Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Approvata la Legge che istituisce la Giornata regionale per i Colli Veneti

Oggi, in Consiglio regionale del Veneto

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Il Consiglio approva la Legge che istituisce la Giornata regionale per i Colli Veneti

(Arv) Venezia 28 lug. 2021 - L’Assemblea legislativa veneta ha approvato oggi all’unanimità il Progetto di legge n. 45 rubricato “Istituzione della Giornata regionale per i Colli Veneti”, presentato in Aula dal proponente, il Consigliere regionale Marco Zecchinato (Zaia Presidente), correlatrice la Consigliera Elena Ostanel (il Veneto che Vogliamo), Vicepresidente della Sesta commissione consiliare ove la proposta era incardinata.

Come ha ricordato il relatore, la Giornata dei Colli Veneti è volta a stimolare la conoscenza e la sensibilità verso il patrimonio di risorse naturali, culturali, paesaggistiche, storiche ed eno-gastronomiche rappresentato dai colli veneti presenti in diverse province del Veneto: Padova (Colli Euganei), Treviso (Colline del Prosecco dì Coneglìano e Valdobbiadene, Montello e Colli Asolanì), Verona (Colline del Garda, Colline Moreniche, Colline della Valpolicella, Colline della Valpantena, Torrìcelle, Colline dell’Est veronese) e Vicenza (Colli Berìci, Colline della fascia delle Prealpi Vicentine, Colline della fascia Pedemontana). Molte aree collinari sono, peraltro, già considerate siti della Rete Natura 2000, o di importanza comunitaria per la presenza di habitat di rilevanza europea, ovvero classificati come patrimonio Unesco o destinati a Parco. La legge prevede una dotazione finanziaria di 50 mila euro e individua, come data di celebrazione della ricorrenza, la prima domenica di primavera.

La correlatrice, la Consigliera Ostanel, ha sottolineato l’elemento di novità rappresentato dalla proposta legislativa contenuta nel Pdl n. 45 e la necessità di focalizzare l’attenzione sull’aspetto dello sviluppo sostenibile del territorio collinare: “In questo senso, è necessario dare priorità alle azioni che tendono alla conservazione ambientale, alla difesa del suolo e delle biodiversità, all'incentivazione dell'imprenditoria giovanile e femminile per agevolare lo sviluppo locale e la permanenza sui territori; alla diffusione dell'uso di energie alternative e rinnovabili, allo sviluppo del turismo responsabile e consapevole. Importante in questo senso anche il coinvolgimento degli operatori culturali presenti sul territorio, oltre a quello degli enti locali e delle pro loco”. Il Consigliere Alberto Bozza di Forza Italia ha posto l’accento sull’aspetto legato alle opportunità di promozione turistica del territorio collinare offerte dalla Giornata, “Una promozione che dovrà essere di respiro europeo, e che valorizzi la sentieristica e lo sport all’aria aperta, anche non competitivo, utile a conciliare attività motoria, bellezza del paesaggio, la sua fruizione e valorizzazione”, aspetto che è stato ribadito e ulteriormente evidenziato dalla Capogruppo Elisa Venturini: “Fondamentale sarà la capacità dei soggetti in campo di fare sistema sul territorio”. Il Capogruppo Giuseppe Pan (Liga Veneta) ha ricordato che “I veneti, in origine, erano di montagna e di collina, e in particolare di collina che visto la nascita e lo sviluppo della civiltà veneta”. A sostegno del Progetto di legge si pronunciati il Capogruppo del Partito Democratico Giacomo Possamai, il Consigliere di Fratelli d’Italia Tommaso Razzolini e lo speaker delle opposizioni Arturo Lorenzoni, il quale ha auspicato che “La Giunta si faccia carico in fretta della legge affinché questa approvazione sia prodromica rispetto ad azioni attuative già nelle prossime settimane”.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Modifica consenso Cookie