Percorso:ANSA > Nuova Europa > Germania > Germania si indigna per no della Uefa a stadio arcobaleno

Germania si indigna per no della Uefa a stadio arcobaleno

Sindaco Monaco, vergogna, palazzi città con colori Lgbtq

22 giugno, 15:38
(ANSA) - TRIESTE, 22 GIU - Voci da diversi schieramenti politici in Germania si sono levate contro la decisione della Uefa di respingere la richiesta del sindaco di Monaco Dieter Reiter di illuminare con i colori arcobaleno Lgbtq lo stadio di Monaco nella partita Germania-Ungheria. Per il presidente del partito conservatore bavarese Csu e governatore della Baviera, Markus Soeder "sarebbe stato segno di tolleranza e libertà" ha scritto su twitter. "Cara Uefa sei peggio di quanto pensassi.

Vergonatevi!" ha scritto il segretario generale Spd Lars Klingbeil. I verdi della candidata alla cancelleria Annalena Baerbock hanno invitato a esporre bandiere arcobaleno.

Secondo Reiter, la decisione dell'Uefa è "vergognosa" e la città risponderà decorando i suoi palazzi dei colori arcobaleno.

"Sulla questione noi non siamo competenti, riguarda la città di Monaco e l'Uefa, noi non facciamo parte di questa discussione": così Dana Spinant una delle portavoce della Commissione europea rispondendo ai giornalisti che le chiedevano commenti a riguardo. "Se invece ci si chiede quale è la nostra posizione sul sostegno alla comunità" Lgbtq "secondo noi è importante sostenere questa comunità e lo abbiamo fatto in passato", ha aggiunto la portavoce.

L'Ungheria esulta per la decisione dell'Uefa: "Ha preso la decisione giusta", ha detto il ministro degli esteri ungherese Péter Szijjártó (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati