Eurodeputati per un giorno, la simulazione con 250 ragazzi arriva all'Eurocamera

L'European Youth Parliament all'emiciclo di Bruxelles

Redazione ANSA

BRUXELLES - "E' un esperienza che avvicina i ragazzi alle istituzioni europee e che gli dona la capacità di conoscerle e di non vederle più come una cosa astratta". Così la studentessa triestina Francesca Radovcic, una delle organizzatrici del European Youth Parliament, l'evento giovanile in corso tra Bruxelles e la cittadina fiamminga di Kortrijk, in cui 250 ragazzi da tutti gli stati membri sono chiamati a immergersi nella vita quotidiana di un eurodeputato e a preparare una serie di risoluzioni, che verranno dibattute oggi dagli scranni dell'emiciclo di Bruxelles.

Tra gli studenti anche la lucchese Hermione Ysabelle, assegnata alla commissione Industria e impegnata a difendere una risoluzione sui detriti orbitali: "E' un team che mi interessa particolarmente - spiega -poiché sto studiando al liceo scientifico e amo già gli argomenti tecnologici e sono felice di affrontare un argomento di cui nessuno in genere parla". Le tematiche affrontate dai ragazzi sono dodici e si trasformeranno in altrettante risoluzioni. Gli argomenti includono, tra gli altri, l'appartenenza dell'Ucraina all'Unione europea, un accordo commerciale transatlantico con gli Stati Uniti, la creazione di un euro digitale e la crisi abitativa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie