DIRETTA EUROPEI

Risultato finale
Italia4
3Inghilterra

Mount, Schick, Pedri, quante rivelazioni

Tanti i giocatori-sorpresa, tra loro anche Olmo e Damsgaard

Redazione ANSA ROMA

Una parata di stelle con molte conferme, ma anche tante sorprese. Il mese europeo riscrive gerarchie, fornisce indicazioni alle squadre per un mercato ricco. A suscitare i maggiori consensi sono stati tre giocatori: STERLING, JORGINHO e PEDRI. Ma tra quanti hanno stupito ci sono anche DAMSGAARD e DANI OLMO.
    Il funambolico esterno del City, cresciuto alla scuola di Guardiola, simbolo della lotta per i diritti civili, ha attraversato il torneo da protagonista soccorrendo l'Inghilterra nelle rare fasi di difficolta'. Il regista del Chelsea, gia' vincitore della Chelsea, sta crescendo di livello, e' ormai il perno insostituibile dell'Italia di Mancini. Si fa fatica a credere che Pedri abbia 19 anni: il talento del Barca, che Luis Enrique ha valorizzato, non sbaglia una partita e gia' fioccano i paragoni con Iniesta.
    Ma sono tanti i volti che hanno segnato la manifestazione, a partire dai portieri. DONNARUMMA ha fatto felici i tifosi italiani, ma anche i dirigenti del Psg che lo hanno avuto a parametro zero. E' ormai senza dubbio l'erede di Zoff e di Buffon. Meno classe ma ottimo rendimento per PICKFORD, ma hanno acquisito grandi meriti anche l'elvetico SOMMER e il danese SCHMEICHEL. Un grave incidente lo ha tolto di mezzo per mesi mesi dopo avere sbalordito per il suo rendimento. Leonardo SPINAZZOLA ha lasciato comunque un segno profondo con le sue sgroppate alla speedy gonzales che hanno agito da grimaldello per l'Italia di Mancini: cosi' su di lui si dice abbiano messo gli occhi le grandi d'Europa, Real in testa. Tra gli esterni di difesa gode l'Atalanta perche' si e' avuta la conferma dell'alto livello raggiunto dal goleador di complemento GOSENS, ma soprattutto dei progressi del danese MAEHLE. Fermato dalla precoce uscita dell'Olanda ha brillato pero' con continuita' DUMFRIES. Tra i ministri della difesa spiccano i baluardi delle due finaliste, ma di grande rilievo è soprattutto il comportamento di KJAER, e non solo perche' ha salvato la vita a Eriksen e lo ha protetto da occhi indiscreti. A 32 anni e dopo tanto girovagare, ha trovato la maturita' giusta per stare di diritto sui grandi palcoscenico. L'altra rivelazione delle difese e' lo svizzero AKANJI. Nei ruoli di centrocampo hanno brillato in tanti. Hanno dispensato lampi di classi due vecchi soloni, BUSQUETS e MODRIC. Tra i registi ottimo il rendimento di XHAKA, uno dei pochi a salvarsi tra i francesi e' stato POGBA mentre DE BRUYNE ha dovuto convivere con i suoi acciacchi. Menzione particolare per MOUNT, per l'austriaco SABITZER - che Mourinho ha puntato da tempo per le sue squadra - e il danese della Sampdoria DAMSGAARD: Ferrero ora ha per le mani uno dei pezzi forti del mercato.
    Tra gli attaccanti, in grande spolvero, ben oltre al rendimento delle loro squadre, RONALDO , LUKAKU e BENZEMA, ma la vera rivelazione e' l'ex romanista SCHICK: 5 reti per dimenticare un passato pieno di incertezze. L'azzurro CHIESA ha condotto strappi micidiali che hanno trascinato l'Italia mentre Svezia e Danimarca si sono giovate dei gol e del rendimento di FORSBERG e DOLBERG, Citazione finale per il talento del Lipsia DANI OLMO, che ha mostrato di poter diventare protagonista con la Spagna di Luis Enrique ai mondiali del prossimo anno. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie