Lombardia

Lombardia: Consiglio approva diverse mozioni legate al Covid

Più linee vaccinali ai fragili. Biologi possano somministrare

(ANSA) - MILANO, 13 APR - Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato oggi numerose mozioni, gran parte delle quali legate all'emergenza Coronavirus. Aprire piscine, palestre e centri danza, consentendo di poter vaccinare al proprio interno il personale e l'utenza, tramite i medici con cui collaborano. Lo chiede una mozione presentata da Franco Lucente (FdI) e approvata a larga maggioranza. Il Consiglio ha approvato anche, con la sola astensione del gruppo M5S, una mozione a firma del consigliere di +Europa Radicali, Michele Usuelli, che ha l'obiettivo di avviare urgentemente un'interlocuzione con il Governo sul tema del capitolo Sanità del Recovery Fund.
    Garantire h24 l'operatività del soccorso per l'Alta Valtellina e al tempo stesso reclutare più medici per le emergenze per tutte le aree montane svantaggiate. E' l'atto di indirizzo approvato su proposta del PD (primo firmatario Carlo Borghetti). Approvata anche la mozione, sempre del Pd, sulla valorizzazione dei boschi e dei sistemi verdi, anche attraverso un aumento delle risorse messe a disposizione.
    Valutare la possibilità di individuare ulteriori linee vaccinali dedicate ai soggetti con elevata fragilità non in carico alle strutture ospedaliere e con disabilità grave, nonché agli stessi conviventi e caregiver al fine di consentire loro una rapida immunizzazione. Lo chiede la mozione urgente approvata all'unanimità in Consiglio regionale, presentata dal Partito Democratico (primo firmatario Fabio Pizzul).
    Avviare un tavolo di confronto con gli stakeholder per predisporre un piano straordinario di promozione del settore turistico lombardo allo scopo di attrarre sul territorio regionale un numero sempre maggiore di turisti alla ricerca di mete suggestive e soprattutto "Covid-free". Lo chiede la mozione urgente approvata all'unanimità e presentata dal gruppo Lega Nord. Attivarsi affinchè i biologi siano autorizzati da subito a partecipare alle attività di somministrazione dei vaccini anti-Covid e i laboratori di analisi cliniche accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale e dotati di personale sanitario opportunamente formato, siano anch'essi inseriti su base volontaria nella rete dei centri vaccinali lombardi. E' la richiesta avanzata alla Giunta e contenuta nella mozione urgente approvata questa sera all'unanimità, presentata dal gruppo Fratelli d'Italia e sottoscritta da numerosi Consiglieri regionali di maggioranza e minoranza. (ANSA).
 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie