuna informazione nè sul contenuto dell'udienza nè sulle condizioni di salute di Eitan e chiediamo alla stampa di fare altrettanto.
    Nessuno dei parenti del bambino, nè la zia paterna Aja Biran, nè il nonno materno Shmuel Peleg nè la nonna materna Etty Peleg Cohen, hanno rilasciato dichiarazioni al termine dell'udienza, nello spirito di quanto è stato convenuto. Tutti sono apparsi estremamente provati e commossi per la vicenda processuale.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

10:36

Lega: Letta, non può stare in maggioranza e opposizione

Salvini chiarisca ambiguità sul green pass

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 SET - La divisione emersa anche ieri nella Lega sul voto alla Camera al green pass "credo sia un problema per tutti. Penso quindi sia importante che si chiariscano queste ambiguità. E il green pass è un tema su cui non possono esserci ambiguità. Non si può stare con un piede nell'opposizione e uno nella maggioranza". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, entrando all'assemblea di Confindustria a Roma. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


10:16

Vaccini: Gimbe, crollo nuovi vaccinati, in 2 settimane -41%

In una settimana solo 486mila. Scorte per 10 milioni dosi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 SET - A fronte di scorte che superano le 10 milioni di dosi, crollano i nuovi vaccinati, che in sole due settimane vedono una riduzione del 41% con solo poco più di 486.000 prime dosi effettuate dal 15 al 21 settembre.
    L'esitazione vaccinale persiste negli over 50 e frena la vaccinazione nella fascia 12-19 anni. Lo evidenzia il nuovo monitoraggio della Fondazione Gimbe. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

10:14

Eitan, prima udienza al via a Tel Aviv

Zia Biran, 'voglio riportarlo a casa'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TEL AVIV, 23 SET - "Voglio vedere Eitan a casa".
    Queste le parole di Aja Biran, la zia del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, all'ingresso del tribunale di Tel Aviv dove si svolge questa mattina la prima udienza della causa da lei intentata per riportare in Italia il bambino.
    "Sono preoccupata per lui, voglio riportarlo a casa il più presto possibile", ha aggiunto Aja Biran visibilmente emozionata.
    Poco prima di Biran sono arrivati la nonna materna di Eitan, Etty Peleg Cohen, e sua figlia Gali Peleg che nelle recenti settimane ha annunciato di volere adottare Eitan. In aula c'e' anche Shmuel Peleg, nonno materno che ha portato in Israele il piccolo ed è indagato a Pavia per sequestro aggravato di persona.
    La giudice ha consentito la presenza in aula solo di Shmuel Peleg e di Aja Biran, il resto della famiglia è stato fatto uscire. L'udienza si svolge a porte chiuse. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

10:01

Giustizia: 177 sì, Senato approva riforma penale

E' legge, 24 i voti contrari

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Il Senato ha approvato la riforma del processo penale con 177 sì, 24 no nel testo già licenziato dalla Camera, che quindi è legge.
    L'approvazione della riforma del processo penale, come quella del processo civile, sono tra le condizioni poste dall'Ue per erogare i fondi del Recovery Plan. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


09:45

Di Maio-Maas-Le Drian, continuare a sostenere la Libia

I tre ministri co-presiedono riunione a margine Assemblea Onu

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio ha co-presieduto a New York, con i Ministri degli Esteri della Repubblica Federale di Germania, Heiko Maas, e della Repubblica Francese, Jean-Yves Le Drian, una riunione Ministeriale sulla Libia, a margine della 76/a sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Lo rende noto la Farnesina in un comunicato.
    All'incontro hanno partecipato il Sottosegretario Generale delle Nazioni Unite Rosemary DiCarlo, i Ministri degli Affari Esteri e i rappresentanti degli Stati membri e delle Organizzazioni regionali che partecipano al Processo di Berlino, nonché i Paesi confinanti con la Libia.
    I partecipanti hanno unanimemente evidenziato la necessità che la comunità internazionale continui a sostenere il processo politico libico, ed in particolare ad incoraggiare la preparazione e svolgimento, secondo la roadmap concordata dal Foro di Dialogo Politico Libico, di elezioni parlamentari e presidenziali libere, eque e inclusive. In questo contesto, appare essenziale che tutti gli attori coinvolti, sia interni che internazionali, collaborino al fine di trovare soluzioni politiche ed istituzionali condivise e durature, in particolare attraverso il superamento delle incertezze tuttora esistenti per quanto concerne il quadro giuridico per la tenuta delle elezioni.
    Parallelamente, i partecipanti hanno sottolineato la necessità che tutte le disposizioni del cessate il fuoco raggiunto lo scorso 23 ottobre - inclusa l'uscita dal Paese di tutte le forze straniere combattenti e mercenari - vengano attuate senza indugio al fine di conseguire condizioni di sicurezza consolidate nel Paese e nel contesto regionale.
    Nel corso della riunione è emerso l'auspicio condiviso per una rapida adozione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza che estenda il mandato dell'UNSMIL (la Missione di Supporto delle Nazioni Unite in Libia), per consentirne la piena operatività in una fase cruciale della transizione libica.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



09:38

Usa: si cerca il fidanzato di Gabby anche in laghi Florida

Non si hanno sue notizie dal 14 settembre

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 SET - La polizia della Florida sta cercando il fidanzato di Gabby Petito, la ragazza trovata morta in Wyoming e probabilmente uccisa, anche nei laghi della Carlton Reserve, una vasta riserva naturale che si estende per oltre 10 mila ettari non lontana dalla casa di famiglia del giovane, a North Port. Lo riporta Fox News.
    Di Brian Laundrie non si hanno notizie dal 14 settembre scorso e si continua a cercare sul lato ovest della riserva.
    Ieri è arrivata una squadra di sommozzatori dell'ufficio dello sceriffo della contea di Sarasota per passare al setaccio anche i laghi e le paludi della Carlton Reserve, ma finora le ricerche si sono concluse con un nulla di fatto.
    Lunedì scorso in un video virale pubblicato su TikTok un utente aveva detto che Brian Laundrie si era impiccato e che il suo corpo era stato trovato appeso a un albero in Alabama, una falsa notizia che aveva incendiato la Rete. Da parte sua, il noto giornalista di Fox News - Geraldo Rivera - ha detto ieri ai microfoni di Tmz che il 23enne farebbe meglio a suicidarsi annegando in una palude della Florida. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA





Modifica consenso Cookie