Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Asia
  4. Afghanistan: 'evacuazione Gb da Kabul gestita in modo caotico'

Afghanistan: 'evacuazione Gb da Kabul gestita in modo caotico'

Le accuse di un whistleblower, Raab non comprese la situazione

(ANSA) - ROMA, 07 DIC - La gestione dell'evacuazione afghana da parte del ministero degli Esteri britannico dopo che i talebani hanno preso il potere a Kabul, è stata "disfunzionale" e "caotica". E' quanto afferma un ex alto funzionario del Foreign, Commonwealth- Development Office (Fcdo), riferisce la Bbc.
    Secondo il whistleblower Raphael Marshall, il procedimento per scegliere chi avrebbe potuto prendere un volo per fuggire da Kabul è stato "arbitrario" e migliaia di e-mail con richieste di aiuto non sono state lette. L'allora ministro degli Esteri, Dominic Raab, è stato lento nel prendere decisioni, ha aggiunto.
    Un portavoce del governo ha affermato che il personale ha "lavorato instancabilmente" alla "missione più grande del suo genere da generazioni". E una fonte vicina a Raab sostiene che la verifica dell'identità e la garanzia di una evacuazione sicura sono state le principale sfide in quel momento. Il Regno Unito ha evacuato 15.000 persone dall'Afghanistan dopo che i talebani hanno preso il controllo della capitale. Tra questi: 5.000 erano cittadini britannici, 8.000 afgani e 2.000 bambini.
    In una dichiarazione inviata alla commissione per gli Affari Esteri, Marshall ha affermato che fino a 150.000 afghani che erano a rischio a causa dei loro legami con la Gran Bretagna hanno chiesto di essere evacuati, ma meno del 5% ha ricevuto assistenza.
    "È chiaro che alcuni di coloro che sono rimasti indietro sono stati assassinati dai talebani", ha aggiunto. Secondo Marshall, Raab ha impiegato ore per rispondere alle e-mail e "non ha compreso appieno la situazione". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie