Sport

L'ennesima vita di Buffon, ha detto sì al Parma

'Sto bene e voglio essere protagonista', a giorni la firma

Tre, massimo quattro giorni, e comunicherò dove giocherò la prossima stagione". E' la settimana decisiva per Gigi Buffon. In vacanza nella sua Forte dei Marmi sta riordinando le idee e, soprattutto, sta attendendo il rientro in Italia del suo procuratore. Per la firma finale serve lui, anche se il 43enne portiere dei record sembra avere le idee chiare.
    Al suo cellulare continuano a chiamare da ogni parte d'Europa, tanto che ammette di avere offerte da club che "puntano alla Champions" sia per il ruolo da titolare che per quello, scartato in partenza, di secondo, ma è Parma la meta prescelta. "La prossima stagione mi sento di giocare, quindi sto analizzando anche alcuni ritorni alle mie origini e non nascondo che sto valutando la proposta del Parma", ha detto Buffon alla presentazione a Marina di Pietrasanta della Buffon Football Academy. L'offerta del club emiliano, dove iniziò la sua carriera, è molto di più di una semplice trattativa.
    Il presidente del Parma Kyle Krause ha contattato Buffon già a fine aprile e avrebbe poi lasciato il campo al responsabile dell'area tecnica Javier Ribalta che conosce bene il giocatore per il passato comune in bianconero. L'intesa, di fatto, sarebbe stata raggiunta e Buffon, con il suo procuratore, dovrebbe sciogliere le ultime, ormai labili, riserve nei prossimi giorni e ufficializzare l'accordo al ritorno a Parma di Krause.
    Al portiere, 43 anni compiuti lo scorso gennaio, andrebbe un contratto biennale con un ricco premio in caso di promozione in serie A. In più il ruolo di portacolori della squadra e, molto probabilmente, la fascia di capitano. E dopo i due anni in campo da protagonista, Krause sarebbe pronto ad offrire a "Supergigi" un ruolo nel suo staff tecnico.
    Così a distanza di 26 anni Gigi Buffon si prepara per un nuovo debutto con la maglia crociata. Era infatti il lontano 19 novembre del 1995 quando, causa l'infortunio del portiere titolare Luca Bucci, l'allora allenatore del Parma Nevio Scala sorprese tutti e scelse il 17enne Buffon per la sfida di campionato con il Milan. Al Tardini finì 0-0 e Gigi fu il migliore in campo. Buffon a Parma poi ha vinto una Coppa Italia, una Supercoppa italiana ed una Coppa Uefa. Dopo ci fu la lunga militanza nella Juventus e qualche screzio con i suoi vecchi tifosi parmigiani che ora però sono tutti pronti a dimenticare pur di tornare alle origini.
    "Mi sento bene fisicamente, voglio essere protagonista" ha concluso Buffon che ha poi fatto i "complimenti ai ragazzi della Nazionale impegnati agli Europei", confermando come Donnarumma sia "una certezza nazionale". E chissà se, dopo il ritorno a Parma, non ci sia in programma un'altra sfida: il mondiale del Qatar. D'altronde Buffon, almeno a Parma, è sempre rimasto "Superman". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie