Libri

'Premio Viareggio Rèpaci' a Bruck, Siti e Santi

Serata finale con Roberto Benigni, Mieli presidente della giuria

Edith Bruck con "Il pane perduto" (La nave di Teseo), Walter Siti con "Contro l'impegno" (Rizzoli) e Flavio Santi con "Quanti" (Industria e Letteratura) si aggiudicano il premio "Viareggio- Rèpaci" giunto alla 92/a edizione rispettivamente per le sezioni Narrativa, Saggistica e Poesia. La cerimonia di premiazione, il 28 agosto a Viareggio (Lucca), è condotta da Monica Giandotti insieme al presidente della giuria del premio, Paolo Mieli. Il sindaco Giorgio Del Ghingaro invece consegna a Roberto Benigni il premio speciale "Città di Viareggio".
    "Un premio prestigioso - ha detto Del Ghingaro - e una serata finale unica e indimenticabile. Viareggio corre per la candidatura a capitale italiana della cultura per il 2024: questo premio, i suoi protagonisti, sono il segno di una città ormai in pieno rilancio. Il mio ringraziamento va a quanti si sono impegnati per portare a termine un lavoro che è stato lungo, impegnativo ma decisamente affascinante. Il 2024 è vicino: abbiamo tracciato la rotta. Viareggio è questa: è bellezza, è cultura, è voglia di futuro e di felicità".
    Secondo Paolo Mieli è stata "una competizione molto agguerrita, una votazione sofferta perché tutte le opere finaliste avrebbero meritato il premio assoluto nella propria categoria". Sono stati inoltre consegnati i premi speciali alle scrittrici presenti alla serata: ad Annalena Benini il premio Giornalistico, a Igiaba Scego il premio Internazionale e ad Alessandra Carati il premio Opera Prima per il suo romanzo d'esordio "E poi saremo salvi" (Mondadori). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie