Europarlamento, 'Ue lavori a valutazione generale su rischi da siccità'

'Creare una forza di protezione civile permanente'

Redazione ANSA

BRUXELLES - L'Eurocamera chiede alla Commissione Ue di elaborare una valutazione del rischio climatico con particolare attenzione al rischio di siccità. La richiesta è contenuta in una risoluzione sull'aumento degli sforzi dell'Ue per combattere il cambiamento climatico approvata con 469 voti favorevoli, 34 contrari e 44 astensioni in cui l'Aula chiede che le infrastrutture chiave siano sottoposte ad uno 'stress test' della resilienza climatica dell'Ue entro l'estate 2023 e che sia creata una forza di protezione civile permanente.

Per combattere la scarsità d'acqua gli eurodeputati chiedono che l'Ue continui ad adattare i suoi sistemi alimentari per renderli più resilienti, che crei scorte tampone di mangimi e prodotti alimentari strategici e che introduca sistemi di irrigazione che non utilizzino acque superficiali o sotterranee, come lo stoccaggio dell'acqua piovana o il riciclaggio delle acque reflue.

Nel testo gli eurodeputati chiedono infine che l'Ue intensifichi il suo lavoro di mitigazione del clima, per contenere il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali e che la Commissione proponga un quadro europeo di adattamento climatico completo, ambizioso e giuridicamente vincolante. La relazione sottolinea inoltre l'importanza di portare avanti e utilizzare appieno il meccanismo di protezione civile dell'Ue e chiede sia creata rapidamente una flotta permanente di RescEU e che si includa un ampliamento dell'attuale riserva antincendio volontaria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie