Mondo

Tunisia: Saied a Borrell,'misure prese per salvare lo Stato'

L'Alto rappresentante Ue ricevuto al Palazzo di Cartagine

(ANSA) - TUNISI, 10 SET - Il Presidente tunisino Kais Saied nel ricevere, al Palazzo di Cartagine, l'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, ha sottolineato che "questa visita traduce i rapporti di amicizia e cooperazione che esistono tra Tunisia e Unione Europea e conferma, ancora una volta, la reciproca volontà di perpetuare i concetti di dialogo e consultazione su alcune questioni comuni". E' quanto si legge in una nota della presidenza di Cartagine che mette in evidenza come Saied abbia con Borrell "sottolineato il forte impegno della Tunisia a continuare a rafforzare il suo partenariato strategico con lo spazio europeo e la sua ferma convinzione nei valori di libertà, democrazia, diritti umani e Stato di diritto che condivide con il Unione europea".
    In riferimento alle decisioni del presidente tunisino del 25 luglio scorso con le quali ha licenziato il premier e sospeso i lavori del parlamento, Saied "ha ricordato, secondo il comunicato, che le misure prese il 25 luglio, "nell'ambito della Costituzione" miravano a "salvare lo Stato e rispondere a un'ampia volontà popolare, senza alcuna intenzione di perdere le conquiste realizzate" in termini di democrazia, osservando "che queste misure saranno seguite da prossimi passi per rafforzare il percorso democratico in Tunisia", si legge nella nota.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie