Persi per Bowie, a Cannes applausi per Moonage Daydream / CLIP

In prima mondiale film immersivo di Brett Morgen con rarità preziose

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

 E' uno dei colpi di fulmine di Cannes 2022 il documentario MOONAGE DAYDREAM di Brett Morgen: una full immersion nell'universo di David Bowie che ti avvolge e quasi ti stordisce come una performance psicadelica. Il film, fuori concorso, del regista che già si era occupato nel 2016 egregiamente di Kurt Cobain, è un incredibile lavoro di archivio tra le montagne di video, esibizioni, film, rappresentazioni che la personalità unica dell'artista inglese hanno prodotto nella sua vita. Eppure Morgen riesce a trovare un filo: la voce di David Bowie (montata tra le tante interviste) . Non ci sono testimoni a parlare ma solo lui, lui e la sua arte.
    Per realizzare Moonage Daydream, Morgen ha avuto accesso alla collezione della David Bowie Estate, per la prima volta nella storia: 5 milioni di beni, disegni, registrazioni, film e riviste rari e mai visti prima. Il regista ha trascorso quattro anni ad assemblare il film e altri 18 mesi a progettare il paesaggio sonoro (ed è davvero un paesaggio), le animazioni e la tavolozza dei colori. I titoli di coda sono lunghi minuti: scorrono i titoli di tutte le citazioni, dei tour, dei film, delle piece di quest'uomo speciale che a 33 anni, per fare un esempio, aveva inciso 17 album, girato due film, riempito le gallerie d'arte dei suoi lavoro di pittura e scultura, avuto a Broadway il primo successo per un musicista.
    Moonage Daydream non delude le aspettative: è una immersione vera e propria anche per come è stato girato, non c'è l'idea di rimettere in circolazione materiali d'epoca ma rielaborarli, renderli nuovi. Per un fan di Bowie il film è uno scrigno di tesori.
    La musica non si ferma in un continuo alternarsi, quasi dei lampi, dai primi successi giovanissimo Ziggy Stardyst di Space Oddity passando per Life on Mars, Hallo Spaceboy, Heroes e poi le riprese dei concerti con le immagini di isteria che lo hanno accompagnato fin da quando si è capito come quel ragazzo di Brixton, poco amato dalla madre e orfano di padre, fosse davvero unico. L'artista androgino, che provocò l'Inghilterra di inizio anni '70 dichiarando la bisessualità, usando make up, smalto e tacchi alti, è stato, una persona eclettica capace di interpretare tanti ruoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ministri Med, controlli fitosanitari più rigorosi su agrumi

Trattamento a freddo per controllare nuovi parassiti

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BRUXELLES - La Spagna, appoggiata dall'Italia e dagli altri Stati del Mediterraneo e del Sud Europa, chiede di rafforzare misure come il trattamento a freddo sugli agrumi importati nell'Ue. La nuova minaccia per la salute delle colture europee, denunciano i Paesi del Med, sono le uova e le larve della Thaumatotibia leucotreta, specie di falena non ancora presente nel territorio Ue, capace di danneggiare gli agrumi e molte altre specie vegetali, che può essere bloccata dal trattamento a freddo nei luoghi di ingresso.

La delegazione olandese si è espressa contro la "mancanza di flessibilità" di un approccio del genere. "Come altri partner commerciali hanno già fatto - ha risposto la commissaria Ue competente Stella Kyriakides - proporremo misure rigorose e rassicuro tutti che la nostra priorità è trovare soluzioni praticabili per tutelare la salute vegetale, domani discuteremo con i Paesi membri le nostre proposte che speriamo di poter mettere ai voti". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Stati Uniti e Giappone insieme nelle future missioni sulla Luna

Anche un astronauta giapponese a bordo di stazione spaziale Gateway

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi Illustrazione della futura stazione spaziale Gateway in orbita intorno alla Luna (Fonte: NASA) (ANSA) Illustrazione della futura stazione spaziale Gateway in orbita intorno alla Luna (Fonte: NASA)
Stati Uniti e Giappone saranno insieme nelle future missioni dirette sulla Luna, nell'ambito del programma Artemis: l'accordo prevede che a bordo della futura stazione spaziale Gateway, nell’orbita lunare ci sarà anche un astronauta giapponese. L’annuncio arriva all'indomani dell’incontro a Tokyo tra il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e il primo ministro giapponese Fumio Kishida.
Entrambi hanno confermato anche l’intenzione condivisa di vedere un astronauta giapponese atterrare sulla Luna nell'ambito del programma Artemis della Nasa, che prevede il ritorno di astronauti sul suolo lunare fra il 2025 e il 2026.
“Negli ultimi anni, l'alleanza tra Giappone e Stati Uniti è diventata più forte, più profonda e più capace, mentre lavoriamo insieme per affrontare le nuove sfide – tanto importanti quanto le opportunità – di un mondo in rapido cambiamento”, ha affermato Biden. “Un ottimo esempio è il rover lunare giapponese: un simbolo di come stia decollando la nostra cooperazione spaziale, guardando verso la Luna e Marte. Sono entusiasta del lavoro che faremo insieme sulla stazione Gateway - ha aggiunto Biden - e non vedo l'ora che il primo astronauta giapponese si unisca a noi nella missione sulla Luna nell'ambito del programma Artemis”.
I due Paesi stanno lavorando per formalizzare l'inclusione dell'astronauta giapponese sulla stazione spaziale Gateway lunare entro la fine dell’anno. Inoltre, a dimostrazione delle collaborazioni in corso, il presidente degli Stati Uniti ha confermato l’intenzione di fornire al Giappone un campione dell’asteroide Bennu, prelevato nell’ambito della missione in corso Osiris-Rex della Nasa, il cui rientro è previsto a settembre del 2023. In cambio, il Giappone darà campioni dell’asteroide Ryugu, prelevati dalla sonda Hayabusa 2 dell’Agenzia Spaziale Giapponese (Jaxa) e fatti tornare sulla Terra a bordo di una capsula il 6 dicembre 2020.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pirelli raddoppia nel 2021 omologazioni per auto elettriche e ibride plug-in

Sono oltre 250, gli 'Elect' già scelti da numerosi brand

Motori Componenti & Tech
Chiudi  (ANSA)

Pirelli ha raddoppiato nel 2021 il totale delle omologazioni di pneumatici su auto elettriche e ibride plug-in. Ne dà notizia la Casa.
    Dal lancio della marcatura Elect nel 2019, i costruttori automobilistici stanno sempre più spesso scegliendo questa tecnologia e hanno consentito a Pirelli di ampliare il portafoglio di omologazioni superando le 250 omologazioni totali su auto green. Un dato che conferma l'accelerazione del mercato verso la mobilità elettrificata ma anche che le case automobilistiche trovano nei Pirelli Elect i pneumatici con le caratteristiche adatte ai loro veicoli "alla spina". Come l'Audi A6 Avant e-tron concept, esposta nello stand Pirelli nella fiera "Tire Cologne" in corso in questi giorni, che monta coperture con tecnologia per le auto elettrificate. Premesse che portano Pirelli a stimare di raggiungere già nel 2022, con 3 anni in anticipo, il target di market share sull'alto di gamma EV pari a circa ~1,5 volte quella sui veicoli Premium / Prestige a combustione interna.
    Per soddisfare le specifiche tecniche richieste dai veicoli elettrici e ibridi plug-in, lo sviluppo dei pneumatici Elect ha tenuto in considerazione caratteristiche quali la durata della batteria, la potenza della coppia in fase di partenza, il peso delle batterie e la silenziosità dei motori.
    I pneumatici delle famiglie P Zero, Scorpion e Cinturato, estivi, invernali e all season, sviluppati adottando il pacchetto di tecnologie Elect, sono stati scelti dai principali costruttori automobilistici. Come fatto da Porsche per la Taycan, per cui sono stati sviluppati pneumatici P Zero tailor made, compreso il P Zero Winter. O per alcune Audi della gamma e-tron e anche per l'intera famiglia EQ di Mercedes-Benz, gli ingegneri Pirelli hanno dedicato versioni specifiche della famiglia Cinturato e P Zero per le versioni più performanti, a cui si aggiungono gli Scorpion per i nuovi SUV. Così anche per Volvo e BMW; quest'ultima ha scelto i pneumatici Pirelli P Zero per la nuova iX e per la X5 xDrive45e Plug-In Hybrid. Mentre per i SUV elettrici dell'americana Rivian lo sviluppo si è concentrato su diverse soluzioni della gamma Scorpion.
    Completano il portafoglio di omologazioni, la statunitense Lucid Air, la prima auto a utilizzare i nuovi pneumatici Pirelli P Zero con indice di carico elevato e contraddistinti dalla dicitura "HL" e alcuni modelli delle cinesi Nio e Link & Co, che utilizzano P Zero e Scorpion Elect. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Moto: Gp Italia, il Mugello apre giovedì, festa di sport e musica

Torna il pubblico, biglietterie H24, i camper possono accedere

Motori Due Ruote
Chiudi Circuito del Mugello a Scarperia (ANSA) Circuito del Mugello a Scarperia

In occasione del Gran premio d'Italia di motociclismo, l'autodromo del Mugello di Scarperia (Firenze) aprirà al pubblico giovedì 26 maggio alle ore 15,00 per permettere a tutti i possessori di abbonamento dei tre giorni di gara dal venerdì alla domenica di cominciare a respirare l'atmosfera del circuito già dal giorno precedente.
    Infatti, dopo due anni di Covid-19, finalmente anche lo spettacolo del Motomondiale torna con la presenza piena del pubblico e ci saranno le regole che fino all'edizione 2019 avevano differenziato il Mugello da tutti gli altri autodromi.
    Sarà possibile, quindi, accedere coi camper e le tende e pernottare all'interno del circuito per tutto il fine settimana.
    Per questo le biglietterie poste a ogni ingresso rimarranno aperte H 24, sempre, a tutte le ore, a partire dal giovedì e fino alla domenica.
    Nei tre giorni del Gp, il pubblico non avrà tempo per annoiarsi. Infatti, terminata l'attività in pista, al grido di 'Al Mugello non si dorme', andrà in scena all'interno dell'impianto sul piazzale sopra la curva Casanova-Savelli, il 'Mugello music festival', tre giorni di musica che verrà suonata per tutta la notte fino alle prime luci del mattino. Saranno presenti anche vari stand gastronomici, pizzeria, birreria, caffetteria e un'area relax con lettini e ombrelloni.

Treni speciali e bus navetta per il Mugello

Saranno otto i treni speciali organizzati da Trenitalia sulla linea Faentina in collaborazione con la Regione Toscana e verrà aumentata la capienza su quelli ordinari per permettere a tutti gli appassionati di raggiungere facilmente, domenica 29 maggio, l'autodromo del Mugello per assistere al Gran premio d'Italia di motociclismo. Il potenziamento dei convogli interesserà la linea ferroviaria Firenze - Faenza, la stazione più vicina alla pista sarà quella di Borgo San Lorenzo dalla quale, per raggiungere il circuito di Scarperia, partiranno i bus navetta gratuiti messi a disposizione da Trenitalia, riservati esclusivamente ai possessori di biglietto ferroviario.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Bmw apre innovativo Cell Manufacturing Competence Center

Parsdorf da autunno affiancherà fornitori per sviluppo batterie

Motori Componenti & Tech
Chiudi Bmw apre innovativo Cell Manufacturing Competence Center (ANSA) Bmw apre innovativo Cell Manufacturing Competence Center

  Bmw Group aprirà il suo Cell Manufacturing Competence Center (CCMC) presso il centro di competenza di Parsdorf, fuori Monaco, nel prossimo autunno.
    Utilizzando un'area di circa 15.000 metri quadrati, Bmw dimostrerà la fattibilità industriale delle future generazioni di batterie ad alte prestazioni e l'impiego di una linea pilota presso il centro di competenza consentirà di analizzare e comprendere appieno i processi di creazione del valore.
    Questa procedura permetterà ai futuri fornitori di produrre celle secondo le specifiche del Bmw Group e quindi ottimizzare ulteriormente la fabbricazione di celle della batteria in termini di qualità, produzione e costi.
    "Il Cell Manufacturing Competence Center di Parsdorf - ha commentato Markus Fallböhmer, head of production engines, E-Drives presso Bmw Group - è il prossimo passo logico verso l'analisi e la comprensione di tutti gli aspetti della catena del valore delle celle delle batterie. Dopo l'implementazione di successo del Battery Cell Competence Center (BCCC), ora ci stiamo concentrando sui processi di produzione. Stiamo convalidando la producibilità delle celle della batteria agli ioni di litio per la produzione standard su larga scala, in termini di qualità, efficienza e costi".
    Sostenuto dal ministero Federale dell'Economia tedesco e dal Ministero bavarese dell'Economia, oltre che da quello dello Sviluppo Regionale e dell'Energia - nell'ambito del processo di finanziamento europeo IPCEI (Important Projects of Common European Interest) - il programma per il Cell Manufacturing Competence Center comporta nella fase iniziale un investimento di 170milioni di euro, e riguarda 80 dipendenti che lavoreranno nella sede di Parsdorf per arrivare ad un Inizio della produzione scaglionato per le linee pilota dall'autunno del 2022.
    "Il CMCC ci consentirà di completare il nostro know-how lungo tutta la catena del valore, dallo sviluppo delle celle della batteria alla produzione di moduli e componenti del gruppo propulsore - ha sottolineato Fallböhmer - fino a installazione di batterie ad alta tensione completamente assemblate presso i nostri stabilimenti di veicoli. Come il BCCC nel campo della ricerca sulle celle, la produzione quasi standard a Parsdorf creerà un'autorità nella produzione di celle per batterie. Ciò significa che gli esperti del Bmw Group potranno discutere argomenti con i produttori di celle alla stessa altezza degli occhi e ottimizzare processi e tecnologie".
    A Parsdorf, il lavoro si concentrerà anche su processi e sistemi di produzione innovativi che possono essere utilizzati nella produzione di serie, come quella relativa ai campioni di celle di batteria di prossima generazione da utilizzare nella Neue Klasse, la futura famiglia di modelli elettrici che rappresenterà un importante salto tecnologico nei sistemi elettrici grazie al ricorso alle celle allo stato solido.
  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La Ue verso un vaccino contro l'aviaria

Ok Consiglio Ue, Kyriakides: regole in seconda parte anno

Terra & Gusto In breve
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BRUXELLES - I ministri dell'agricoltura Ue hanno approvato l'uso del vaccino contro l'influenza aviaria ad alta patogenicità. Il Consiglio ha adottato conclusioni per affiancare alle attuali norme di biosicurezza un protocollo per la vaccinazione dei volatili. L'influenza aviaria rappresenta un rischio per la salute pubblica ed è dannosa per la salute e il benessere degli animali, con gravi conseguenze economiche per i settori avicoli colpiti. Nelle conclusioni anche l'invito alla Commissione a rassicurare i partner in ambito Wto sul fatto che il nuovo protocollo non viola le norme del commercio internazionale. "Regole per la vaccinazione contro l'influenza aviaria ad alta patogenicità devono essere pubblicate nel secondo semestre di quest'anno", ha detto la commissaria Ue alla salute Stella Kyriakides ai ministri. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Epatiti, circolare ministero, 276 casi in Ue e 27 in Italia

Nel nostro Paese uno sottoposto a trapianto fegato

Salute & Benessere Medicina
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA - Al 20 maggio 2022, come segnalato nel rapporto Ecdc-Oms Europa, sono stati segnalati 276 casi di epatite acuta ad eziologia sconosciuta in bambini di età pari o inferiore a 16 anni; tutti i casi sono stati classificati come probabili. In Italia sono segnalati 27 casi ed un caso è stato sottoposto a trapianto epatico. Lo rileva la circolare del ministero della Salute 'Casi di epatite acuta a eziologia sconosciuta in età pediatrica. Aggiornamento sulla situazione epidemiologica, sulle definizioni di caso e sulla sorveglianza'.

La distribuzione dei casi segnalati da 16 paesi è la seguente: Austria (2), Belgio (14), Cipro (2), Danimarca (7), Grecia (3), Irlanda (6), Italia (27), Paesi Bassi (14), Norvegia (5), Polonia (1), Portogallo (11), Repubblica di Moldavia (1), Serbia (1), Spagna (29), Svezia (9) e UK (144). Dei 276 casi probabili, per 162 casi è stata riportata l'informazione riguardo gli esiti; di questi 138 sono stati ricoverati, mentre 23 rimangono in cura. La maggior parte (75,4%) dei casi ha meno di 5 anni.

Complessivamente, 181 casi sono stati testati per l'adenovirus con qualsiasi tipo di campione, di cui 110 (60,8%) sono risultati positivi. Dei 188 casi testati con PCR per SarsCoV2, 23 (12,2%) sono risultati positivi. I risultati sierologici per SarsCoV2 erano disponibili solo per 26 casi, di cui 19 (73,1%) avevano un risultato positivo. Dei 63 casi con dati sulla vaccinazione COVID-19, in 53 (84,1%) non erano vaccinati.

In Italia, come da ultimo aggiornamento della sorveglianza TESSy, sono stati riportati in totale 27 casi probabili, dei quali 26 (96,3%) sono stati ospedalizzati. Il 55,6% dei casi sono di sesso femminile. La maggior parte dei casi (16, 59,3%) ha un'età minore di 5 anni. Ulteriori segnalazioni pervenute sono attualmente in corso di verifica. Tra i 17 casi testati per Adenovirus, 8 (47,1%) sono risultati positivi. Tra i 12 casi testati con tampone antigenico o molecolare per SarsCov2, 2 (16,7%) sono risultati positivi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Malattie immunitarie, test di laboratorio per riconoscere Hlh

Oggi è possibile grazie alla ricerca dell'Ospedale Bambino Gesù

Salute & Benessere Medicina
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA - Un semplice esame di laboratorio per diagnosticare e predire la gravità di una malattia immunitaria, la linfoistiocitosi emofagocitica (Hlh) secondaria, rara e grave sindrome iperinfiammatoria, fino a oggi molto difficile da riconoscere. È ora possibile grazie a uno studio condotto dal Bambino Gesù che ha individuato una sottopopolazione di linfociti T che è molto aumentata nei pazienti con Hlh secondaria ed è in grado di distinguere tali pazienti da quelli con malattie autoinfiammatorie.

"Una scoperta - sottolinea Fabrizio De Benedetti, responsabile di Reumatologia dell'Ospedale e corresponding author della ricerca - che ha implicazioni cliniche rilevanti che cambieranno la diagnosi e la gestione dei pazienti con varie forme di Hlh". I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Blood. La linfoistiocitosi emofagocitica è una malattia caratterizzata da un'eccessiva attivazione dei macrofagi, le cellule spazzino che abitualmente eliminano le cellule infettate, ma che in questa malattia eliminano anche le cellule sane. Questo porta a un'iperinfiammazione sistemica e a insufficienza multiorgano. È una patologia che può essere mortale se non diagnostica e trattata per tempo. Per questo è importante riconoscerla subito.

Lo studio condotto dall'area di ricerca di Immunologia in collaborazione con quella di Oncoematologia ha dimostrato che nel sangue dei pazienti con Hlh secondaria esiste una sottopopolazione di linfociti T che consente di diagnosticare la malattia in maniera affidabile e prevederne l'evoluzione. La ricerca è stata condotta sulle cellule del sangue periferico di 99 pazienti pediatrici, di cui 46 con Hlh secondaria. I ricercatori hanno inoltre identificato una nuova sottopopolazione cellulare di linfociti T(chiamata CD4dimCD8+), il cui numero elevato nel sangue predice la gravità della Hlh secondaria. Più questa sottopopolazione cellulare è numerosa, più grave sarà l'esito prognostico. "Uno degli aspetti più importanti dei risultati ottenuti con questo studio - spiega Giusi Prencipe, coordinatrice dello studio - è l'immediata traslazionalità. È possibile trasferire subito i risultati nella pratica clinica a tutto vantaggio dei bambini e delle famiglie".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Fao, nuovo strumento per valutare trend agricoli nel mondo

Faostat sarà la più grande banca dati agricola mondiale

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA - La Fao sta dotando Faostat, la più grande banca dati agricola del mondo, di un nuovo dominio per facilitare un confronto e una valutazione delle tendenze delle strutture agricole. Faostat, spiega la Fao, raccoglie e armonizza una grande quantità di dati sulla produzione, il commercio e il consumo nei settori agricoli, di gran lunga il più grande settore economico del mondo in termini di occupazione e sostentamento dei mezzi di sussistenza. Negli ultimi anni la Fao ha aggiunto una serie crescente di informazioni critiche sulle emissioni di gas serra, sull'uso del suolo, sulla copertura forestale e sugli investimenti. Ora sta aggiungendo 'Dati strutturali dai censimenti agricoli' , che presentano rapporti nazionali a grana fine che tracciano, tra l'altro, quanto sono grandi le aziende agricole, chi ci lavora e chi le possiede.

"Questi dati non sono disponibili in nessuna parte del mondo", afferma Jairo Castano, statistico senior e leader del Programma mondiale della Fao per il censimento dell'agricoltura, e che ha portato a buon fine il progetto. "Si tratta di preziose informazioni dal basso verso l'alto basate su fattorie reali, tutte le fattorie del mondo". Il nuovo dominio consente un rapido accesso alla conoscenza di quante aziende agricole esistono in un determinato paese, quali sono le loro dimensioni, la tipologia di possesso che ne determina la proprietà, il sesso dell'agricoltore e quante persone vivono e lavorano su di esse, il tutto proveniente dai censimenti agricoli nazionali. Tutto questo consente agli operatori politici di confrontare la struttura del settore agricolo di un paese con quella di un altro o di una regione, consentendo anche ai ricercatori di analizzare, ad esempio, la distribuzione delle dimensioni delle aziende agricole sia a livello nazionale che globale. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mobilità elettrica: a Buccinasco 46 nuovi punti ricarica auto

Atlante (gruppo Nhoa) si aggiudica gara del Comune nel Milanese

Motori Eco Mobilità
Chiudi AUTO ELETTRICA (ANSA) AUTO ELETTRICA

Atlante, società del gruppo Nhoa (già Engie Eps) dedicata all'infrastruttura di ricarica rapida e ultra-rapida per veicoli elettrici, realizzerà 46 punti di ricarica a Buccinasco, nell'hinterland milanese, in 10 zone della città. La società si è infatti aggiudicata la gara indetta dal Comune della Città Metropolitana di Milano, a cui hanno partecipato tre aziende del settore, per la realizzazione e gestione dei punti di ricarica in favore della mobilità elettrica.
    "Ottenute tutte le abilitazioni amministrative - si legge in una nota -, Atlante avvierà l'installazione di 38 punti di ricarica rapida e 8 di ricarica veloce, per un totale di 46 parcheggi elettrificati con energia esclusivamente rinnovabile e accessibili anche alle persone a ridotta mobilità". I punti di ricarica saranno fruibili da tutti i veicoli elettrici e compatibili con ogni standard di ricarica e provider di servizi per la mobilità elettrica. "Sono molto orgoglioso di questo risultato: si tratta del primo comune del milanese che ci affida in toto la realizzazione e la gestione dei servizi di ricarica", ha commentato il ceo di Atlante, Stefano Terranova, sottolineando che il gruppo ha puntato "sulla sostenibilità e su soluzioni di ricarica rapida con copertura capillare sul territorio, per rendere veramente possibile a tutti il passaggio alla mobilità elettrica".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Rinnovato contratto operai agricoli, aumento del 4,7%

Coldiretti, sottoscritto per 1,2 mln di lavoratori

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA - E' stato rinnovato il contratto collettivo di lavoro degli operai agricoli che interessa 1,2 milioni di lavoratori impegnati nelle campagne e prevede un aumento nei prossimi due anni del 4,7%. Lo rende noto la Coldiretti che, insieme alle altre organizzazioni datoriali e del sindacato Fai-Cisl, Uila-Uil e Flai-Cgil, lo ha siglato alla vigilia delle raccolte estive. La dinamica salariale concordata prevede una prima tranche di aumento al 1 giugno 2022 del 3%, una seconda al 1 gennaio 2023 dell'1,2% ed una terza al 1 giugno 2023 dello 0,5%.

Per Coldiretti, "si tratta di un importante segnale di responsabilità di imprese e lavoratori del settore agricolo nazionale di fronte ad un'emergenza mondiale". Un riconoscimento è stato riservato al versante delle prestazioni di sostegno sociale ai lavoratori erogate dal sistema nazionale della bilateralità, mantenendo comunque gli incrementi salariali nei limiti dell'inflazione reale.

Una particolare attenzione è stata prevista per le attività di agriturismo, della vendita diretta e delle fattorie sociali e didattiche, creando le condizioni affinché alla contrattazione provinciale sia data la possibilità di prevedere forme aggiuntive di flessibilità.

Rivisto anche il regime di classificazione degli operai florovivaisti, con l'inserimento di nuovi e importanti profili professionali e l'integrazione di figure già esistenti che necessitavano di un aggiornamento. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La navetta Starliner si prepara a lasciare la Stazione Spaziale

Partenza prevista alle 20,36 ora italiana del 25 maggio

Scienza & Tecnica Spazio & Astronomia
Chiudi  La navetta Starliner al suo arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale, fotografata da Samantha Cristoforetti (Fonte: @AstroSamantha via Twitter) (ANSA) La navetta Starliner al suo arrivo sulla Stazione Spaziale Internazionale, fotografata da Samantha Cristoforetti (Fonte: @AstroSamantha via Twitter)
La navetta Starliner della Boeing si prepara a lasciare la Stazione Spaziale Internazionale (Iss), dopo averla raggiunta sabato 21 maggio nel suo volo di test senza equipaggio: il distacco è stato fissato per il 25 maggio, alle 20,36 ora italiana, con atterraggio allo spazioporto di White Sands Space Harbor, nel deserto del New Mexico, previsto alle ore 00,49 italiane del 26 maggio. Starliner, infatti, è la prima navetta spaziale di classe orbitale progettata per atterrare sulla terraferma invece che nell'oceano.
Questa missione test (OFT-2) è l'ultimo grande ostacolo che Starliner deve superare prima che gli astronauti possano salire a bordo. Il viaggio di andata ha registrato qualche piccolo malfunzionamento, che però non ha pregiudicato l’attracco alla Iss: se il ritorno a Terra andrà come previsto e i controlli post-volo non riveleranno problemi, i funzionari di Boeing e Nasa hanno affermato che la capsula potrebbe ottenere presto l’autorizzazione a trasportare equipaggi, forse anche prima della fine dell’anno. In questo modo, Starliner si affiancherà alla navetta Dragon della SpaceX nel garantire l'avvicendamento degli astronauti sulla Stazione Spaziale.
Nel caso la partenza dalla Iss dovesse essere rimandata, a causa di condizioni meteorologiche avverse o altri fattori, è già stata individuata un’altra opportunità di rientro nella giornata di venerdì 27 maggio. Per gli stessi motivi sono stati identificati siti di atterraggio alternativi: due di questi si trovano in New Mexico all’interno del White Sands Missile Range, un'area di test militare gestita dall'esercito degli Stati Uniti, mentre gli altri sono localizzati nel Willcox Playa (un grande lago ormai secco nel deserto dell’Arizona), nella struttura dell’esercito americano in Utah chiamata Dugway Proving Ground e nella Base Aerea Edwards in California.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ricambi auto diretti in Marocco sequestrati in porto a Genova

Denunciato conducente per traffico rifiuti

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Gli uomini della Guardia costiera di Genova e quelli dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno intercettato un veicolo in ingresso nel porto di Genova carico di parti e ricambi usati per autoveicoli, trasportati senza alcuna precauzione, bonifica e documentazione attestante l'origine e la tipologia dei materiali. Il mezzo, diretto all'imbarco per il Marocco, era guidato da un cittadino extra-comunitario e proveniva dalla provincia di Lecce.
    Il veicolo è stato sequestrato e il conducente denunciato per i reati di traffico e gestione illecita di rifiuti pericolosi e per l'introduzione nel porto di Genova di merci pericolose e non autorizzate. L'uomo è stato anche sanzionato per varie violazioni al codice della strada, quali il sovraccarico, la mancata revisione del mezzo e la condotta di un veicolo sospeso dalla circolazione. Le indagini hanno, inoltre, consentito di individuare un secondo veicolo intercettato e sequestrato dalla Guardia costiera a Bolzaneto carico di rifiuti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pirelli: P Zero Experience al Mugello

Hypercar scatenate sul circuito toscano

Motori Attualità
Chiudi P Zero Experience, il track day fa tappa Toscana (ANSA) P Zero Experience, il track day fa tappa Toscana

  Due giornate in pista per gli appassionati delle hypercar sul tracciato dell'autodromo internazionale del Mugello per la tappa italiana del P Zero Experience. Un fine settimana dedicato non solo ai proprietari di vetture ultraperformanti, ma anche per coloro che volessero semplicemente provare l'ebrezza di mettersi alla guida di una Dallara Stradale, la barchetta da 400 Cv e 855 kg di peso, di una Lamborghini Huracán, con il suo 10 cilindri da 610 Cv, o una delle altre supercar messe a disposizione dall'organizzazione.
    Il percorso del Mugello otre ad essere spettacolare richiede molta tecnica per affrontare al meglio tutte le 15 curve. Per questo, i piloti saranno supportati da coach professionisti che gli aiuteranno a migliorare le tecniche individuali di guida e da tecnici Pirelli che offriranno i loro consigli per ottenere il massimo dagli pneumatici Ultra High Performance (UHP).
    Prossimamente, sul tracciato del circuito di Scarperia si sfideranno anche gli eredi di Valentino Rossi, i piloti dell'ACI racing weekend e del Ferrari Challenge Europe. Per le altre tappe del del P Zero Experience, per la seconda metà del 2022 e l'inizio del 2023, sono state organizzate sul circuito: dell'Hockenheimring in Germania, Donington Park, nel Regno Unito, il Red Bull Ring in Austria, Yas Marina ad Abu Dhabi.
   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Anestetico locale funziona per emicrania cronica incurabile

Test su pazienti 'difficili' con infusioni

Salute & Benessere Sanità
Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA - L'anestetico locale 'lidocaina' funziona contro l'emicrania cronica resistente ad altre terapie. Lo rivela uno studio condotto da Eric Schwenk, della Thomas Jefferson University, a Philadelphia pubblicato sulla rivista Regional Anesthesia & Pain Medicine. Le infusioni dell'anestetico locale lidocaina possono fornire un certo sollievo dal dolore alle persone affette da che non risponde ad altri trattamenti, riporta uno studio.

Le infusioni endovenose di anestetici locali sono state suggerite come possibile opzione terapeutica per le persone che hanno una scarsa qualità di vita a causa dell'emicrania cronica che non risponde alle cure standard. Ma pochi studi hanno esaminato l'efficacia di questo trattamento al di là del sollievo immediato dal dolore.

In questo studio gli autori hanno analizzato le cartelle cliniche di 609 pazienti ricoverati con emicrania cronica refrattaria e trattati con infusioni di lidocaina. I pazienti inclusi nell'analisi avevano manifestato almeno 8 giorni di cefalea debilitante al mese per almeno 6 mesi e non avevano risposto alle diverse classi di farmaci disponibili per l'emicrania.

I pazienti hanno ricevuto infusioni di lidocaina per diversi giorni insieme ad altri trattamenti farmacologici aggressivi per l'emicrania. La maggior parte dei pazienti (87,8%) ha avuto un rapido sollievo dal dolore. Al momento del ricovero, la valutazione del dolore data dai pazienti era in media di livello 7 e si è ridotta a 1 al momento delle dimissioni. Anche circa un mese dopo la dimissione i pazienti hanno riferito che il numero di giorni di mal di testa era diminuito.

"Le infusioni continue di lidocaina sono state associate a un miglioramento del dolore acuto nella maggior parte dei pazienti - concludono gli autori - e a una diminuzione sia del dolore sia del numero di giorni di cefalea per un mese. La maggior parte dei pazienti ha risposto in modo acuto, il 43% dei quali ha mantenuto il miglioramento a un mese ed è risultato rispondere in modo duraturo". "La lidocaina può essere dunque una valida opzione terapeutica per i pazienti con emicrania cronica refrattaria a altri trattamenti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Alpine, Sovany Ang nominata Direttrice Performance Prodotto

Robert Bonetto mantiene direzione delle attività ingegneristiche

Motori I protagonisti
Chiudi Sovany Ang (ANSA) Sovany Ang

A partire dal primo di giugno 2022, Sovany Ang è nominata Direttrice Performance Prodotto di Alpine.
Sovany Ang, entra a far parte del Comitato di Direzione riportando direttamente a Laurent Rossi. Laureatasi presso l'ESSEC Business School e dopo aver trascorso una prima parte della carriera nel marketing nel Regno Unito e in Francia, Sovany Ang ha sviluppato ha lavorato nello sviluppo e strategia prodotto nell'ambito dell'Alleanza, come responsabile prodotto per Renault Samsung in Corea, strategia upstream per Renault, strategia prodotto veicoli elettrici per Nissan in Giappone, Direttore Prodotto per Renault Eurasia e, ultimamente, Product Performance Leader di progetti per Renault International.
    L'obiettivo di questo cambiamento è rafforzare i team Performance Prodotto e Ingegneria, in linea con l'organizzazione degli altri marchi del Gruppo. Robert Bonetto manterrà la direzione di tutte le attività ingegneristiche, oltre alla responsabilità di Direttore Generale di Alpine Cars.
    "Sono lieto di dare a Sovany il benvenuto - ha commentato Laurent Rossi, CEO di Alpine - tra i membri della nostra direzione. La sua grande esperienza in termini di prodotto, in Francia, ma anche a livello internazionale, sarà preziosa per il nostro team. Svolgerà un ruolo fondamentale per la realizzazione degli obiettivi ambiziosi fissati per la nostra marca per creare il nostro 'dream garage', missione portata avanti con successo finora da Robert Bonetto e i suoi team". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nuovo pomodoro 'biofortificato' contro carenza di vitamina D

Utile per le ossa e il sistema immunitario

Scienza & Tecnica Biotech
Chiudi Ottenuto un nuovo pomodoro biotech contro la carenza di vitamina D (fonte: Pixabay) (ANSA) Ottenuto un nuovo pomodoro biotech contro la carenza di vitamina D (fonte: Pixabay)

Contro la malnutrizione e la carenza di vitamina D è stato prodotto in laboratorio un nuovo pomodoro 'biofortificato', cioè geneticamente modificato in modo da accumulare nelle foglie e nei frutti la provitamina D3, il precursore assumibile della vitamina D essenziale per la salute delle ossa e del sistema immunitario contro infezioni, tumori, Parkinson e demenze. Il risultato è pubblicato su Nature Plants da un gruppo internazionale coordinato dall’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Consiglio nazionale delle ricerche di Lecce (Cnr-Ispa), in collaborazione con il John Innes Centre di Norwich, in Gran Bretagna. Per l'Italia partecipa anche il Centro di ricerca genomica e bioinformatica del Crea.

“Questa nuova linea di pomodoro - spiega Aurelia Scarano del Cnr-Ispa - è stata ottenuta grazie alle emergenti tecnologie di editing del genoma, in particolare il sistema Crispr/Cas9, che ci ha consentito di introdurre in maniera estremamente specifica una piccola modifica nel gene del pomodoro che codifica per l’enzima 7-deidrocolesterolo reduttasi, coinvolto nella conversione della provitamina D3 a colesterolo". Bloccando questo processo, si ottiene un importante accumulo di pro-vitamina D3 nei frutti e nelle foglie, senza alterare crescita e produttività della pianta. "Dai calcoli effettuati - precisa Scarano - risulta che il consumo di un paio di pomodori freschi al giorno di questa nuova linea potrebbe soddisfare in buona parte la dose giornaliera raccomandata di vitamina D”.

I ricercatori hanno inoltre dimostrato che il trattamento con luce ultravioletta dei pomodori biofortificati è in grado di convertire la pro-vitamina D3 in vitamina D, aprendo nuove prospettive per la produzione di pomodori in grado di fornire direttamente la vitamina attiva. Oltre ai frutti, infatti, si potrebbe usare l'estratto delle foglie trattate con raggi Uv per produrre integratori vegani di vitamina D.

Se questa strategia di biofortificazione dovesse rivelarsi vincente sul mercato, potrebbe essere applicata anche ad altre piante della famiglia delle solanacee, per esempio le patate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volkswagen, per Ecobonus 2022 schiera gamma completa

Numerosi i modelli della casa che beneficiano di incentivi

Motori Guida agli Acquisti
Chiudi Volkswagen, per Ecobonus 2022 schiera gamma completa (ANSA) Volkswagen, per Ecobonus 2022 schiera gamma completa

Con gli Ecobonus 2022 Volkswagen si presenta in scena con una gamma completa di modelli che rientrano negli incentivi statali. Da Up! a Polo, passando per T-Cross, Taigo, T-Roc, Golf berlina e Variant, Touran, Tiguan eHYBRID ibrida plug-in, oltre alle 100% elettriche e-up! e ID.3, sono infatti numerosi i modelli della casa tedesca che possono beneficiare dell'Ecobonus 2022, gli incentivi statali in vigore dal 16 maggio che prevedono sconti tra i 2.000 e i 5.000 Euro per l'acquisto di auto nuove a basse emissioni.
    Per accelerare la transizione verso la mobilità elettrica, inoltre, sui SUV della gamma ID. gli incentivi li offre la Volkswagen, grazie a un contributo di almeno 3.000 Euro senza bisogno di rottamazione per l'acquisto di ID.4, ID.4 GTX, ID.5 e ID.5 GTX tramite la formula finanziaria Progetto Valore Volkswagen. Gli incentivi distinguono tre fasce basate sulle emissioni di CO2 omologate nel ciclo WLTP e sul prezzo di listino, a cui corrispondono contributi economici d'importo diverso.
    Per la fascia 0-20 g/km di CO2 riservata a modelli con prezzo inferiore a 35.000 Euro, l'Ecobonus è pari a 3.000 Euro, che arrivano a 5.000 Euro in caso di rottamazione di un'auto con omologazione antinquinamento inferiore a Euro 5. Rientra in questa fascia la Volkswagen 100% elettrica e-up!, mentre per le ID.3 Pure Performance e Pro Performance è necessario che la configurazione specifica con equipaggiamenti opzionali scelta dal cliente rientri nei limiti del prezzo di listino previsti dalla normativa.
    La fascia 21-60 g/km di CO2, invece, è dedicata alle auto nuove con prezzo inferiore a 45.000 Euro e in questo caso l'Ecobonus è pari a 2.000 Euro senza rottamazione e 4.000 Euro con rottamazione. Rientrano in questa fascia le ibride plug-in Golf eHYBRID e GTE, oltre alla Nuova Tiguan eHYBRID in tutti gli allestimenti.
    Per la fascia 61-135 g/km di CO2, che interessa i modelli con prezzo inferiore a 35.000 Euro, l'Ecobonus è pari a 2.000 Euro ed è unicamente disponibile in caso di rottamazione. In questo caso, l'offerta Volkswagen include motori a benzina EVO e TSI, benzina ibridi a 48 V eTSI, Diesel TDI e a gas metano TGI.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Satelliti spia aiutano a ricostruire i paesaggi del passato

Utili anche a identificare i rischi per le infrastrutture

Scienza & Tecnica Terra & Poli
Chiudi Dettaglio delle sponde del lago di Mosul (fonte: A. Zerboni, Unimi) (ANSA) Dettaglio delle sponde del lago di Mosul (fonte: A. Zerboni, Unimi)

Le immagini raccolte dai satelliti spia americani a partire dagli anni Sessanta, e ora declassificate dal governo, possono essere usate per ricostruire i paesaggi del passato in aree dove l'attività dell’uomo ha stravolto il naturale assetto geomorfologico. Lo dimostra lo studio condotto sul fiume Tigri da Luca Forti e Andrea Zerboni del dipartimento di Scienze della Terra 'A. Desio' dell'Università Statale di Milano, in collaborazione con le Università di Cagliari e Newcastle. I risultati sono pubblicati sulla rivista Earth Surface Processes and Landforms.

I ricercatori hanno preso spunto dalle ricerche che stanno conducendo nel Kurdistan iracheno analizzando come esempio il lago artificiale che si trova in prossimità della città di Mosul. Il lago si è formato a seguito dello sbarramento del fiume Tigri ottenuto con la costruzione (tra il 1984 e il 1986) di una diga che, anche recentemente, è stata protagonista di alcune vicende legate ai combattimenti nella regione. “Le immagini declassificate riprese dal satellite spia Corona nel 1967 e nel 1968 sono servite per studiare l’assetto del fiume Tigri e la sua dinamica stagionale nella porzione ora inaccessibile perché sommerso dall’invaso artificiale”, spiega Forti. Lo studio ha permesso di ricostruire le variazioni di portata del sistema fluviale tra la stagione delle piogge e quella arida, nonché di dimostrare come l’attuale forma del lago di Mosul ricalchi l’andamento fortemente sinuoso del fiume Tigri, a sua volta controllato dalla dinamica struttura geologica della regione.

“Questo metodo - osserva Zerboni - apre nuove strade alla ricerca geomorfologica, perché abbiamo dimostrato che le immagini nate a scopo di spionaggio come quelle del satellite Corona permettono di ricostruire i processi geomorfologici naturali in regioni che hanno subito forti trasformazioni dovute all’espansione delle aree urbane ed antropizzate. Questo approccio ci offre, ad esempio, un nuovo strumento per identificare potenziale rischio geomorfologico per le infrastrutture umane, legate ad eventi parossistici (come le piene fluviali) che possono occasionalmente ripetersi nel tempo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nas sanzionano 110 centri medicina estetica, stop a 11 abusivi

Controllate 793 strutture, oscurati 8 siti web

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Nas sanzionano 110 centri medicina estetica, stop a 11 abusivi (ANSA) Nas sanzionano 110 centri medicina estetica, stop a 11 abusivi

(ANSA) - ROMA - Una ampia campagna di controllo, su tutto il territorio nazionale, è stata condotta dai carabinieri Nas per la verifica della corretta erogazione delle prestazioni di medicina estetica. I Nas hanno controllato 793 strutture, tra centri estetici e studi medici estetici: sanzionate 110 strutture irregolari e sono stati sequestrati/sospesi 8 centri estetici e 3 studi medici poiché abusivi e/o privi dei requisiti minimi per il funzionamento. Oscurati anche 8 siti web. Sono stati accertati 41 illeciti penali, riconducibili all'esercizio abusivo della professione sanitaria e all'attivazione abusiva di ambulatori di medicina estetica.

I recenti episodi di cronaca di interventi di chirurgia estetica effettuati da personale non qualificato che, per soli fini di lucro, eseguono pratiche riservate esclusivamente ai medici, sottovalutando le gravi conseguenze che possono derivare da prestazioni eseguite in assenza di adeguata preparazione professionale, con apparecchiatura non idonea e in locali carenti dei minimi requisiti sanitari e strutturali, si spiega in una nota, "hanno portato i Carabinieri dei NAS, d’intesa con il Ministero della Salute, a condurre una campagna di controllo, su tutto il territorio nazionale". I controlli sono stati indirizzati a verificare l’idoneità tecnica dell’attrezzatura impiegata, la sussistenza dei requisiti igienico-strutturali e organizzativi, il possesso delle previste autorizzazioni, la presenza di qualifiche professionali, con particolare riguardo all’applicazione di filler, impianti cutanei ed altre procedure tra cui anche i trattamenti mediante il fattore di crescita PRP (plasma ricco di piastrine).

   Ispezionate complessivamente 793 strutture, tra centri estetici e studi medici estetici, rilevando 110 obiettivi non conformi che hanno comportato il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 33 titolari ed operatori, nonché la contestazione di sanzioni amministrative per 187.000 euro. Sequestrati inoltre 2 apparecchi elettromedicali e, presso studi di medicina estetica, 5 dispositivi per la centrifugazione del siero ematico poiché non autorizzati e/o utilizzati da personale privo di adeguata formazione, nonché 79 confezioni di medicinali e oltre 500 dispositivi medici (garze, siringhe, aghi sterili per tatuaggi ecc.) scaduti di validità e/o illecitamente detenuti. Sono stati accertati 41 illeciti penali. L’attività di monitoraggio on-line ha determinato l’oscuramento di 8 siti web, tutti risultati ospitati su server esteri e con gestori anonimi facilmente raggiungibili dall’Italia. Promuovevano medicinali a base di “tossina botulinica” soggetti a prescrizione medica obbligatoria; dispositivi medici iniettabili per via sottocutanea (cd. filler) a base di “acido ialuronico”, risultati peraltro “sospesi” dal Ministero della Salute; prodotti cosmetici con etichettatura irregolare.  

 (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mipaaf, al via bonus eCommerce per imprese agricole e agroalimentari

Per realizzare o ampliare infrastrutture informatiche

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi  (ANSA)

Le aziende agricole e agroalimentari potranno usufruire del 40% del credito di imposta per le spese sostenute nel 2021 e nel 2022 per la realizzazione o l'ampliamento di infrastrutture informatiche finalizzate al potenziamento del commercio elettronico. È stato infatti pubblicato sul sito delle Agenzie delle entrate il provvedimento che definisce i criteri e le modalità di applicazione e di fruizione del credito di imposta per gli anni 2021 e 2022 a favore delle reti di imprese agricole e agroalimentari per migliorare le potenzialità di vendita a distanza.

Il provvedimento, che è stato condiviso con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, per gli aspetti relativi alla normativa sugli aiuti di Stato, concede il credito di imposta nella misura del 40% dell'importo degli investimenti sostenuti, e comunque non superiore a 50.000 euro, in ciascuno dei periodi d'imposta di spettanza del beneficio.

Obiettivo del provvedimento, al quale il Mipaaf ha collaborato attivamente, in particolare per le questioni strettamente legate alle imprese agricole e per gli aspetti relativi alla normativa sugli aiuti di Stato, è quello di sviluppare e potenziare le attività commerciali in ambito agricolo e agroalimentare e favorire nuove opportunità in particolare per quanto riguarda il commercio extranazionale e implementale la logistica.

Tra le varie voci, sarà possibile detrarre anche le spese relative alla creazione di depositi fiscali virtuali nei Paesi esteri gestiti dagli organismi associativi, le spese relative alla stipula di accordi con gli spedizionieri doganali, anche ai fini dell'assolvimento degli oneri fiscali, e per le attività e i progetti legati all'incremento delle esportazioni, infine per la dotazione di nuove tecnologie, software, e per la progettazione, l'implementazione e lo sviluppo di database e sistemi di sicurezza.

Per gli investimenti realizzati nel 2021 la comunicazione va inviata dal 20 settembre 2022 al 20 ottobre 2022, mentre per l'anno in corso è previsto che la comunicazione delle spese ammissibili va inviata dal 15 febbraio al 15 marzo dell'anno successivo a quello di realizzazione degli investimenti. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

La prima Bentley 100% elettrica avrà 1400 cavalli

Percorrerà da 0 a 100 km/h in 1",5

Motori Prove e Novità
Chiudi La prima Bentley 100% elettrica avr? 1400 cavalli (ANSA) La prima Bentley 100% elettrica avr? 1400 cavalli

La prima Bentley 100% elettrica (BEV) sarà costruita nel Regno Unito e vedrà la luce tra circa tre anni. Sarà una supercar da 1.400 Cv con un'accelerazione così forte: 1",5 da 0 a 100 km/h da far venire la nausea.
    È quanto ha dichiarato il CEO di Bentley, Adrian Hallmark, nel corso di un'intervista ad Automobile News Europe. "Se ora siamo a 650 Cv con la GT Speed - ha aggiunto il manager - con l'elettrico saremo al doppio".
    Il piano di investimenti comunicato dall'azienda verso la neutralità dal carbonio prevede un investimento di 2,5 miliardi di sterline nei prossimi dieci anni e il passaggio ad una gamma di soli veicoli elettrici.
    Per adesso, a Crewe, il cammino verso il 2030 vede l'arrivo sul mercato della Bentayga EWB (Extended Wheelbase), ovvero a passo più lungo. Un modello completamente nuovo rispetto alla Bentayga "standard". La Bentayga EWB, come altre Bentley in passato, prevede la possibilità di ordinare, per i primi 12 mesi dal lancio, l'esclusivo allestimento "First Edition".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vaiolo scimmie: Oms, possibile fermare trasmissione virus

Primo caso in Toscana, nel Lazio 15 in isolamento

Salute & Benessere Sanità
Chiudi Vaiolo delle scimmie (ANSA) Vaiolo delle scimmie

E' possibile contenere la trasmissione dei casi di vaiolo delle scimmie nei Paesi in cui la malattie non è endemica: lo ha detto Maria Van Kerkhove, a capo della ricerca sulle malattie emergenti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).
"L'identificazione precoce e l'isolamento dei casi" di vaiolo delle scimmie "fanno parte delle misure raccomandate dall'OMS e dall'ECDC", ha sottolineato Van Kerkhove aggiungendo che al momento non vi sono casi gravi.

Non è ancora chiaro se il virus responsabile del vaiolo delle scimmie abbia subito una mutazione: la risposta potrà arrivare solo dall'analisi della sua sequenza genetica. Lo ha detto Rosamund Lewis, a capo della ricerca sul vaiolo delle scimmie nell'ambito del programma per le emergenze dell'Oms.

"Sono stati identificati diversi casi di vaiolo delle scimmie tra uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, ma non è una malattia omosessuale, come hanno cercato di etichettare alcune persone sui social network". Lo ha sottolineato Andy Seale, consulente strategico per i programmi globali dell'OMS su HIV, epatite e infezioni sessualmente trasmissibili.

Primo caso di vaiolo delle scimmie in Toscana, il quarto in Italia: all'ospedale San Donato di Arezzo ricoverato un uomo di 32 anni rientrato da una vacanza alle isole Canarie. E' quanto si legge in una nota diffusa dalla Asl Toscana Sud Est in cui si legge che "Azienda e Istituto nazionale Spallanzani di Roma informano che un uomo di 32 anni di Arezzo rientrato nei giorni scorsi da una vacanza alle isole Canarie è risultato positivo al vaiolo delle scimmie, ed è ricoverato presso il reparto di Malattie Infettive dell'ospedale San Donato. Si tratta di una persona rientrata in Italia il 15 maggio che ha presentato rapidamente i sintomi della malattia".

Intanto "nel Lazio ci sono 15 persone in isolamento mentre i casi restano tre e si tratta di tre persone ricoverate allo Spallanzani in buone condizioni cliniche". Lo dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. I 15 in isolamento sono contatti dei tre contagiati ai quali si è risaliti con il contact tracing. 

L'Asl spiega che il 32enne, "nei giorni tra il 15 ed il 20 maggio non ha avuto contatti con i propri familiari, in quanto l'uomo vive da solo. Il giorno 20 maggio si è fatto visitare dal proprio medico di base che lo ha indirizzato agli ambulatori di malattie infettive": è stato "immediatamente preso in carico dai medici del reparto in quanto presentava delle lesioni cutanee suggestive per l'infezione". E' stato così contattato l'Istituto Spallanzani "sia per un parere sulle lesioni, confermando il sospetto clinico posto ad Arezzo in quanto risultavano simili a quelle dei 3 pazienti da loro ricoverati, sia per l'invio dei campioni per la conferma di laboratorio". I tamponi sono stati inviati il 21 maggio al laboratorio di virologia dello Spallanzani e "il giorno successivo - prosegue la Asl - è stata comunicata la positività di tutti i campioni esaminati".

Contemporaneamente il servizio di prevenzione della Asl "ha provveduto ad individuare tutti i contatti della persona che sono stati raggiunti e per i quali è prevista una sorveglianza sull'insorgenza dei sintomi per i prossimi 21 giorni. I sintomi e segni da attenzionare sono le lesioni cutanee (vescicole e pustule), febbre, malessere e ingrossamento dei linfonodi".

La maggior parte dei casi attuali di vaiolo delle scimmie in Europa "si è presentata con sintomi di malattia lievi e, per la popolazione più ampia, la probabilità di diffusione è molto bassa". Così Andrea Ammon, direttrice del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), che ha pubblicato una prima valutazione del rischio della malattia. "Tuttavia, la probabilità di un'ulteriore diffusione del virus attraverso uno stretto contatto, ad esempio durante le attività sessuali tra persone con più partner, è considerata alta", si legge nella valutazione dell'Ecdc.



   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Georgieva, è allarme per shock prezzi alimentari

Continuano a "salire, salire, salire"

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi . (ANSA) .

Lo "shock dei prezzi alimentari" è particolarmente al centro delle preoccupazioni per le prospettive di crescita mondiale. Lo ha detto la direttrice generale del Fmi, Kristalina Georgieva, ricordando che se i prezzi energetici hanno visto una correzione, quelli alimentari "continuano a salire, salire, salire".

Intervenuta a un panel del Forum economico mondiale sulle prospettive economiche globali, Georgieva ha insistito sul fatto che il Fmi non si aspetta - ma nemmeno esclude - la possibilità di una recessione globale: "non in questo momento, ma non significa che sia da escludere. Ricordo che abbiamo abbassato le prospettive di crescita ad aprile per 143 Paesi, l'87% del Pil".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

MIMO Milano Monza Motor Show, i dettagli dell'edizione 2022

Dal 16 al 19 giugno con eventi in piazza Duomo e all'Autodromo

Motori Attualità
Chiudi MIMO Milano Monza Motor Show, i dettagli dell'edizione 2022 (ANSA) MIMO Milano Monza Motor Show, i dettagli dell'edizione 2022

 A pochi giorni dalla inaugurazione, che avverrà alle 9.30 del 16 giugno, gli organizzatori del Milano Monza Motor Show (MIMO) hanno comunicato il programma dell'evento motoristico all'aperto che coinvolgerà - appunto dal 16 al 19 giugno - più di 40 brand automobilistici e motociclistici in piazza Duomo e nelle vie del centro di Milano, oltre che all'Autodromo di Monza e nel centro storico della città brianzola.
    Alla seconda edizione di MIMO - anticipano gli organizzatori - sono attesi oltre 500mila visitatori, grazie anche alla convenzione con Frecciarossa che permetterà a chi scarica il MIMO Pass (sul sito www.milanomonza.com) di viaggiare nella settimana dell'evento su tutte Le Frecce dirette a Milano con uno sconto fino al 50%.
    Il 16 giugno si partirà con il taglio del nastro davanti al MIMO Center l'headquarter della manifestazione allestito in piazzetta Reale, adiacente a piazza del Duomo, accanto allo stand RAI. Evento clou della prima giornata di MIMO sarà alle ore 19 la Premiere Parade, l'unveil dinamica delle novità e delle anteprime presentate e guidate da presidenti e Ceo dei brand espositori. In questa seconda edizione la Premiere Parade sarà aperta da Horacio Pagani a bordo della sua ultima hypercar che guiderà il convoglio attorno al Duomo.
    Il pubblico potrà vedere gratuitamente le auto e le moto esposte nel centro di Milano da giovedì 16 a domenica 19 giugno 2022, con orario prolungato dalle ore 9 alle ore 23. Piazza Duomo, corso Vittorio, via Mercanti, via Dante e piazza della Scala saranno il cuore dell'esposizione statica, una passeggiata in cui ogni pedana avrà un codice QR che inquadrato con lo smartphone, rimanderà direttamente a una pagina sul sito di MIMO, sulla quale il pubblico potrà trovare tutte le informazioni tecniche e le eventuali promozioni.
    Nell'Area Test Drive organizzata in collaborazione con Enel X Way in viale Gadio - adiacente al Castello Sforzesco e aperta al pubblico dal 16 al 19 giugno dalle ore 9 alle ore 19 - i visitatori potranno trovare i modelli proposti dai costruttori che coprono tutte le tecnologie (100% elettriche, ibride e termiche a basso impatto ambientale) messe a disposizione per prova su strada. Anche questi modelli avranno un QR code con tutte le informazioni relative, utile anche per prenotare una prova durante il MIMO.
    Venerdì 17 giugno si svolgerà il convegno 'Ricerca e innovazione, il futuro della mobilità' organizzato in collaborazione con Regione Lombardia, che si terrà presso l'Auditorium Testori di piazza Città di Lombardia a Milano.
    Oltre a un approfondimento sulle soglie di CO2 in discussione presso la Commissione Ambiente della UE, durante la giornata i media e gli addetti ai lavori potranno seguire tre panel di lavoro: 'L'importanza di una lobby italiana per il futuro del settore automobilistico', 'Mobilità integrata tra città e paesi, un'Italia a due velocità', 'Di che forma sarà l'automobile tra 20 anni?'. Eventi dinamici a Monza e all'Autodromo Nazionale Monza - tutti con ingresso gratuito - si svolgeranno sabato 18 e domenica 19 giugno. Nello specifico sabato si potrà assistere al passaggio della 40ma edizione della 1000 Miglia. Impegnati nella quarta e ultima tappa della gara gli equipaggi cominceranno a entrare in Autodromo alle ore 11, preceduti dalla sfilata del Tributo Ferrari, per effettuare l'ultima prova cronometrata fino al primo pomeriggio.
    Alle ore 15 di sabato si svolgerà anche la Journalist Parade MIMO 1000 Miglia, la parata dei giornalisti automotive più accreditati che, alla guida delle ultime novità delle Case auto partecipanti a MIMO, avranno l'occasione di fare un giro di pista e sulle sopraelevate del Tempio della Velocità nello stesso momento in cui gli equipaggi della 1000 Miglia staranno affrontando la loro prova cronometrata.
    Alle ore 18 saranno le supercar e hypercar del Trofeo MIMO 1000 Miglia provenienti da Torino, Milano e Varano de' Melegari a scendere in pista: dopo aver sfilato a Villa Reale, gli equipaggi disputeranno in autodromo la stessa prova cronometrata affrontata poco prima dalla 1000 Miglia. Domenica 19 giugno sarà la giornata aperta ai proprietari di supercar e hypercar: gli appassionati potranno iscriversi ai trackday all'Autodormo Nazionale Monza dalle 9 alle 18 per sfrecciare in pista con la propria auto in slot riservati di 25 minuti. Special Guest della giornata dedicata ai trackday sarà Pagani che effettuerà hotlap in pista con le sue hypercar. Chiuderà questa giornata la parata in pista di Cars&Coffee, il raduno di collezionisti di hypercar e supercar da sogno Sabato 18 e domenica 19 giugno, la città di Monza ospiterà in piazza Trento e Trieste il MIMO Village - Iliad Urban Tour che, in collaborazione con Discovery Italy, si occuperà dell'intrattenimento nel centro di Monza con un palinsesto che riguarderà sport, food, tv, concerti e musica. I box dell'Autodromo invece saranno allestiti durante il weekend con anteprime e modelli in esposizione dai brand partecipanti a MIMO e saranno aperti dalle ore 9 alle ore 19.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ford richiamo Usa Expedition e Navigator per rischio fuoco

39.013 veicoli prodotti fra primo dicembre 2020 e 3 aprile 2021

Motori Sicurezza
Chiudi Ford richiamo Usa Expedition e Navigator per rischio fuoco (ANSA) Ford richiamo Usa Expedition e Navigator per rischio fuoco

 Su indicazione di una segnalazione della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) l'agenzia governativa che si occupa della sicurezza dei veicoli, Ford ha avviato il richiamo negli Stati Uniti di 39.013 unità delle gamme Ford Expedition e Lincoln Navigator costruite tra il primo dicembre 2020 e il 30 aprile 2021.
    Il problema è già stato riscontrato in 16 casi - 12 con il veicolo fermo, 1 con il suv parcheggiato ma con il motore acceso e 3 con il veicolo in movimento - e riguarda incendi che si sono verificati nel vano motore, sul lato destro.
    Ford, che ha iniziato a indagare sulla questione il 24 marzo 2022, non ha ancora stabilito una causa e ha intanto raccomandato ai clienti interessati - anche tramite le App FordPass e Lincoln Way - di non parcheggiare al chiuso gli Expedition e i Navigator, lasciando anche spazio da strutture a cui si possa propagare il fuoco.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Kourtney e Travis, nozze a Portofino firmate Dolce e Gabbana

Stilisti vestono il clan Kardashian, voci di accordi milionari

Lifestyle People
Chiudi  (ANSA)

Stile barocco-gotico e glamour alla Dolce Vita per il clan Kardashian in trasferta nuziale.
    Dopo il matrimonio "di prova" a Las Vegas nella notte post-Grammy (ad officiare un finto di Elvis Presley) e le nozze legali la scorsa settimana a Santa Barbara, Kourtney Kardashian e il batterista dei Blink-182, Travis Barker, si sono di nuovo sposati, complici stavolta Domenico Dolce e Stefano Gabbana che hanno vestito l'intero clan durante lo scorso weekend nella suggestiva cornice mediterranea di Portofino. I due stilisti, che hanno ospitato il clan nella villa L'Olivetta e sugli yacht La Regina d'Italia e Fatima, hanno vestito sposi e invitati in quello che il "Daily Mail", prontamente smentito dai due interessati, ha definito un accordo da milioni di dollari in pubblicita' gratis. "Dolce e Gabbana sono stati felici di ospitare l'evento", ha detto un portavoce, ma "Business Insider" ha rincarato la dose, definendo le nozze "il primo matrimonio in co-branding per il polo del lusso". Andrea Bocelli e il figlio Matteo sono stati invitati a cantare al matrimonio, e i brani scelti, secondo fonti esclusive del settimanale "People", sono stati "I Found My Love in Portofino," "Can't Help Falling in Love" e il loro single del 2018 "Fall on Me". L'entourage nuziale era arrivato venerdi' nella cittadina ligure, teatro negli stessi giorni di una incursione dell'influencer Chiara Ferragni col marito Fedez. Una cinquantina gli invitati, tra cui Megan Fox e Machine Gun Kelly: mancava solo Pete Davidson, il nuovo boyfriend di Kim, rimasto a New York per registrare l'addio a Saturday Night Live.
    Al momento del 'si' Kourtney e Travis sono arrivati vestiti Dolce e Gabbana da capo a piedi: lei in un miniabito lingerie di pizzo e satin ispirato alla lingerie anni '60, scarpe di pizzo e il velo. L'enorme strascico, ricamato con motivi di fiori mediterranei, aveva al centro una Madonna clonata dai tatuaggi di Travis, accompagnato dal messaggio "famiglia, lealta', rispetto'. Dopo le nozze, il ricevimento, durante il quale Travis ha strappato a morsi la giarrettiera della moglie, secondo un video fatto circolare dalla figlia Alabama. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

A Brooklyn per pochi giorni le sneaker di Virgil Abloh

Uno degli ultimi progetti, 47 AF1 "uniche" fatte in Veneto

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

Un magazzino di Greenpoint a Brooklyn verniciato di arancione per assomigliare a una scatola della Nike. A fianco della porta, la statua colossale di un ragazzo che fa la verticale sulle mani. Dentro, in mostra per pochi giorni fino alla fine del mese, il canto del cigno di Virgil Abloh, lo stilista di Louis Vuitton morto di cancro lo scorso novembre a soli 41 anni: un omaggio a un genio del design e della moda e alla sua campagna per eliminare la barriera tra fashion e streetwear, stavolta attraverso 47 paia di Air Force One, l'iconica sneaker della Nike quest'anno al giro di boa dei 40 anni.
    Quello dell'AF1 e' uno degli ultimi progetti a cui Abloh ha lavorato prima di morire: un connubio di estetica, tecniche di produzione e ideologia. Il design e' Nike vintage, ma l'iconografia e' LV e le scarpe sono made in Italy, prodotte nell'atelier Louis Vuitton a Fiesso d'Artico tra Padova e Venezia usando i materiali sviluppati da Virgil per la sfilata primavera-estate 2022 dello scorso giugno. Le sneaker sono ovunque dentro il capannone: in vetrine, ma per lo piu' appese al muro in varie configurazioni e con i lacci slacciati. In tinta unita, a scacchi, un paio ricoperto di pellicia fluorescente, un altro con la bandiera del Ghana, dove erano nati i genitori Abloh, un altro ancora decorato con i graffiti del writer Ghusto Leon.
    La mostra precede di qualche giorno il lancio commerciale, ma già in febbraio 200 esemplari della collezione erano stati battuti da Sotheby's per finanziare il Post-Modern Scholarship Fund, il fondo creato da Virgil a sostegno di giovani talenti afro-americani, raccogliendo 25,3 milioni di dollari. Delle 47 paia esposte a Greenpoint nove saranno offerte all'asta alla fine della mostra e l'attesa e' cosi' rovente che le vendite sono state limitate in esclusiva ai clienti Vip sul canale di e-commerce del brand.
    Il prezzo al dettaglio del resto dei modelli e' intorno ai 2000 euro (2500 per i modelli high top): il doppio di una tipica sneaker LV e 20 volte di piu' di una standard AF1. Tanto per i comuni mortali, ma non per gli appassionati delle Nike d'autore, uno dei quali ha pagato oltre mezzo milione di dollari nel 2020 per un esemplare pre-produzione della prima Michael Jordan, mentre un prototipo della Air Yeezy indossato da Kanye West sul palcoscenico dei Grammy 2008 e' stato battuto per 1,8 milioni di dollari. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Lavinia Biagiotti verso la Ryder Cup, "una linea per il golf"

"Presto il via al restauro della Fontana della Dea a Roma"

Lifestyle Moda
Chiudi  (ANSA)

 "Il nesso tra sport e Gruppo Biagiotti significa un grandissimo investimento da parte della mia azienda sul Marco Simone Golf & Country Club, che ospiterà la Ryder Cup nel 2023, terzo evento sportivo più importante del pianeta con due miliardi di telespettatori. Un progetto su cui ho lavorato tre anni, ristrutturando i campi da golf attorno alla mia residenza, dove ho scelto di vivere e lavorare, il Castello Marco Simone, a 17 chilometri da Roma: 150 ettari con 27 buche, da alcune delle quali si vede anche la cupola di San Pietro. E collaborando con la Federazione Italiana Golf per ospitare la Ryder Cup 2023. A settembre si terranno qui da noi anche gli Open d'Italia".
    Parola di Lavinia Biagiotti, presidente del Gruppo omonimo e del Marco Simone Club, che anticipa all'ANSA di avere in preparazione anche una linea di abbigliamento per il golf. "Non ne voglio parlare troppo per scaramanzia, ma è la nuova linea è in cottura da un po'". Inoltre, sempre parlando di golf, la stilista ricorda che il suo club ospita oggi la XVII edizione di una competizione benefica organizzata dalla Fondazione Vialli e Mauro per raccogliere fondi a favore della Ricerca sulla SLA.
    Professionisti del DP World Tour, imprenditori e celebrities si sfidano nel campo di golf per tutta la giornata nel campo di proprietà della Famiglia Biagiotti. Ma oltre al golf c'è la moda da portare avanti. Parlando degli effetti della guerra sulla sua azienda, Lavinia Biagiotti pensa al futuro "incerto e preoccupante" cercando possibilità alternative.
    "La situazione a causa della guerra - sottolinea - è in costante evoluzione. Difficile fare previsioni. La mia soluzione è la sostenibilità.
    Ma non solo. "Valorizzare il territorio vuol dire anche - precisa la stilista - pensare a opere di mecenatismo, come i restauri di opere monumentali storiche. Infatti tra poco sarà dato il via ai lavori sulla Fontana Dea Roma, in piazza del Campidoglio, sostenuti dal Gruppo Biagiotti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Depp vs. Heard: anche Kate Moss i tra testimoni di Johnny

Top model deporrà mercoledì, oggi tiene banco il dito mozzato dell'attore

Lifestyle People
Chiudi 2022 Met Gala at the Metropolitan Museum of Art - Kate Moss (ANSA) 2022 Met Gala at the Metropolitan Museum of Art - Kate Moss

Con l'annuncio di una testimonianza eccellente, la top model Kate Moss, il processo di Johnny Depp contro l'ex moglie Amber Heard si avvia alla volata finale. Il dito mozzato di Johnny durante una epica litigata in Australia ha tenuto banco oggi nell'aula della corte di Fairfax in Virginia dove a partire da venerdì la parola passerà alla giuria.
    "Non poteva esserselo tagliato con la bottiglia di vodka che gli avrebbe scagliato addosso Amber", ha deposto un ortopedico, Richard Moore, che fa parte dei periti di parte chiamati dalla Heard. Moore ha mostrato foto alla Grand Guignol del dito ferito dell'attore, facendo notare che nessuna scheggia di vetro e' stata trovata nella carne all'atto della medicazione. "In tutti i miei anni di pratica, non ho mai visto ferite simili causate nel modo descritto da Depp", ha detto il medico. Amber sostiene che Johnny, travolto dalla rabbia, si sia provocato da solo la lesione sbattendo un cellulare contro il muro.
    La notizia del giorno è stata la deposizione annunciata di Kate Moss, resa possibile perche' e' stata proprio Amber a tirarla in causa. Durante la sua deposizione la scorsa settimana, per giustificarsi di essersi scagliata contro Johnny, l'attrice di "Aquaman" aveva detto di aver pensato a Kate temendo che volesse spingere sua sorella Whitney Henriquez giu' dalle scale.
    Durante il processo al "Sun" nel 2020 a Londra, Amber aveva sostenuto di aver sentito dire da due persone che Depp aveva spinto la top dalle scale quando stavano insieme negli anni Novanta. Gli avvocati dell'attore avevano sostenuto all'epoca che si trattava di una totale invenzione. Stavolta, quando hanno sentito fare il nome della top, si sono dati pacche sulle spalle. Kate, si e' quindi saputo, testimoniera' in videoconferenza e dovrebbe parlare a favore di Depp, che a sua volta potrebbe tornare sul banco dei testimoni.
    L'apparizione della Moss spingera' il processo in area tabloid ancor piu' di quanto successo finora. Nei giorni scorsi i siti e i social hanno perso la testa per Camille Vasquez, l'avvenente avvocatessa di Depp che, secondo gossip non confermati, sarebbe diventata l'ultima conquista dell'ex "Pirata dei Caraibi". I pettegolezzi fanno dimenticare che il nodo della vertenza, scoppiata in piena polemica #MeToo, e' un affare assai serio: Johnny accusa Amber di avergli rovinato per sempre la carriera quando si è fatta avanti in un articolo di opinione sul "Washington Post" nel 2018 come vittima di violenza domestica.
    L'attrice non ha nominato esplicitamente l'ormai ex marito che adesso le da' la colpa per essere stato estromesso dalla franchise della Disney e chiede un risarcimento di 50 milioni di dollari.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Melanie Laurent, cinema è ancora un mondo misogino

Attrice prepara regia The Nightingale con Elle e Dakota Fanning

Lifestyle People
Chiudi Forever Young - Premiere - 75th Cannes Film Festival - Melanie Laurent (ANSA) Forever Young - Premiere - 75th Cannes Film Festival - Melanie Laurent

La sua immagine che balla in smoking bianco bellissima sul red carpet con Quentin Tarantino salendo la Montee des Marches per Bastardi senza gloria è una delle cartoline storiche di Cannes. Era il 2009 e quello è stato uno dei ruoli che hanno consacrato a livello internazionale MELANIE LAURENT, l'attrice parigina scoperta da Gerard Depardieu che la fece debuttare giovanissima in Un pont entre deux rives.
    "Il consiglio che mi ha dato Gérard Depardieu quando avevo 14 anni lo uso ancora: Non aver mai paura del ridicolo", racconta Melanie Laurent a Cannes. Giurata al festival nel 2021, l'attrice amata dal nuovo cinema francese, da qualche anno è anche regista e già cinque sono i lungometraggi che ha diretto, l'ultimo dei quali Le bal des folles (Il ballo delle pazze) è stato presentato a Toronto. Ora, dopo uno stop alle riprese per la pandemia, prepara il suo primo film americano prodotto da uno studios: "The Nightingale" con le sorelle Elle e Dakota Fanning, dal romanzo di Kristin Hannah che racconta le vite di due sorelle che vivono in Francia durante la Seconda guerra mondiale.
    "Ho l'impressione di aver utilizzato diversi modi, produzioni o interpretazioni di canzoni, per fare sostanzialmente la stessa cosa: raccontare storie", ha spiegato. "Sto preparando un film d'azione come regista e non sempre vengo presa sul serio come donna, siamo molto più crudeli con le donne che fanno molte cose diverse", ha detto sostenendo che "la misoginia è ovunque nell'industria cinematografica. Resta da vedere cosa fare oggi per affrontarla".
    I tempi ovviamente sono cambiati con il tempo "abbiamo sofferto cose folli. Durante l'età d'oro di Hollywood, le attrici dovevano dormire con il produttore o il regista per lavorare. Ma oggi è comunque complicato, essere considerate. Sento ancora storie di molestie insensate che accadono sul set. Ma in realtà sono sempre esistite. È solo che prima come attrici non ne parlavamo", ha detto nel talk Women in action.
    E allo stesso tempo, ha spiegato, devi essere dura, alzare un muro per essere alla pari "Ho quasi pianto durante una ripresa americana e mi è stato detto che è stato un grosso errore, 'non dovresti mai essere debole'. Ma perché come donna dovresti nascondere le tue debolezze tutto il tempo?".
    Su Melanie Laurent c'è un po' una etichetta femminista, "non faccio film femministi apposta, è solo che mi piace filmare le donne. E credo che una donna che filma il corpo di una donna non lo farà mai come un uomo".
    Le sue due eroine cinematografiche sono Catherine Deneuve in La favolosa storia di pelle d'asino di Jacques Demy e Beatrix Kiddo in Kill Bill.
    Infine la sorellanza, un termine molto in uso in questo periodo anche nel mondo del cinema che si è come compattato in compagini femminili. "La sorellanza esiste, così come il fatto che le donne a volte sono crudeli l'una con l'altra. Abbiamo entrambe le cose, è nella natura". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Federanziani, ampliare accesso alla profilassi anti-Covid per i pazienti fragili

Riduce rischio malattia sintomatica ma solo 891 trattamenti fatti. Parte tour informativo

Salute & Benessere Sanità
Chiudi ++ Pal� (Aifa), presto a disposizione monoclonali a domicilio ++ (ANSA) ++ Pal� (Aifa), presto a disposizione monoclonali a domicilio ++

"Non ci devono essere differenze territoriali nell'accesso alla profilassi pre-esposizione al Covid indicata per i soggetti particolarmente fragili con la combinazione di anticorpi monoclonali in grado di ridurre dell'83% il rischio di sviluppare la malattia in forma sintomatica, con una protezione che continua per almeno sei mesi dopo una sola dose. Si fa riferimento a persone, in particolare quelle con sistema immunitario compromesso, che potrebbero non sviluppare una risposta adeguata ai vaccini contro il virus". A chiederlo è Senior Italia FederAnziani che, in collaborazione con AstraZeneca, ha presentato oggi al Senato in un convegno nazionale l'iniziativa di sensibilizzazione 'Covid-19, preveniamolo nei più fragili', che prevede un tour in 10 Regioni nell'ambito del quale interverranno tutti gli attori coinvolti nella gestione delle persone fragili, inclusi gli Assessori regionali.
    In Italia, dallo scorso febbraio è disponibile la combinazione di anticorpi monoclonali a lunga emivita ma, afferma l'organizzazione, "si riscontrano differenze regionali nell'accesso dei pazienti a questo trattamento di profilassi pre-esposizione al virus". Sono "diversi i gruppi di popolazione che rimangono infatti a rischio di Covid-19, perché non possono vaccinarsi oppure perché immunocompromessi e, quindi, non in grado di sviluppare una risposta immunitaria adeguata dopo la vaccinazione. Si tratta, in particolare, dei pazienti trapiantati, affetti da patologie onco-ematologiche, in trattamento chemioterapico attivo", spiega Giovanni Di Perri, Professore Ordinario di Malattie Infettive all'Università di Torino. I due anticorpi "sono stati ottimizzati per estenderne la durata d'azione rispetto ai monoclonali convenzionali", sottolina Stefano Vella, docente di Salute Globale all'Università Cattolica di Roma. In questi pazienti fragili, avverte Saverio Cinieri, presidente AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), "è necessario poter garantire una protezione supplementare al vaccino, anche considerando le basse percentuali di adesione alla quarta dose". È inoltre "incoraggiante che la combinazione di anticorpi abbia dimostrato di essere efficace e di neutralizzare anche il sottolignaggio BA.2 della variante omicron, molto contagioso", conclude Francesco Cognetti, Presidente di FOCE (Federazione degli oncologi, cardiologi e ematologi).
   

- ESPERTA,SOLO 891 TRATTAMENTI CON MONOCLONALI A FRAGILI 

Sono 891 i trattamenti di profilassi pre-esposizione al Covid con la combinazione di anticorpi monoclonali tixagevimab e cilgavimab somministrati ai soggetti più fragili, per i quali la combinazione è indicata, secondo dati aggiornati al 19 maggio.
    Lo ha sottolineato Giovanna Scroccaro, della Direzione Farmaceutico Protesica - Dispositivi Medici della Regione Veneto, al convegno 'Covid-19, preveniamolo nei più fragili'. Si tratta, ha affermato, di "un numero limitato considerando che sono 20mila i trattamenti consegnati alle Regioni". "La Regione che ha effettuato il maggior numero di trattamenti - ha sottolineato Scroccaro - è la Lombardia con 235, e seguono il Lazio con 147, il Veneto con 97, la Puglia con 72 e la Toscana con 50 circa". Dunque, ha commentato, "sono numeri bassi rispetto a quanto preventivato. La ragione sta probabilmente anche nel fatto che l'avvio delle somministrazioni ai pazienti fragili indicati ha coinciso con l'avvio delle somministrazioni della quarta dose del vaccino anti-Covid. Ciò ha provocato un certo disorientamento e rallentamento nelle asl". Attualmente, ha aggiunto, è in atto un "progressivo richiamo dei pazienti".
    Si calcola, hanno rilevato gli esperti al convegno, che siano circa 150mila in Italia i pazienti fragili che hanno l'indicazione per poter usufruire del trattamento di profilassi pre-esposizione al Covid con la combinazione di anticorpi monoclonali. Un'altra criticità segnalata dagli esperti è che, ad oggi, per accedere al farmaco è necessario un test sierologico negativo, tuttavia "la presenza di un titolo anticorpale - avvertono gli specialisti - non assicura la reale protezione dal virus e da ciascuna delle sue varianti circolanti. Sono diversi infatti i gruppi di popolazione che rimangono a rischio di Covid-19, perché non possono vaccinarsi oppure perché immunocompromessi e, quindi, non in grado di sviluppare una risposta immunitaria adeguata dopo la vaccinazione". Da qui la richiesta di un più ampio utilizzo del farmaco di profilassi pre-espozione al Covid per i soggetti che hanno una indicazione all'utilizzo.
   

- SILERI, 'PRONTI AD AFFRONTARE ALTRE ONDATE MA IMPROBABILI. CAUTELA IN FASE DI TRANSIZIONE. PROTEGGERE ANZIANI E FRAGILI CON    VACCINO E CURE'

"E' importante diffondere un messaggio di prevenzione, cultura sanitaria, e far sapere che lo Stato e le istituzioni ci sono a più livelli e che saremo pronti ad affrontare eventuali altre ondate di Covid che pur tuttavia, sebbene recrudescenze in atto in alcuni paesi asiatici, rappresentano qualcosa che da noi non credo che accadrà avendo un numero altissimo di persone vaccinate e una consapevolezza ben diversa da chi ha cercato una politica Covid-zero". Lo ha affermato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri intervenendo al convegno 'Covid-19, preveniamolo nei più fragili' promosso da Federanziani. "E' vero che abbiamo respinto finalmente grazie alla vaccinazione gli attacchi del Covid, ma è pur vero però - ha sottolineato Sileri - che in questo momento di transizione dobbiamo fare maggiore attenzione, perchè passando dalla fase di pandemia verso la fase di endemia potrebbero essere tralasciate, rimanendo indietro, una parte di quelle buone abitudini che ci hanno consentito finora di vincere questa guerra. Un esempio su tutti è la necessità delle terze dosi e purtroppo poche persone le stanno facendo, cosi come le quarte dosi. Ciò significa rischiare di essere impreparati quando magari nei prossimi mesi il virus circolerà di più". E' proprio la fascia più anziana della popolazione, ha aggiunto, "che ha pagato il prezzo maggiore al Covid e che va più protetta, cosi come i soggetti fragili: la proteggiamo con la vaccinazione ma la proteggiamo anche garantendo cure innovative che oggi abbiamo e quella continuità di cure o di prevenzione che invece durante il Covid è venuta in alcuni casi meno". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Entro due anni previsti 40 mila medici in meno

Anaao, pesano pensioni e licenziamenti. Puntare a specializzandi

Salute & Benessere Sanità
Chiudi ENTRO DUE ANNI PREVISTI 40 MILA MEDICI IN MENO (ANSA) ENTRO DUE ANNI PREVISTI 40 MILA MEDICI IN MENO

(ANSA) - ROMA - Un Servizio sanitario nazionale (Ssn) sempre più 'povero' e ospedali sempre più sguarniti di professionisti: entro 2 anni, ovvero al 2024, i camici bianchi saranno infatti 40mila in meno e l'unica soluzione a breve termine che potrebbe consentire di porre un argine al fenomeno 'rimpiazzando' le migliaia di specialisti in uscita è puntare sugli specializzandi in Medicina agli anni finali di corso.

L'ultima stima è del sindacato dei medici dirigenti Anaao-Assomed, che ha analizzato i tre fattori principali che stanno determinando la carenza di medici specialisti: pensionamenti, licenziamenti e nuove attività previste.

Primo fattore è dunque quello dei pensionamenti. Nel triennio 2019-2021, spiega l'Anaao, sono andati in pensione circa 4.000 medici specialisti ogni anno per un totale di 12.000. Nel triennio 2022-2024 ne andranno in pensione circa 10.000. Quindi in 6 anni il Ssn perderà 22.000 medici specialisti ospedalieri per pensionamenti. Il secondo fattore è quello dei licenziamenti: "A impoverire le corsie - afferma il sindacato - si aggiunge il fenomeno della fuga dagli ospedali". Dal recente studio Anaao risulta che dal 2019 al 2021 hanno abbandonato l'ospedale circa 9.000 camici bianchi per dimissioni volontarie.

Se il trend dei licenziamenti fosse confermato anche nel triennio successivo, si licenzierebbero ulteriori 9000 medici dal 2022-2024. Tra pensionamenti e licenziamenti si arriverebbe dunque a una perdita complessiva di 40.00 specialisti entro il 2024. Il terzo fattore è invece legato alle nuove attività che richiedono una implementazione delle dotazioni organiche. La pandemia "ha reso indispensabile il potenziamento delle terapie intensive non solo dal punto di vista del numero dei posti letto ma anche - rileva l'Anaao - del personale che deve essere specificamente formato". ll Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevede inoltre diversi interventi tra i quali la realizzazione degli ospedali di Comunità con circa 11mila posti letto entro il 2026. Dove reperire dunque il personale? Secondo l'Anaao, gli specializzandi sono l'àncora di salvezza per il Ssn. Coloro, però, che hanno ottenuto il contratto di formazione specialistica nel 2020 e nel 2021 (le borse sono state rispettivamente 14.000 e 18.000) potranno essere utilizzati negli ospedali solo tra 4/5 anni. Nell'immediato, è pertanto la proposta del sindacato, è necessario "stabilizzare tutto il precariato formato durante la pandemia (9.409 unità) e contrattualizzare quella platea di 15mila specializzandi degli ultimi anni di specializzazione che già da subito potrebbero essere impiegati per dare aiuto negli ospedali".

"Queste carenze di medici, già in atto dal 2019 - spiega all'ANSA il segretario nazionale Anaao-.Assomed, Carlo Palermo - riguarderanno il Ssn, ma un problema analogo sussiste anche per i medici di famiglia. Dal Ssn usciranno quindi decine di migliaia di specialisti, molti dei quali si prevede andranno a lavorare nel privato, come già sta accadendo. Rischiamo così di vedere la chiusura di decine di Pronto soccorso e unità ospedaliere". Il punto, prosegue il leader sindacale, è che "peggiorerà l'accesso alle cure da parte dei cittadini, e il diritto alla salute sarà solo sulla carta". Ed ancora: "Il grande pericolo è anche che si creino forti diseguaglianze territoriali tra Nord e Sud del Paese, insieme a diseguaglianze legate alle possibilità economiche dei cittadini. Chi avrà possibilità economica andrà infatti verso la sanità privata, chi non la avrà resterà in infinite liste di attesa". Quanto all'eventuale abolizione del numero chiuso a Medicina, questa, conclude Palermo, "non rappresenta una soluzione a breve termine, perchè i primi medici sarebbero disponibili tra almeno 10 anni; inoltre, incrementando ora gli accesi si rischia di creare un eccesso di medici nel futuro perchè fra 10 anni il mercato sarà cambiato ed i pensionamenti saranno molti meno".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Flotte aziendali, da qui parte mobilità di domani

Ricerca Arval evidenzia fiducia di aziende su futuro flotte

Motori Sotto la Lente
Chiudi Flotte aziendali, da qui parte mobilità di domani (ANSA) Flotte aziendali, da qui parte mobilità di domani

 Sono dati incoraggianti quelli che arrivano dal mondo delle flotte, in vista della mobilità di domani. Le cifre e le tendenze sono quelle che emergono dal 'Barometro 2022', ovvero la consueta indagine sull'andamento del settore delle flotte e della mobilità ,condotta da Arval Mobility Observatory, centro studi che analizza e prevede le tendenze nel mondo della mobilità. Quelle che emergono, sono alcune conferme sulla resilienza del comparto, che rappresentano le basi da cui partire per riconfigurare quello che sarà il ruolo della mobilità di domani.
    Le aziende, infatti, restano fiduciose sul futuro delle proprie flotte, l'elettrificazione continua il suo sviluppo supportata da un più convinto ricorso alla telematica, le nuove soluzioni di mobilità alternativa integrano e non sostituiscono il ruolo svolto dai veicoli in parco e il noleggio a lungo termine è sempre più un canale chiave della flessibilità, anche per le imprese di dimensioni medio-piccole.
    Il primo dato positivo che emerge dalla rilevazione, è quello relativo al 93% degli intervistati in Italia che prevede la propria flotta rimarrà stabile o crescerà nei prossimi 3 anni, dato in linea con la media europea e trasversale alle dimensioni dell'azienda. Le motivazioni principali si ritrovano nelle prospettive di crescita delle attività o di sviluppo di nuovi business, nella volontà di fornire ai propri dipendenti modalità di spostamento più sicure in relazione al Covid-19 e nel ricorso all'auto aziendale come strumento di attrazione di nuovi talenti e welfare aziendale.
    Il noleggio a lungo termine continua il suo trend di crescita, con il 35% (+9 punti rispetto al 2021) delle aziende che lo ha già adottato come principale metodo di finanziamento.
    Da rilevare è il maggiore interesse verso questa formula manifestato dalle piccole e medie imprese (fino a 100 dipendenti). L'indagine ha rilevato anche come il 71% delle aziende italiane utilizzi almeno una tecnologia 'green' o pensi di farlo entro i prossimi 3 anni, mentre solo un terzo delle autovetture sarà costituito da motori prettamente termici.
    A livello italiano, più di 7 aziende su 10 hanno già implementato almeno una soluzione di mobilità alternativa, valore che sale a 83% se si considera anche coloro che intendono farlo nei prossimi 3 anni (6 punti in più rispetto alla media europea).  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Incentivi auto 2022: i modelli scontati in casa Audi

Sette modelli e cinque diversi sistemi di alimentazione

Motori Guida agli Acquisti
Chiudi Incentivi auto 2022: i modelli scontati in casa Audi (ANSA) Incentivi auto 2022: i modelli scontati in casa Audi

L'approccio multi-soluzione di Audi sulla mobilità sostenibile ha consentito alla casa tedesca di avere una gamma che beneficia degli incentivi statali 2022 molto vasta. Questa spazia dalle compatte Audi A1 Sportback e Audi A1 allstreet sino alla berlina Audi A4, passando per Audi Q2, nel 2022 il Suv Audi preferito dagli Italiani, oltre ad Audi Q3 e Audi Q3 Sportback. Tra le berline troviamo Audi A3 Sportback e Audi A3 Sedan, best seller del segmento C premium nei primi quattro mesi dell'anno. Il merito è delle efficienti motorizzazioni benzina TFSI, diesel TDI, mild-hybrid, plug-in e a metano. Un caso unico tra i brand premium. In relazione ai nuovi incentivi, protagonista principale Audi è la gamma compatta, che rientra per oltre il 70% dell'offerta nei parametri statali, e in particolar modo la famiglia Audi A3, in grado di accedere all'Ecobonus in 19 varianti: l'80% del listino. Tanto Audi A3 Sportback quanto Audi A3 Sedan nelle versioni 2.0 (30) TDI 116 CV e 2.0 (35) TDI 150 CV con trasmissione manuale o S tronic rientrano nei parametri per un contributo di 2.000 euro, con rottamazione, in qualsiasi allestimento. Analoghi vantaggi per le versioni a benzina 1.0 (30) TFSI 110 CV e 1.5 (35) TFSI 150 CV. Vantaggi sino a 4.000 euro con la rottamazione per Audi A3 Sportback TFSI e, unica compatta premium plug-in disponibile in due livelli di potenza: 204 e 245 CV. Forte di un'autonomia in modalità elettrica sino a 66 chilometri, Audi A3 Sportback TFSI e accede all'Ecobonus con entrambe le varianti in gamma, 40 e 45 TFSI e, e in tutti gli allestimenti a listino. Audi A3 Sportback è disponibile anche nella versione g-tron a metano, dotata di un motore 1.5 TFSI da 131 CV e 200 Nm di coppia. La hatchback dei quattro anelli accede a un incentivo sino a 2.000 euro con la rottamazione in tutti gli allestimenti in gamma. Un vantaggio che si somma all'omologazione monovalente della vettura che, pertanto, è totalmente o parzialmente esentata sia dal pagamento della tassa automobilistica (bollo auto) in molte Regioni d'Italia, sia dai blocchi del traffico. L'accesso agli incentivi 2022 ha riflessi positivi sulle formule finanziarie Audi Value e Audi Value noleggio. I Clienti dei quattro anelli beneficiano non solo della certezza nell'investimento, della trasparenza nelle spese di gestione e della flessibilità nelle condizioni, caratteristiche distintive delle formule Audi, ma anche della possibilità di utilizzare l'Ecobonus per ridurre le rate e/o l'anticipo. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Covid: 9.820 casi, 80 le vittime. Tasso di positività al 10,5%

Sono 291 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite.

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Covid: 9.820 casi, 80 le vittime. Tasso positività al 10,5% (ANSA) Covid: 9.820 casi, 80 le vittime. Tasso positività al 10,5%

Sono 9.820 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 17.744. Le vittime sono invece 80, in crescita rispetto alle 34 di ieri. 

Sono 93.813 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 160.995. Il tasso di positività è al 10,5%, in lieve calo rispetto all'11% di ieri. Sono 291 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, uno in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 15. I ricoverati nei reparti ordinari sono 6.388, ovvero 12 in meno in rispetto a ieri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volkswagen e Mahindra, ipotesi condivisione piattaforma MEB

Gli indiani acquisterebbero motori, batterie e sistemi gestione

Motori Industria
Chiudi Volkswagen e Mahindra, ipotesi condivisione piattaforma MEB (ANSA) Volkswagen e Mahindra, ipotesi condivisione piattaforma MEB

Volkswagen e il Gruppo indiano Mahindra & Mahindra hanno annunciato di avere raggiunto un accordo per "esplorare l'uso dei componenti elettrici MEB di Volkswagen nella prossima Born Electric Platform" della stessa Mahindra. La conclusione delle trattative dovrebbe arrivare entro la fine del 2022.
    Secondo quanto comunicato dall'azienda di Mumbai, che dal 2016 controlla anche la Pininfarina, questa piattaforma elettrica nativa di Mahindra potrebbe essere dotata di componenti MEB cruciali come i motori elettrici, i componenti di gestione elettrica ed elettronica e persino celle di batterie.
    Questa soluzione - spiegano i media indiani - permetterebbe a Mahindra di conciliare una tecnologia avanzata con i costi industriali contenuti per arrivare ad auto elettriche competitive, e soprattutto di garantire la produzione locale, un aspetto questo particolarmente importante per il Governo indiano.
    Volkswagen, invece, otterrebbe da un simile accodo un importante sbocco commerciale per la sua tecnologia elettrica (la piattaforma MEB sarà presto utilizzata anche da Ford) creando soprattutto una testa di ponte nel promettente mercato indiano, che vale 3 milioni di veicoli all'anno con un potenziale di 5 milioni all'anno entro il 2030.
    Commentando la partnership, Rajesh Jejurikar, direttore esecutivo auto and farm sectors di Mahindra & Mahindra Ltd., ha dichiarato: "Siamo molto lieti di avere Volkswagen, un importante investitore globale nel settore della mobilità elettrica, come partner strategico nel raggiungimento della nostra ambiziosa Born Electric Vison. La complementarità della loro vasta tecnologia, innovazione e integrazione verticale nelle catene di approvvigionamento fornirà un quadro per sviluppare la nostra Born Electric Platform di prossima generazione, che sarà presto rivelata nell'Oxfordshire, nel Regno Unito. I nostri team in India, Regno Unito e Detroit stanno creando con passione un futuro rivoluzionario". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

135 milioni euro per la sostenibilità da asta Mercedes SLR

Con vendita record Museo finanzierà Fondo per progetti 'green'

Motori Attualità
Chiudi 135 milioni euro per la sostenibilità da asta Mercedes SLR (ANSA) 135 milioni euro per la sostenibilità da asta Mercedes SLR

 Nel confermare la vendita a un collezionista privato per la stratosferica cifra di 135 milioni di euro di una delle due 300 SLR Uhlenhaut Coupés prodotte ed esistenti, vendita rivelata nei giorni scorsi da Ansa Motori, il Museo Mercedes-Benz ha chiarito che la somma ricavata sarà impiegata per istituire un fondo internazionale che erogherà borse di studio nelle aree delle scienze ambientali e della decarbonizzazione.
   

L'auto era stata messa all'incanto lo scorso 5 maggio al Museo della Stella, in un evento esclusivo e riservato ad alcuni collezionisti Mercedes di livello internazionale, organizzato in collaborazione con RM Sotheby's.
    "Siamo orgogliosi di poter contribuire con la nostra collezione storica a questa iniziativa che collega il passato con il futuro dell'ingegneria e della tecnologia della decarbonizzazione", ha sottolineato Marcus Breitschwerdt, responsabile Mercedes Benz Heritage. "L'acquirente privato ha concordato che la 300 SLR Uhlenhaut Coupé rimarrà accessibile per l'esposizione pubblica in occasioni speciali, mentre la seconda 300 SLR Coupé originale rimane di proprietà dell'azienda e continuerà a essere esposta a Stoccarda, presso il Mercedes-Benz Museum".
    Il neo costituito Mercedes-Benz Fund, spiegano dalla Germania, prevede due aree di finanziamento destinate a iniziative di portata globale: "Borse di studio universitarie al fine di collegare, educare e incoraggiare gli studenti a realizzare/condurre ricerche su progetti di scienze ambientali e borse di studio scolastiche destinate ad alunni per realizzare progetti ambientali locali nelle loro comunità. I fondi del programma - è stato chiarito - saranno erogati a persone che altrimenti non avrebbero i mezzi finanziari per realizzare i loro progetti e percorsi di carriera".  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Volvo sconfigge allergie da pollini, tipico male di stagione

Nuovo sistema filtraggio aria, le quantità appaiono sul display

Motori Componenti & Tech
Chiudi Volvo sconfigge allergie da pollini, tipico male di stagione (ANSA) Volvo sconfigge allergie da pollini, tipico male di stagione

Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità le allergie, l'asma e l'inquinamento atmosferico colpiscono negativamente centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, creando non pochi problemi anche a coloro che si trovano al volante o a bordo di un autoveicolo.
    E' dunque apprezzabile che Volvo, una Casa che ha sempre messo la sicurezza e il benessere dei suoi clienti al centro delle ricerche, abbia ora deciso di adottare misure specifiche per garantire il mantenimento a bordo delle proprie auto una elevata qualità dell'aria anche in presenza di situazioni critiche.
    Questo è possibile grazie a una tecnologia di purificazione dell'aria all'avanguardia che consente di eliminare quasi completamente (fino al 99,9%) gli allergeni e i pollini di erba, alberi e arbusti infestanti da aria in entrata. Nei nuovi modelli delle Serie 90 e 60, è infatti presente un filtro dell'aria avanzato - e certificato da Allergy Standards Limited (ASL) - che blocca efficacemente quasi tutte le particelle nocive.
    "Aiutando i nostri clienti a migliorare la qualità dell'aria all'interno della loro Volvo, aiuteremo a ridurre gli effetti negativi sulla salute dell'inquinamento atmosferico, degli allergeni e delle polveri sottili - afferma Maria Bernander, esperta in materia di salute degli occupanti di Volvo Cars.
    "Oltre ai benefici per la salute, gli studi hanno dimostrato che un'aria più pulita può migliorare la concentrazione durante la guida".
    Una delle più importanti novità è la possibilità di utilizzare dati forniti in tempo reale dai vari sensori per decidere se c'è bisogno di pulire l'aria nell'abitacolo. Queste informazioni (conteggio dei pollini, livelli di qualità, ecc: ) vengono visualizzate sul display centrale dell'auto e valutate attraverso una App sviluppata internamente, cosa che rende Volvo Cars la prima Casa automobilistica a fornire ai conducenti dati in tempo reale sulla conta dei pollini esterni.
    "Testando e modificando regolarmente le funzioni di purificazione dell'aria dei nostri veicoli, possiamo aumentare il nostro vantaggio competitivo offrendo un'esperienza di guida più confortevole e più sana - afferma Anders Löfvendahl, tecnico esperto di qualità dell'aria nell'abitacolo e responsabile di questo settore in Volvo.
    Questa nuova tecnologia di purificazione dell'aria incorpora anche un sensore, introdotto nel 2020 come primo al mondo nei veicoli Volvo, che misura particelle di diametro inferiore a 2,5 micron (PM 2,5) all'interno dell'abitacolo, consentendo ai clienti di confrontarle con i livelli esterni.
    Grazie al filtro in fibra sintetica e al processo di ionizzazione del filtro dell'aria avanzato di Volvo Cars, nei modelli delle serie 60 e 90 viene tenuto fuori dall'abitacolo fino al 95% delle particelle di PM 2,5. Inoltre, il filtro dell'aria avanzato può rimuovere oltre il 97% dei virus prima che questi entrino nell'abitacolo e ridurre il livello di virus nel veicolo fino al 95%. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercedes-AMG SL: aperti gli ordini per la versione base

In Italia arriverà solo la versione top di gamma della roadster

Motori Guida agli Acquisti
Chiudi Mercedes-AMG SL: aperti gli ordini per la versione base (ANSA) Mercedes-AMG SL: aperti gli ordini per la versione base

  Si avvicina il debutto su strada della nuova Mercedes AMG SL, all'estero già ordinabile nella versione entry-level siglata SL 43. Ricordiamo che in Italia sarà commercializzata solo la versione top di gamma Amg SL 63, equipaggiata con il motore V8 4.0 litri biturbo da 585 Cv e 800 Nm di coppia massima. Alla trazione integrale 4Matic+ Performance il compito di scaricarla al suolo, con la progressione scandita dal cambio automatico 9G Speedshift Amg .
    Le prestazioni indicano un'accelerazione 0-100 in 3,6 secondi e velocità massima 315 km/h. La più tranquilla versione d'accesso Mercedes-Amg SL 43, invece, è mossa dal motore quattro cilindri 2,0 litri da 280 kW / 381 CV e coppia massima pari a 480 Nm. Il turbocompressore è alimentato dall'impianto elettrico di bordo a 48 volt, che alimenta anche il generatore di avviamento a cinghia (RSG) in grado di fornire una spinta aggiuntiva di 10 kW (14 CV) per un breve periodo. Le prestazioni della Amg SL 43 indicano 4,9 secondi per passare da 0 a 100 km/h, mentre la velocità massima è limitata a 275 km/h. Il prezzo della versione d'accesso della roadster parte da circa 119.000 euro.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

World Burger Day, è festa il 28 maggio per il panino più amato

Per il 47% italiani è un un piatto gourmet

Terra & Gusto In breve
Chiudi  (ANSA)

Al via i preparativi per il "World Burger Day," giornata mondiale in programma il 28 maggio e dedicata al panino tra i più amati al mondo e a uno dei piatti simbolo della cultura dello street food con una proposta che si è evoluta nel tempo dando vita a molteplici combinazioni di gusto in grado di soddisfare i palati più esigenti. Il burger, presente in Italia ormai nella quotidianità grazie a una crescente ricerca di nuove ispirazioni e sapori da mixare degli italiani, è proposto con ricette classiche come quella del bacon cheese burger, chicken burger o burger tradizionale, ma anche in versione gourmet e burger veg, che va dai plant based a legumi e cereali. Non mancano proposte che prevedono pesce spada, salmone affumicato o il polpo, come segnalato dal food delivery Deliveroo. Un tendenza che trova conferma in un sondaggio di HelloFresh (servizio di box ricette a domicilio) veicolata su YouGov Italia con la quale emerge che il 47% degli italiani ha imparato a considerare il burger un piatto gourmet grazie anche all'incredibile varietà di versioni in cui può essere declinato. Il burger è inoltre considerato da 2 italiani su 3 anche un piatto equilibrato dal punto di vista nutrizionale, "purché si calibrino con cura gli ingredienti utilizzati nella sua preparazione". Tra gli ingredienti più amati, secondo la ricerca, il formaggio è in cima alla lista con il 69% seguito da insalata fresca (scelta dal 64%) e dalle salse (preferite dal 63% e molto popolari soprattutto per chi ha meno di 44 anni). Tra le verdure must spiccano i pomodori (55%). Nella speciale classifica di Deliveroo delle città Burger Lovers che amano maggiormente ordinare a domicilio c'è in testa Teramo, seguita dal secondo posto da Ostia (Roma) e Acilia (Roma), terza. Deliveroo per celebrare l'International Burger Day propone, in collaborazione con Sweetburger di Milano la "Burger Routine", un'edizione speciale per i burger lovers più irriducibili che conta tre differenti burger pensati appositamente per un pranzo light, una merenda dolce ed una cena in pieno comfort food.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Moto e auto d'epoca affollano Termoli, in 300 in piazza

Accolti da Assessore Barile, studenti Alberghiero e Avis

Motori Attualità
Chiudi  (ANSA)

Hanno affollato Termoli le auto e moto della Rievocazione Storica del Motogiro d'Italia, giunta alla 31/a edizione. La manifestazione, organizzata dal Moto Club Terni Libero Liberati- Paolo Pileri e realizzata in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana e Internazionale, ha visto l'arrivo in piazza Sant'Antonio di circa 300 persone in sella a moto e al volante di auto.
    Per tutti l'accoglienza da parte dell'assessore comunale al Turismo Michele Barile, gli studenti dell'Istituto Alberghiero e i rappresentanti dell'Avis. Al loro arrivo hanno trovato un ristoro preparato dai giovani della scuola superiore "Federico II di Svevia". "Abbiamo ospitato con grande entusiasmo questa 31ª edizione della rievocazione storica del Motogiro d'Italia. Un evento importante, che ha portato circa 300 persone - dichiara l'Assessore Michele Barile - tra partecipanti e staff a percorrere le strade della nostra Termoli. Ringrazio gli amici dell'Avis e l'Istituto Alberghiero di Termoli per aver organizzato assieme all'Assessorato al Turismo l'accoglienza per tutti i partecipanti alla manifestazione". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

ANFIA, a Firenze l'Assemblea Pubblica tra presente e futuro

31 maggio a Palazzo Vecchio. 'Muoversi nel XXI secolo' è tema

Motori Attualità
Chiudi ANFIA, a Firenze l'Assemblea Pubblica tra presente e futuro (ANSA) ANFIA, a Firenze l'Assemblea Pubblica tra presente e futuro

Con un occhio al presente e uno rivolto al futuro dell'automotive, ANFIA si prepara a fare il punto nell'ambito dell'annuale Assemblea Pubblica.
    L'appuntamento è in programma per martedì 31 maggio alle 10.30, a Palazzo Vecchio, dove l'Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, che rappresenta, in Italia, l'intero comparto produttivo automotive, tirerà le somme con un evento in forma di convegno e dal tema 'Muoversi nel XXI secolo: whatever it takes - L'automotive tra sviluppo sostenibile, transizione energetica e nuovi equilibri internazionali'.
    L'evento costituirà un momento di confronto tra aziende associate, stakeholder e istituzioni, non solo per fare il punto sulle attività associative, ma anche per un focus sui temi centrali nel dibattito relativo all'evoluzione del settore, dal decorso post-pandemia alla crisi della logistica e delle materie prime, fino alle ripercussioni economiche, finanziarie, commerciali e industriali del conflitto Russia-Ucraina.
    L'evento sarà aperto dal Sindaco del Comune di Firenze, Dario Nardella, al quale seguirà l'intervento del Presidente di ANFIA, Paolo Scudieri, che illustrerà la visione di ANFIA sulla transizione tecnologica e il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo. Paolo Magri, Vice Presidente Esecutivo dell'ISPI, tratterà invece dell'attuale scenario geopolitico.
    Nella successiva tavola rotonda, spazio anche a Paolo Scaroni, Deputy Chairman di Rothschild & co e a Bernardo Mattarella, Amministratore delegato di Banca del Mezzogiorno-Medio Credito Centrale. L'intervento conclusivo sarà affidato a Giancarlo Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Peste suina: Cia, ok a nuove misure a Roma, ma servono indennizzi

No a stallo Piemonte, in 3 mesi abbattuti solo 500 dei 50mila

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi  (ANSA)

Bene le misure più restrittive nella zona rossa per cattura e abbattimento dei cinghiali, ma restano decisive la chiarezza nei provvedimenti e la rapidità nei criteri da scegliere per evitare la rapida diffusione della Peste suina africana che potrebbe dilagare dal Lazio e invadere la Maremma e il Centro Italia, contagiando la popolazione suina nazionale. A dirlo è il neopresidente di Cia-Agricoltori Italiani, Cristiano Fini, secondo il quale occorre evitare di replicare le modalità attuate in Piemonte dove, a 3 mesi dall'ordinanza ministeriale, sono stati abbattuti solo 500 dei 50 mila cinghiali stimati nell'area rossa. Per Cia resta comunque fondamentale il reperimento di nuove risorse per indennizzare al 100% allevatori e agricoltori romani che si trovano nella zona sottoposta a restrizioni. Un'area dove si stimano 10 milioni di danni per circa 200 aziende, che vanno dai costi della macellazione d'emergenza dei suini al divieto di movimentazione e commercializzazione delle carni e dei foraggi.

Gli allevatori avranno bisogno di risorse anche per far fronte agli interventi strutturali per la costruzione delle recinzioni in materia di biosicurezza, fa presente Fini, che non ritiene sufficienti i 50 milioni stanziati dal Decreto governativo, risorse, peraltro, ancora non liquidate alle aziende in Piemonte e Liguria. Ma il presidente chiede anche un diretto coinvolgimento degli agricoltori nelle decisioni che dovranno essere prese nell'immediato; dalla gestione del selvatico alla protezione degli allevamenti, dalle programmazioni delle macellazioni dei suini - capi da abbattere anche se perfettamente sani - agli aiuti economici da destinare agli operatori. 

Oipa,cinghiali abbattuti rischio finiscano a tavola
E' stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale di sabato 21 maggio l'ordinanza del commissario straordinario per l'emergenza peste suina, Angelo Ferrari "misure di controllo e prevenzione della peste suina africana nella Regione Lazio". Lo rende noto l'Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), che evidenzia come nell'art. 3 sia previsto che i cinghiali abbattuti zona confinante con la zona infetta, con le modalità che saranno stabilite entro 30 giorni, "possano finire nel piatto". Testualmente: "I capi cacciati possono essere destinati all'autoconsumo esclusivamente all'interno della stessa zona di attenzione e solo se risultati negativi ai test di laboratorio per ricerca del virus Psa". L'Oipa annuncia che "esaminerà a fondo il provvedimento appena pubblicato per valutarne l'impugnazione". "Non solo si apre la caccia al cinghiale fuori stagione alle porte di Roma, ma si consente anche di farne carne da macello per trasformarla in salsicce e bistecche - commenta la delegata dell'Oipa di Roma, Rita Corboli - .Per sei esemplari trovati positivi al virus della peste suina, non pericolosa per l'uomo, si farà strage. Prima ripopolano a uso e consumo dei cacciatori, poi decidono il 'depopolamento' sulla pelle di esseri senzienti senza considerare misure alternative". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pesca: Alleanza Coop, fisco e indennizzi contro caro energia

Richieste per il sottosegretario Mipaaf, Battistoni

Terra & Gusto Dal Mare
Chiudi  (ANSA)

Fiscalità più leggera grazie al credito di imposta, accesso agli ammortizzatori sociali come la Cisoa, Cassa integrazione salariale operai agricoli e ancora, indennizzi per chi si ferma perché è diventato troppo caro uscire in mare. Sono queste le principali richieste dell'Alleanza delle cooperative Italiane pesca che oggi presenterà al sottosegretario Battistoni per affrontare il caro carburante. "Per evitare un nuovo blocco della pesca italiana e l'assenza sui mercati di prodotto ittico nazionale fresco - spiega l'Alleanza - è fondamentale agire in fretta, con interventi necessari non solo per affrontare il presente ma anche per scongiurare la chiusura di molte attività. La pesca ha bisogno di un ricambio generazionale non di serrate definitive".

"Chiediamo soluzioni rapide che alleggeriscano il carico tributario e contributivo, a cominciare dal rinnovo del credito d'imposta anche per il secondo semestre 2022, lasciato fuori dal governo nel nuovo decreto varato per fronteggiare la crisi di imprese", sottolinea la cooperazione. Sul fronte del welfare viene chiesta invece la convocazione urgente di un tavolo per att8ivare la Cisoa pesca rimasta inutilizzabile, nonostante le imprese versino il contributo da febbraio scorso. All'Europa l'Alleanza chiede più risorse per affrontare l'emergenza e rendere accessibile a tutti i paesi europei la procedura di fermo volontario per quelle realtà dove i costi di gestione superano i ricavi. La cooperazione chiede, infine, interventi straordinari per lenire gli effetti della perdita di redditività causata dai violenti fenomeni di mucillagine e di meduse che stanno colpendo la costa Nord Adriatica e che hanno ulteriormente aggravato la condizione del settore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Alimentare: Centinaio, Italia sostenibile pioniera nella Ue

Global Summit del Gambero Rosso, vino e apicoltura esempi virtuosi

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi  (ANSA)

"In Italia abbiamo intrapreso un percorso di sostenibilità già da tempo, indipendentemente dal fatto che ora ce lo stia chiedendo l'Europa. Siamo il primo paese nell'Unione in cui si è parlato di sostenibilità nel settore vitivinicolo e a livello legislativo abbiamo anticipato tutti. Ce lo ha chiesto il mondo del vino, certo ma anche il consumatore sempre più attento al prodotto sostenibile e certificato". Lo ha detto il sottosegretario al Mipaaf, Gian Marco Centinaio, intervenuto al primo Global Summit del Gambero Rosso sulla sostenibilità, per tracciare e il futuro del settore agro-alimentare. "Nel mondo dell'agroalimentare ci sono tanti esempi virtuosi come nel settore apistico, dove la parola sostenibilità era all'ordine del giorno già da anni", ha aggiunto Centinaio, ricordando che il 20 maggio è stata la giornata mondiale delle api.

"Ma la sostenibilità non è solo quella ambientale - ha precisato ancora il sottosegretario - ce ne deve essere una aziendale con realtà sostenibili e forti che non devono subire l'acquisto da parte di investitori esteri; e poi ancora una sociale che riguarda il mondo lavoro, pensiamo alla lotta al caporalato". Centinaio ha poi puntato il dito per per quanto riguarda la sostenibilità in fatto di lavoro femminile e giovanile, dove l'agricoltura ha anticipato i tempi, grazie ai diversi bandi dell'Ismea. "Sulla sostenibilità - ha concluso Centinaio - la politica ha rincorso e sta cercando di arrivare ai livelli degli imprenditori agricoli, sono convinto che oggi l'alleanza di filiera fra il mondo delle istituzioni e quello imprenditoriale possa permettere di vincere quelle sfide che soprattutto le nuove generazioni ci stanno chiedendo di affrontare".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Mercato mezzi trainati, -17,4% vendite in aprile

Unrae, calo drastico annulla crescita primo trimestre

Motori Industria
Chiudi archivio (ANSA) archivio

Il mercato di rimorchi e semirimorchi, che a inizio anno aveva mostrato segnali positivi, registra ad aprile una caduta a doppia cifra rispetto allo stesso mese del 2021 (-17,4%), in linea con il trend delle immatricolazioni dei veicoli industriali. Il calo drastico - spiega l'Unrae - annulla di fatto la crescita accumulata dal comparto nel primo trimestre 2022: dall'1 gennaio sono stati immatricolati 5.473 rimorchi e semirimorchi contro i 5.424 del primo quadrimestre del 2021 (+0,9%).
    "I dati di aprile, che confermano la situazione di profondo rosso in cui versa attualmente il comparto dei veicoli trainati, sono purtroppo inequivocabili e mostrano tutte le difficoltà del mercato", commenta Paolo A. Starace, presidente della Sezione Veicoli Industriali dell'Unrae. "Va ricordato ancora una volta che le immatricolazioni attuali riguardano ordini precedenti alla crisi ucraina e ai recenti aumenti dell'inflazione - osserva Starace - e proprio per questo motivo gettano un'ombra molto pesante sui restanti mesi dell'anno".
    L'Unrae esprime, inoltre, forte preoccupazione per la perdita di efficacia dei sostegni pubblici al settore dell'autotrasporto. "Auspichiamo che, all'interno delle misure per il rinnovo del parco circolante, possa ricoprire un ruolo rilevante anche il settore dei rimorchi e semirimorchi - conclude Starace - in quanto elemento essenziale per il miglioramento della sicurezza delle nostre strade". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Peugeot 9X8, hypercar al debutto alla 6 Ore di Monza

Il 10 luglio in pista per quarta prova campionato Endurance

Motori Prove e Novità
Chiudi Peugeot 9X8, hypercar al debutto alla 6 Ore di Monza (ANSA) Peugeot 9X8, hypercar al debutto alla 6 Ore di Monza

L'hypercar Peugeot 9X8 è pronta per scendere tra i cordoli delle piste. A meno di un anno dalla presentazione del modello che ne svelava il concetto e a soli cinque mesi dall'inizio del programma di test della vettura in pista, il Team Peugeot TotalEnergies ha infatti presentato nei giorni scorsi la sua nuova auto da corsa, destinata alle gare di durata. La 9X8, hypercar ibrida a quattro ruote motrici, farà il suo debutto in gara il 10 luglio, alla 6 Ore di Monza, per la quarta prova del Campionato del Mondo FIA Endurance (WEC) 2022.
    Seguendo le orme delle vetture che l'hanno preceduta, su tutte le 905 e 908, vincitrici a Le Mans, l'ultima creazione della Casa del Leone porterà sui circuiti del FIA WEC una filosofia di design innovativa, con l'assenza dell'alettone posteriore che però non ne compromette conformità al nuovo regolamento che disciplina la categoria Le Mans Hypercar dell'Automobile Club de l'Ouest e della FIA.
    La9X8 è un prototipo con powertrain ibrido a quattro ruote motrici ed è alimentata da un gruppo motopropulsore sviluppato sotto il controllo delle equipe di Peugeot Sport. Il V6 da 2,6 litri biturbo da 520 kW (707 CV) scarica la sua potenza sulle ruote posteriori. Il motore elettrico specifico ad alte prestazioni da 200 kW (272 CV) che aziona le ruote anteriori e l'inverter a base di carburo di silicio sono stati prodotti in collaborazione con Marelli. La batteria ad alta tensione da 900 V è stata sviluppata insieme a TotalEnergies/Saft.
    Le fasi essenziali dei test per perfezionare l'affidabilità e le prestazioni della Hypercar hanno fatto sì che il suo debutto nelle competizioni venisse posticipato a dopo l'edizione della 24 Ore di Le Mans 2022. Nel 2023, però, il Team Peugeot TotalEnergies parteciperà all'edizione del centenario della 24 Ore di Le Mans, contro numerosi concorrenti internazionali che schiereranno vetture Le Mans Hybrid (LMH, ovvero la stessa classe della PEUGEOT 9X8) o macchine Le Mans Daytona Hybrid (LMdH). 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Icona Designa Group, nel 2021 più fatturato e dipendenti

Azienda punta all'espansione geografica e alla diversificazione

Motori Industria
Chiudi  (ANSA)

Icona Design Group, società di stile italiana con sede a Torino, ha chiuso il bilancio consolidato 2021 con un valore della produzione di 19,3 milioni di euro, in crescita del 43% rispetto all'anno precedente (13,5 milion). Nonostante il protrarsi dell'incertezza dovuta all'emergenza Covid, l'azienda ha ottenuto un forte incremento dei ricavi nei suoi principali mercati, Usa, Cina e Italia, e nel 2021 ha effettuato importanti investimenti per aprire sedi in Giappone e Nuova Zelanda.
    Sono cresciuti anche i dipendenti e oggi nelle varie sedi di Icona Design Group lavorano 100 persone di 20 diverse nazionalità. Distribuito in quattro continenti (Europa, America, Asia e Oceania), il team di Icona presiede l'intero processo di sviluppo di ogni progetto: dalla strategia allo stile, dal management all'ingegneria e ai prototipi, fino alla produzione.
    "Grazie agli investimenti - spiega Umberto Granisso, cfo di Icona - l'azienda ha continuato a costruire la struttura per realizzare gli obiettivi del futuro, l'apertura di nuovi mercati e la diversificazione di target. La competenza nell'automotive si sta trasformando in un settore più ampio di smart mobility e transportation design, accanto al quale vogliamo sviluppare nuovi ambiti di intervento, come il product e industrial design".
    Tra i progetti più recenti il contributo ad Hyperloop, la tecnologia futuribile per il trasporto ad alta velocità di merci e passeggeri, per cui Icona ha disegnato gli interni della capsula; il design di Microlino, la microcar elettrica che rivisita in chiave contemporanea le iconiche bubble car degli anni '50, in fase di produzione a Torino. A livello internazionale, Icona è già impegnata in progetti avveniristici di smart city e guida autonoma. Sempre nel 2021 ha realizzato partnership negli Usa con Great Product per cresce in Nord America e in Italia con la startup Sanixair, da cui è nata la newco Icoxair, per l'ideazione di prodotti B2C di design ad alta valenza tecnologica nella sanificazione ambientale per fotocatalisi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Slang americano o accento british? Le 10 serie tv per migliorare l'inglese

Da Stranger Things 4 a Obi-Wan Kenobi, imparare e divertirsi

Lifestyle Tempo Libero
Chiudi Obi-Wan Kenobi dal 27 maggio su Disney + (ANSA) Obi-Wan Kenobi dal 27 maggio su Disney +

Imparare l'inglese, rafforzare le proprie competenze linguistiche e allo stesso tempo divertirsi e appassionarsi alle storie. Per migliorare l'inglese le serie tv sono uno strumento fondamentale. Ovviamente da guardare con i sottotitoli. Fruendo i contenuti in lingua originale, lo spettatore viene esposto maggiormente alla lingua e di conseguenza attraverso l’ascolto riesce a cogliere parole e frasi più facilmente.
Dalla mini-serie di Star Wars dedicata al maestro jedi Obi-Wan Kenobi perfetta per avvicinarsi alla terminologia legata allo spazio, fino alla nuova stagione di Stranger Things che aiuta a familiarizzare con lo slang americano, passando per l’iconica Friends, con dialoghi tratti dal quotidiano: ecco le serie da guardare secondo Preply per migliorare il proprio inglese a tutti i livelli, risparmiando tempo e stress e aumentando il divertimento.
Star Wars
Per gli appassionati di Star Wars, il 27 Maggio debutta su Disney+ la miniserie Obi-Wan Kenobi: la storia ha luogo dieci anni dopo i drammatici eventi di Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith, e vedrà il ritorno di Hayden Christensen nel ruolo di Darth Vader. Una serie ideale per affinare il proprio inglese a livello avanzato e poter conversare con un madrelingua, oltre ad essere perfetta per tutti coloro che sono curiosi di approfondire il vocabolario legato allo spazio e all’universo Star Wars: da “galassia” ad “astronave”, fino a “spada laser”, e molti altri termini.


Stranger Things
Telefilm di fantascienza, Stranger Things è ambientato negli anni ’80 in una cittadina immaginaria dell’Indiana e la trama si sviluppa attorno alle vicende di un ragazzino, la cui scomparsa porta alla luce un mistero che vede mescolarsi spaventose forze soprannaturali ed esperimenti segreti. Grazie ai dialoghi scorrevoli e al linguaggio di vita comune, è una serie adatta a chi ama la fantascienza e al tempo stesso desidera imparare vocaboli e lo slang dell’inglese americano. Su Netflix dal 27 maggio la quarta serie con Winona Ryder (ed è annunciata la quinta conclusiva del progetto)
Friends
Serie iconica degli anni 90, Friends è tornata su Netflix raccontando le storie dei 6 amici di New York. Oltre a intrattenersi seguendo le vicende di Rachel, Phoebe, Ross, Chandler, Joey e Monica, la serie può rivelarsi utilissima per migliorare le proprie conoscenze linguistiche. Nonostante l’umorismo dello spettacolo si concentri spesso sui giochi di parole, le trame semplici e i dialoghi lenti e ben ritmati aiutano a seguire la storia senza particolari difficoltà e a familiarizzare con i termini propri del quotidiano, costruzioni delle frasi e slang più comuni.
The Great British Bake Off
Tra gli spettacoli britannici più popolari mai prodotti, The Great British Bake Off è perfetto per chi è appassionato di dolci e allo stesso tempo desidera familiarizzare con l’accento britannico. Il programma, un concorso televisivo che si articola in 11 stagioni con episodi da 60 minuti dedicati alla pasticceria, aiuta ad imparare l’inglese in maniera semplice e piacevole. A differenza di altri programmi di cucina americani molto veloci, Bake Off utilizza un linguaggio semplice e appartenente alla vita di tutti i giorni, spaziando dai vocaboli relativi all’ambito culinario a quelli adatti a descrivere le vicende personali dei concorrenti.
The Crown
Serie drammatica, tra le più costose prodotte da Netflix, The Crown è un altro show di successo che segue la vita della regina Elisabetta II a partire dal 1947: sei anni prima della sua incoronazione. Gli accenti sono naturalmente britannici, rendendo questo spettacolo perfetto per chiunque desideri concentrarsi sull'inglese britannico standard. Nonostante il linguaggio utilizzato sia meno comune rispetto a quello di altre serie, si tratta di un’ottima occasione per saperne di più sulla storia della Gran Bretagna e sulla sua regina.
The Big Bang Theory
Popolare sitcom americana, The Big Bang Theory segue la storia di quattro amici scienziati californiani e della loro vicina Penny, ed è caratterizzata da 12 stagioni di episodi divertenti, perfetti per imparare lo slang informale, le espressioni quotidiane e i riferimenti culturali americani. Gli episodi sono brevi e piacevoli da seguire, mentre il lessico e le battute sono spesso legate alla scienza, dunque un’ottima occasione anche per ampliare il proprio vocabolario scientifico. Inoltre, avendo come protagonisti personaggi di diversa estrazione culturale, la serie permette di apprendere accenti inglesi differenti.
Sherlock
Sherlock, serie poliziesca britannica composta da 4 stagioni con episodi di circa 90 minuti, vede come protagonista il Detective Holmes, che assiste il servizio di polizia metropolitana affiancato dal suo amico e assistente Dottor John Watson, e rappresenta un’ottima scelta per chiunque ami un buon giallo e allo stesso tempo voglia esercitarsi nell'apprendimento dell'inglese britannico moderno. Tra i numerosi adattamenti dei romanzi e dei racconti di Sir Arthur Conan Doyle, questa serie spicca grazie alle brillanti interpretazioni di Benedict Cumberbatch e Martin Freeman.
House of Cards
Per chi ama film e telefilm a sfondo politico, House of Cards è una delle serie televisive più intriganti degli ultimi anni. Lo spettacolo segue prevalentemente il personaggio di Frank Underwood, un ambizioso politico democratico che, con l'aiuto della moglie Claire, vuole vendicarsi dell'attuale Presidente e sostituirlo nella guida della Casa Bianca. Il linguaggio della serie spazia dal discorso quotidiano al gergo politico più complicato, rivelandosi utile soprattutto per chi è interessato a questo settore.
Grey's Anatomy
Per chi vuole rafforzare il lessico in ambito medico, invece, Grey's Anatomy è la scelta ideale. Le 17 stagioni dello show, con episodi di circa 45 minuti, forniscono uno spaccato delle vite di cinque ragazzi che iniziano la loro carriera chirurgica nell'immaginario Grace Hospital di Seattle. Grazie al mix di trame professionali e romantiche, la serie offre un’ampia varietà di espressioni utili sia per la comunicazione interpersonale che per quella legata al mondo medico.
Suits
Tra i migliori sceneggiati per ampliare il vocabolario dell’inglese commerciale troviamo Suits. Lo show è un dramma legale ambientato a New York City che copre 9 stagioni con episodi di circa 40 minuti e ruota intorno alle vicende di Harvey Specter, avvocato di uno dei principali studi legali della città. Si tratta di una serie perfetta per coloro che svolgono una carriera in ambito legale e più in generale per chi vuole migliorare il proprio inglese in ambito professionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Sneakers, figurine e oggetti da collezione, le passioni della Generazione Z

Report StockX, fanatici per le collaborazioni tra brand

Lifestyle Teen
Chiudi Chinatown Market Smiley Basketball (ANSA) Chinatown Market Smiley Basketball

La Gen Z ama le sneakers, è noto, ma anche il vintage e tutto ciò che è collezionabile. E' curioso che le figurine da collezione abbiano registrato un aumento di acquisto del 50% negli ultimi anni. Emerge dal report di maggio 2022 realizzato da StockX, la piattaforma di e-commerce molto popolare tra le giovani generazioni (i nati tra il 1995 e il 2010), per studiare le abitudini di consumo e acquisto. Si tratta di uno studio internazionale in cui non si distingue una particolare attitudine italiana.
Uno sguardo alle sneakers
Gli sneakerheads , ossia i fanatici del settore (su di loro, collezionisti ossessivi, esiste persino una serie Netflix e siti dedicati) sono da sempre affascinati dalle prime collezioni nate da collaborazioni interessanti e che uniscono stili diversi, infatti, sono proprio queste ad aumentare di valore nel corso del tempo, soprattutto quando la partnership continua a evolversi e a suscitare clamore. Negli ultimi due anni, il report ha evidenziato come le New Balance x Aimé Leon Dore modello 990 e 997 hanno avuto un tasso di rivalutazione medio del 180%, mentre le prime due uscite di Crocs x Post Malone hanno registrato un raddoppio nel prezzo di vendita. Immancabili nella lista anche Supreme: le prime due collezioni con Fox Racing infatti hanno registrato aumenti di valore consistenti, con un tasso di rivalutazione medio del 70%. Ma è con l'inconico Jordan che si evidenziano i cambiamenti più significativi: quasi l'80%, vale a dire circa 609 modelli di sneakers, ha guadagnato valore di rivendita negli ultimi 12 mesi. Gli esempi più virtuosi, Jordan 4 Retro Black Cat (2020) (PS) con un aumento del 100%, le Jordan 2 Retro Low Chicago (2016) con un apprezzamento del 60% ed infine le Jordan 1 Low Light Smoke Grey che hanno registrato un incremento di valore del +83%.
Boom di acquisti per le figurine Panini a tema NFL (football americano)
Più di 250 diverse scatole Panini a tema NFL vengono scambiate attivamente su StockX. Nel 2020 il prezzo si aggirava a circa 200 dollari, oggi, le stesse scatole hanno un valore in media di oltre 300 dollari. Quattro sono quelle più vendute: 2020 Panini Black Football Hobby Box, 2020 Panini Absolute Football Mega Box 40 ct., 2020 Panini Absolute Football Hobby Box e 2020 Panini Illusions Football Mega Box.
In forte crescita anche gli oggetti da collezione
Da tenere come ricordo o semplicemente da esporre come articolo di design, gli oggetti da collezione stanno riscuotendo un forte successo tra i giovani, soprattutto nel 2022. Le vendite di 808 and Heartbreak, il disco in vinile di Kanye West, il celebre cantante statunitense, hanno registrato un incremento del 150%. Un caso analogo per il set LEGO dedicato a Star Wars, lo Stormtrooper Set 75276 che nell’anno in corso ha subito un’impennata di richieste del 100% ed infine il celebre pallone giallo da basket sorridente Chinatown Market Smiley Basketball di Yellow è cresciuto dell’ 80%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo


Modifica consenso Cookie