Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: Tibet, commercio estero più 140% I° semestre

Principale partner nel periodo è stato la Germania

(ANSA-XINHUA) - LHASA, 29 LUG - Il commercio estero della regione autonoma del Tibet del sud-ovest della Cina è aumentato del 140% su base annua nel primo semestre del 2021, con il continuo miglioramento dell'economia regionale e un aumento della domanda di commercio globale. È quanto emerso dai dati doganali divulgati ieri.
    La dogana di Lhasa ha infatti reso noto che le importazioni e le esportazioni della regione hanno totalizzato 1,98 miliardi di yuan (circa 304 milioni di dollari) nei primi sei mesi dell'anno.
    Yuan Jintao, un funzionario doganale, ha osservato che la produzione e la domanda di consumo in Tibet sono state forti nel periodo gennaio-giugno grazie all'efficace controllo delle epidemie, mentre anche la domanda commerciale globale si è rimessa al passo con la ripresa economica mondiale.
    La regione ha intrattenuto scambi commerciali con 54 Paesi e regioni in tutto il mondo nella prima metà dell'anno e il principale partner nel periodo è stato la Germania, con un valore commerciale aumentato di quasi 430 volte che ha toccato, secondo i dati, i 947 milioni di yuan.
    Le merci importate dalla regione erano principalmente prodotti high-tech, con un valore di importazione che ha raggiunto i 963 milioni di yuan mentre l'export ha riguardato principalmente prodotti che richiedono un'alta intensità di manodopera, tra cui vestiti e scarpe. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie