Transizione 4.0: tolto il 'superbonus aziende' dal Dl Sostegni

per la Ragioneria dello Stato mancano le coperture

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 07 MAG - Salta il 'superbonus per le aziende', vale a dire la possibilità di cedere i crediti d'imposta maturati dalle imprese per investimenti in beni strumentali previsti dal piano Transizione 4.0. L'alt arriva dalla Ragioneria dello Stato: mancano le coperture, dicono i guardiani dei conti pubblici, obbligando il Parlamento a modificare il maxiemendamento al dl Sostegni. All'inizio i cinquestelle salgono sulle barricate, evocando la crisi. Ma poi lo strappo rientra con la promessa del governo di aprire un tavolo in vista dell'approvazione del Sostegni bis che dovrebbe arrivare la prossima settimana. La maggioranza, nonostante le minacce, vota dunque compatta la fiducia a Palazzo Madama (207 voti favorevoli, 28 contrari e 5 astensioni) e ora il testo passa alla Camera per un esame blindato e il via libero definitivo. La ragioneria dello Stato ha chiesto lo stralcio ritenendo che la norma abbia "potenziali rilevanti effetti sulla finanza pubblica". "Gli effetti finanziari - viene spiegato - potrebbero essere particolarmente significativi per quei crediti che, come industria 4.0, prevedono una fruizione in quote annuali, perché l'impatto sul deficit sarebbe anticipato interamente al primo anno di utilizzo, indipendentemente dall'effettivo utilizzo in compensazione". Anche alla luce di questo, spiega la Ragioneria, "non e' possibile, allo stato, assentire proposte di estensione della cedibilità ad altre tipologie di crediti". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: