ANSAcom
  • Arena Verona, Carmen apre la stagione 2022, pronto cartellone 2023 del Centenario
ANSAcom

Arena Verona, Carmen apre la stagione 2022, pronto cartellone 2023 del Centenario

Il 17 giugno su il sipario su 99/A edizione, il 18 tocca ad Aida

ANSAcom
E’ tutto pronto per la doppia inaugurazione del 99/o Arena di Verona Opera festival. Carmen di Georges Bizet, venerdì 17 giugno, aprirà il Festival nel più grande teatro all’aperto del mondo, seguita da Aida di Giuseppe Verdi, sabato 18. Entrambi gli allestimenti portano la firma di Franco Zeffirelli, maestro della scenografia e della regia sia teatrale e lirica che cinematografica, di cui fra pochi mesi ricorrerà il centenario della nascita.
   All’Arena di Verona Zeffirelli è approdato nell’estate 1995 con una produzione di Carmen entrata nella leggenda, e qui ha realizzato la sua ultima Traviata, sua summa artistica, trasmessa in diretta in mondovisione a pochi giorni dalla sua scomparsa e alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La Fondazione Arena di Verona inizia il proprio omaggio al regista portando in scena Carmen come non è mai stata vista: l’allestimento integra infatti il progetto originario del 1995 con le migliori intuizioni che lo stesso Maestro aveva adottato per la ripresa del 2009 e soprattutto con importanti elementi scenografici, qui realizzati per la prima volta in assoluto, che Zeffirelli aveva solo disegnato senza poterli mai vedere in scena.
   Per l’inaugurazione del 17 giugno e tutte le repliche del titolo, sale sul podio il Maestro Marco Armiliato, direttore musicale del 99/o Opera Festival, alla guida di Orchestra e Coro della Fondazione Arena di Verona, delle voci bianche di A.Li.Ve. e di un cast internazionale di artisti di primo piano: è un debutto in scena quello del mezzosoprano francese Clémentine Margaine nei panni della protagonista, così come è un esordio assoluto in Arena quello del baritono Luca Micheletti come torero Escamillo.
   Ma per l'Arena è già tempo di guardare al 2023, l'anno del Centanario del Festival lirico all'aperto. Fondazione Arena ha infatti annunciato il Festival straordinario 2023, per celebrare un secolo di Opera in Arena.
    Al pubblico internazionale saranno proposti i titoli che nell'anfiteatro hanno avuto più successo e repliche nel corso delle 100 edizioni che la separano dalla sua nascita nel 1913, per un totale di 50 serate in meno di tre mesi.
   Aida di Verdi in una nuova produzione dal 16 giugno 2023,
Carmen di Bizet, regia di Franco Zeffirelli dal 23 giugno ,Il Barbiere di Siviglia di Rossini secondo Hugo de Ana dal 24 giugno, Rigoletto di Verdi dall'1 luglio, La Traviata di Verdi nella produzione di Franco Zeffirelli dall’8 luglio, Nabucco di Verdi secondo Gianfranco de Bosio dal 15 luglio, Tosca di Puccini nell’allestimento di Hugo de Ana dal 29 luglio, Madama Butterfly di Puccini secondo Franco Zeffirelli dal 12 agosto. Cinque le serate straordinarie, tra cui la danza senza confini di Roberto Bolle and Friends, tre nuovi spettacoli in forma scenica costruiti appositamente per altrettanti protagonisti: il grande debutto areniano di Juan Diego Flórez, l’evento speciale dedicato a Plácido Domingo, l’attesissimo ritorno a Verona di Jonas Kaufmann.
   Nel cuore della stagione si aggiunge per la prima volta un concerto sinfonico di Orchestra e Coro del Teatro alla Scala. Inoltre, il tradizionale fine settimana inaugurale 16-17 giugno diventerà un vero e proprio happening non-stop lungo 28 ore per festeggiare lo spettacolo più affascinante, eclettico e longevo mai creato dall’ingegno umano: l’Opera Lirica. Le prime due serate del Festival 2023 sono già in vendita da mercoledì 15 giugno.

In collaborazione con:
Fondazione Arena Verona

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie