Nba: cade Philadelphia, ma resta capolista a est

Spurs qualificati per play in. Lakers sperano ancora in playoff

Campionato Nba agli sgoccioli e primi verdetti in vista dei playoff dei play in. Nel turno giocato questa notte gli Spurs, pur sconfitti 102-98 dai New York Knicks, si sono aggiudicati comunque il diritto a disputare i play in, perchè i Sacramento Kings, competitor per l'ultimo posto utile a ovest, non sono riusciti ad avere la meglio sui Grizzlies e hanno perso 116-110. In caso di vittoria avrebbero scavalcato i texani, ma è andata male e per il 15mo anno consecutivo la loro stagione si conclude nella regular season.
    A est c'è più bagarre e c'è ancora spazio per aggiustamenti di classifica: i Chicago Bulls, attualmente 11mi, continuano infatti a sperare. Stanotte hanno battuto i Raptors 114-102 e compiuto un bel passo avanti, portandosi a due sole lunghezze dai Wizards e a tre da Indiana e Hornets, entrambe sconfitte rispettivamente dai Bucks (142-133) e dai Clippers (103-90).
    Nelle zone alte, a est è quasi tutto deciso per i playoff, ma la capolista Philadelphia ha compiuto un passo falso, perdendo 106-94 contro Miami. A Ovest è lotta a tre per gli ultimi due posti, fra Dallas, Portland e Lakers. Stanotte Portland è uscita ko dalla sfida con i Suns per 118-117, lasciando un varco ai californiani campioni in carica per il possibile sorpasso.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie