Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Turismo sostenibile, progetto italiano per il Kosovo

Turismo sostenibile, progetto italiano per il Kosovo

Per la salvaguardia e la valorizzazione della Via Dinarica

(ANSAmed) - PRISTINA, 25 GIU - Si è svolto presso il Magra Austria Eco Hotel (Boge, Val Rugova) l'evento lancio del progetto "NaturKosovo: il capitale naturale e culturale in Kosovo e lo sviluppo turistico sostenibile della Via Dinarica", del valore di 1,8 milioni di euro finanziati a dono dal Governo Italiano. Presenti l'Ambasciatore d'Italia in Kosovo, Antonello De Riu, e la Rappresentante dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nei Balcani Occidentali (AICS), Stefania Vizzaccaro.
    Per il Governo del Kosovo erano presenti la Ministra dell'Industria, dell'Impresa e del Commercio, Rozeta Hajdari, il Ministro delle Autorità Locali, Elbert Krasniqi, e la vice Ministra dell'Ambiente, Pianificazione del Territorio e Infrastrutture, Linda Çavdarbasha, così come i sindaci delle municipalità oggetto dell'intervento.
    Obiettivo del progetto è dare impulso allo sviluppo del turismo sostenibile, attraverso la salvaguardia e la valorizzazione del tratto kosovaro della Via Dinarica, nell'area delle Municipalità di Peja, Decan e Junik. Il progetto interverrà su diversi aspetti: modello di gestione del patrimonio culturale e del capitale naturale, cura dei sentieri esistenti e mappatura di nuovi sentieri, sicurezza e soccorso alpino, servizi turistici di qualità per i visitatori internazionali, sviluppo della micro impresa locale e promozione sui media del brand Via Dinarica. L'iniziativa sarà realizzata dalle ONG italiane Volontari nel Mondo RTM (RTM) e Centro Laici Italiani per le Missioni (CELIM), con la collaborazione tecnica del Club Alpino Italiano, del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, dell'Associazione Italiana Turismo Responsabile e di Utalaya Foundation. "Promuovere le attività turistiche senza alterare l'ambiente naturale, sociale ed artistico e, soprattutto, senza inibire lo sviluppo di altre attività sociali ed economiche è l'obiettivo di questo ambizioso progetto", ha dichiarato l'Ambasciatore De Riu nel suo intervento. "Con NaturKosovo intendiamo infatti aumentare l'attrattività di questo territorio e ampliare il marchio Via Dinarica in Kosovo, per replicare le esperienze degli altri Paesi delle Alpi Dinariche, dove i flussi turistici locali e internazionali sono già consolidati. Per farlo, ci avvarremo delle consolidate competenze dei partner italiani CAI, AITR, CNSAS e della presenza sul territorio della fondazione UTALAYA, incentrata sulle attività di montagna, il soccorso alpino, la gastronomia e le attrazioni culturali in contesto montano", ha aggiunto il Capo Missione.
    "Nella fase attuativa del progetto, verrà dedicata una particolare attenzione allo sviluppo dell'imprenditoria femminile e giovanile per favorire la crescita economica e la creazione di professionalità qualificate con una prospettiva di lungo termine, fondamentale non solo per allinearsi alle strategie nazionali di sviluppo del Governo kosovaro, ma anche per consolidare il cammino europeo del Paese", ha concluso De Riu. Partner in Kosovo è l'UTALAYA Foundation dell'alpinista Uta Ibrahimi, la prima donna kosovara a scalare l'Everest e instancabile promotrice delle tematiche ambientaliste e del rispetto dei diritti umani. Uta, che è stata nominata dalle Nazioni Unite SDGs Champion per il suo impegno a favore della tutela della Natura e dell'empowerment delle donne e delle nuove generazioni, ha dichiarato: "La favolose bellezze delle nostre montagne sono il motivo che porta gente da diversi paesi in questa regione e il motivo che ha portato qui noi oggi, che ci ha riunito, per fare di più per la Via Dinarica". (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie