Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PANDANT

CriptoArte, la prima guida in lingua italiana sull’arte distribuita tramite blockchain

PANDANT

“CriptoArte”: da oggi è disponibile sul portale di StrategoDigital.com, oltre che sui principali Digital Store, la prima guida completa in lingua italiana sull’arte distribuita tramite blockchain.

Realizzato da Fabio Antonacchio, esperto di diritto tributario, finanziario e antiriciclaggio, questo nuovo manuale pubblicato sotto forma di e-book da Stratego Edizioni disponibile sul portale StrategoDigital.com, è destinato ad artisti, collezionisti e operatori del mondo dell’arte, oltre a tutti coloro che intendono approfondire a 360 gradi il nuovo fenomeno della Crypto Art per comprenderne le dinamiche del mercato e i connessi rischi, i risvolti tecnologici e le regole applicabili in ambito fiscale, finanziario e anti-riciclaggio (AML).

La guida contiene consigli utili per creare, autenticare e scambiare Non Fungible Token, nuovi asset digitali attraverso i quali le opere d’arte possono essere generate e scambiate, con una diffusione registrata online che secondo molti rappresenta solo la punta dell’iceberg del reale potenziale di questi nuovi strumenti tecnologici.

Dopo la vendita da parte della nota casa d’aste internazionale Christie’s dell’opera Everydays: the first 5.000 days, del cripto-artista Beeple al prezzo di oltre 69 milioni di dollari nel mese di marzo 2021, si è scatenata una vera e propria rivoluzione.

Secondo molti addetti ai lavori le nuove tecnologie spingeranno il settore dell’arte digitale verso uno sviluppo esponenziale nei prossimi anni, man mano che nuovi progetti arriveranno a proporre sul mercato nuovi beni e servizi scambiabili in rete.

Molti artisti, designer, musicisti e registi hanno già iniziato a sperimentare le potenzialità dei NFT, gettoni virtuali trasferiti tramite catene di blocchi capaci di assicurare un’accelerazione degli scambi favorita dalla rete internet.

Inoltre, questi token forniscono anche una garanzia certificata dell’unicità per dell’esclusività delle opere, che consente di risolvere le problematiche di tutela del diritto d’autore e contrasto alla contraffazione, effetto collaterale connesso alla diffusione dell’economia globalizzata.

Anche in Italia si registra un forte interesse ad esplorare il mondo degli NFT, alla ricerca di opportunità di scambio e accesso a mercati altrimenti non raggiungibili, soprattutto per le startup e per i giovani creativi, caratteristiche che potrebbero assicurare in un prossimo futuro la definitiva affermazione di questi innovativi strumenti digitali.

I Non Fungible Token potranno avere un impatto dirompente anche per i settori dell’economia tradizionale e nel mondo dello sport, come confermato, ad esempio, dalle iniziative assunte in partnership con note software house attive nell’ecosistema NFT, da parte della lega NBA, dalla Formula Uno e da alcuni tra i principali team di calcio a livello internazionale.

Ora questa nuova guidance, intitolata “CriptoArte. Mercato dei NFT, tecnologia, regole e rischi”, contribuirà a diffondere una maggiore consapevolezza sulle potenzialità dei Non Fungible Token e sulle criticità emergenti dalla prospettica diffusione della Criptoarte nel nostro Paese, stimolando la ricerca di nuove soluzioni che possano favorire l’emersione dell’attività dei cripto-artisti nostrani e la creazione di un mercato regolamentato, anche a tutela del copyright e dei consumatori.

Nel frattempo, si attende la prossima emanazione in ambito europeo del pacchetto di misure destinate a disciplinare la finanza digitale, che contiene la proposta di Regolamento MiCa, dedicato proprio alle cripto-attività scambiate all’interno dell’Unione europea.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PANDANT

Modifica consenso Cookie