Meyer, alla Scala niente quote rosa ma un codice di genere

Sovrintendente, c'è mancanza di regole in tanti luoghi

(ANSA) - MILANO, 18 APR - Ecologica e hi-tech, ma anche inclusiva: la Scala di Milano ha deciso di impegnarsi per l'eguaglianza di genere. "Questo momento del Covid serve anche per mettere diverse cose a posto e penso che sia necessario un lavoro sull'equità uomo/donna, sui salari, sul trattamento professionale" ha spiegato all'ANSA il sovrintendente Dominique Meyer annunciando che sarà introdotto un codice di comportamento a tutela della dignità delle lavoratrici. "Vorrei che fosse pronto prima dell'estate" ha aggiunto.
    Il codice però è solo uno degli ambiti in cui il teatro intende muoversi. Le direttrici sono tre, e includono la valorizzazione delle componenti femminili dell'organigramma e spazio alle artiste. "C'è una mancanza di regole in tanti luoghi dello spettacolo - ha sottolineato il sovrintendente - e conviene essere organizzati. Questo momento del Covid serve anche a mettere diverse cose a posto". "Dobbiamo far capire alle giovani che se hanno talento, avranno una chance" ha aggiunto.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Camera di Commercio di Milano
        Camera di Commercio di Milano



        Modifica consenso Cookie