Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Cristiani nel mondo
  4. Ucraina: Lourdes, hotel pellegrini aprono porte a profughi

Ucraina: Lourdes, hotel pellegrini aprono porte a profughi

Bandiera giallo-blu al municipio, preghiere pace al santuario

(ANSA) - LOURDES, 11 APR - Lourdes si tinge dei colori giallo-blu, dalla scritta all'ingresso della città mariana fino alla bandiera issata sulla facciata del municipio. E gli alberghi dei pellegrini, che in questi due anni di pandemia sono rimasti in parte vuoti e che ora si apprestano a ricevere i primi gruppi della stagione, apriranno le porte ai profughi.
    "Lourdes è la città dell'accoglienza, la città della fraternità, e siamo pronti ad accogliere chi fugge dalla guerra. Sono già arrivati alcuni gruppi individualmente ma tra martedì, domani, e giovedì arriveranno qui 550 profughi, 200 in altre zone dell'Occitania e 250 qui a Lourdes dei quali 70 bambini.
    Accoglieremo con molta gioia queste persone in difficoltà. Nelle case e negli alberghi. Noi sosteniamo l'Ucraina", dice il sindaco di Lourdes Thierry Lavit. "Faremo una cerimonia di accoglienza e tutto quello che possiamo fare per aiutarli", aggiunge.
    Prosegue anche la raccolta di aiuti che è stata avviata fin da subito dallo stesso Comune che ha voluto anche organizzare in questi giorni una conferenza per capire meglio le origini storiche del conflitto in corso nel cuore dell'Europa.
    E se le istituzioni mettono in campo gli aiuti materiali, il santuario mariano è invece impegnato nella preghiera per la pace. "Tutte le sere, dal 25 febbraio, dal momento che è scoppiata la guerra, fino a qualche giorno fa, nella Grotta delle Apparizioni, la preghiera internazionale per la pace è stata guidata da padre Mykhailo Romaniuk, parroco della chiesa greco-cattolica ucraina di Lourdes", riferisce padre Nicola Ventriglia, religioso appartenente alla Congregazione degli Oblati di Maria Immacolata, da dieci anni cappellano italiano al santuario sui Pirenei francesi. "Ora la preghiera per l'Ucraina viene recitata in tutti i rosari internazionali", aggiunge padre Nicola. Come anche Lourdes ha pregato in comunione con Papa Francesco, il 25 marzo, nella consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria.
    Da domani apre le porte delle case e degli alberghi per dare ospitalità a tutte le famiglie ucraine che sono scappate dalle bombe. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie