Percorso:ANSA > Nuova Europa > Repubblica Ceca > Premier ceco apre vertice, sostegno incondizionato a Kiev

Premier ceco apre vertice, sostegno incondizionato a Kiev

Macron, all'Europa serve strategia nucleare per l'energia

06 ottobre, 16:11
(ANSA) - PRAGA, 06 OTT - "L'Europa attualmente fa fronte a parecchie difficoltà, il problema più grave è che sta subendo una guerra di aggressione. La Russia continua la sua ingiusta aggressione contro l'Ucraina, il presidente russo Vladimir Putin non è aperto ai negoziati e il suo unico obiettivo è la conquista del paese confinante. Le azioni della Russia nell'ultima settimana lo dimostrano ancora una volta": lo ha detto il premier ceco Petr Fiala nel suo discorso di apertura del summit della Comunità politica europea. L'annuncio del referendum nei territori occupati è stato uno stratagemma disonesto, ha detto Fiala, aggiungendo che la comunità internazionale non può prenderlo sul serio. Kiev e l'Occidente condannano e respingono come illegale l'annessione russa di quattro territori ucraini annunciata alla fine di settembre. "Lo stendardo presidenziale che sventola sul Castello di Praga porta il motto 'La verità vince. Significa che la verità alla fine vincerà o che la verità sconfiggerà la menzogna. Questo motto ci ha dato speranza in tempi difficili, in tempi di oppressione", ha ricordato Fiala. Affermando che la Repubblica ceca vede nell'Ucraina un riflesso del proprio passato. Fiala ha fatto riferimento all'agosto 1968 e all'invasione della Cecoslovacchia da parte delle truppe del Patto di Varsavia ricordando che molti paesi hanno esperienze storiche simili. "Capiamo che è difficile affrontare il male, ma capiamo anche che la verità vince. Ci vorrà del tempo, ma tutti noi sappiamo nel nostro cuore che lïUcraina vincerà perché la verità è dalla sua parte", ha osservato il premier ceco. "Nel frattempo - ha detto - l'Ucraina ha bisogno del sostegno incondizionato dell'Europa. Gli europei devono mantenere i valori che li uniscono: i valori dei diritti umani, del rispetto e dello Stato di diritto", ha dichiarato Fiala. Tali valori, ha detto, sono stati spesso sottolineati anche dal primo presidente ceco, Vaclav Havel.

"Sono pronto a sostenere tutti i progetti di interconnessione" energetica, "ma l'Europa ha bisogno di produrre più elettricità sul suo territorio e di avere una strategia su rinnovabili e nucleare". Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron arrivando al vertice della Comunità politica europea a Praga.

"Oggi noi abbiamo bisogno di una strategia europea rafforzata, una strategia europea per abbassare i prezzi del gas, e domani la Commissione parlerà di questo, e per porre un tetto al gas che concorre a formare il prezzo dell'elettricità", ha aggiunto Macron.

"E' un'idea molto vecchia" che "resuscita in tempi di crisi.

Spero che non sia necessaria un'altra crisi per un incontro come questo". Così il premier albanese Edi Rama, entrando al primo vertice della Comunità politica europea. Il primo ministro ha sottolineato la necessità di "proseguire queste riunioni per costruire qualcosa di davvero importante per la grande comunità europea di Stati e popoli". "Per noi è cruciale essere con voi pur non essendo parte dell'Ue", ha concluso il premier facendo un 'calembour' tra le parole you e Eu. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati