Percorso:ANSA > Nuova Europa > Altre News > Leader Ue, Balcani strategici, impegno per allargamento

Leader Ue, Balcani strategici, impegno per allargamento

Draghi, allargamento prosegua con più slancio

06 ottobre, 18:38
(ANSA) - BRDO, 06 OTT - "L'Ue ribadisce il suo sostegno inequivocabile ad una prospettiva europea per i Balcani occidentali". L'allargamento è "un interesse strategico reciproco e resta una scelta strategica condivisa". E' quanto si legge nella dichiarazione dei leader europei a conclusione del summit Ue-Balcani in Slovenia. L'Unione "ribadisce il suo impegno all'allargamento e che le sue decisioni saranno prese conseguentemente" alla messa in campo "di credibili riforme" da parte dei partner balcanici, si legge ancora. "La nostra volontà è andare avanti con il processo di allargamento", ha sottolineato il presidente del Consiglio Ue Charles Michel.

L'Ue accoglie con favore il ribadito impegno dei partner dei Balcani occidentali per il primato della democrazia, dei diritti e dei valori fondamentali e dello Stato di diritto, e per il sostegno alla lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata", si legge nelle conclusioni del summit che annunciano un nuovo vertice Ue-Balcani nel 2022. I leader europei, tuttavia, rimarcano che "la credibilità di questi impegni dipende dall'attuazione significativa delle riforme necessarie e dalla creazione di un solido percorso sostenuto da una comunicazione pubblica chiara e coerente. Una società civile autorizzata e media indipendenti e pluralistici sono componenti cruciali di qualsiasi sistema democratico, accogliamo con favore e sosteniamo il ruolo che svolgono nei Balcani occidentali", si legge ancora nelle conclusioni.

Dopo il vertice Ue - ha detto il premier Mario Draghi - "primo incontro in persona dopo la pandemia", si è fatto "il punto sul processo di entrata di questi paesi nella Ue e più in generale sull'allargamento: da quasi tutti è stata espressa la necessità che questo processo continui e acquisti maggior slancio, che sembra avere perso".

"Molto tempo è passato - ha aggiunto - specialmente per alcuni Paesi: la Commissione è impegnata su questo fronte a fornire un documento che dovrebbe dare lo stato del processo di entrata di questi paesi nella Ue". (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati