Garcia Perez in aula, Fi è stampella del postfascismo

Renew, 'Ppe condanni Berlusconi e suoi rapporti con Putin'

Redazione ANSA

STRASBURGO - "Forza Italia dice di essere garanzia di un governo europeista ma è passata da un pilastro del centrismo ad essere la stampella del postfascismo: la presidenza del senato è andata al nostalgico del fascismo Ignazio Benito La Russa e la Camera a Fontana, euroscettico o omofobo. Siamo sicuri che Forza Italia possa essere garanti di qualcosa?". Così la presidente dei Socialisti e Democratici all'Eurocamera, Iratxe Garcia Perez nella sua risposta al dibattito con Ursula von der Leyen alla plenaria di Strasburgo. "Weber oggi ha parlato di nostalgia di Angela Merkel: beh, Merkel non avrebbe mai accettato un'alleanza con l'estrema destra".

"Chiediamo al gruppo del Ppe e a Manfred Weber di condannare le parole di Silvio Berlusconi e i suoi ristabiliti rapporti con il criminale di guerra Vladimir Putin. Il gruppo Ppe sostiene che Putin è una minaccia per l'Occidente e va sconfitto. E' tempo di finirla di fare campagna per gli amici di Mosca in Europa". E' quanto sottolinea, in un tweet, il gruppo Renew Europe all'Eurocamera.

"Gli italiani sono in grado di scegliersi un governo da soli, fatevene una ragione". Così il presidente del gruppo ID ed eurodeputato della Lega, Marco Zanni, ha replicato alle critiche rivolte a Fi e al Ppe per le dichiarazioni di Berlusconi su Putin da socialisti e liberali durante il dibattito in corso alla plenaria dell'Eurocamera di Strasburgo sull'energia e l'Ucraina. "Che idea di unità europea pensate di dare con simili attacchi? Pensateci prima di parlare in questo modo nei dibattiti in sedi internazionali", ha sottolineato Zanni.

"La Russia ha attaccato nuovamente Kiev con quasi 30 droni, uccidendo innocenti, tra cui una donna incinta. Non passa giorno senza che Putin e il suo regime diano notizie terribili e menzogne". Lo ha sottolineato il capogruppo del Ppe Manfred Weber nel dibattito sul Consiglio europeo in Aula a Strasburgo. "Tenendo conto di tutte le vittime, non ci stanchiamo di dire che Putin è un criminale di guerra. Putin deve perdere e l'Europa non smetterà mai di sostenere l'Ucraina. Mai. Questo messaggio ci unisce", ha rimarcato Weber alla Plenaria, dove il dibattito ha anche toccato le parole di Silvio Berlusconi su Putin.

Il gruppo dei Socialisti e Democratici attacca nuovamente su Twitter i Popolari Europei pubblicano l'audio di Silvio Berlusconi che ai suoi dice di aver accomodato i rapporti con Vladimir Putin, corredato di sottotitoli in inglese. "Berlusconi ha ammesso la sua storia d'amore con Putin, il criminale di guerra che sta distruggendo l'Ucraina. Questo è il vero volto di Forza Italia. È questo che intendeva Manfred Weber quando ha detto che Forza Italia era il garante di un'Italia europea e pro-Nato?", si legge.

"Noi abbiamo fiducia assoluta in Tajani. Sappiamo che è impegnato a difendere i valori Ue e se vedrà che tali valori sono in pericolo sarà il primo a battersi per difenderli". Così il vicepresidente del gruppo Ppe all'Eurocamera, il portoghese Paulo Rangel, è intervenuto sul dibattito apertosi in Italia e in Ue in seguito alle parole di Berlusconi su Putin. "Penso che le parole di Berlusconi siano tristi, per tutti gli europei che soffrono per la tirannia di Putin, ma sono opinioni personali che nulla hanno a che vedere con la posizione d'un partito e con la garanzia assoluta che offre un leader europeo come Tajani", ha aggiunto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie