Accordo su commissione inchiesta Eurocamera sullo scandalo Pegasus

Nel mirino i governi di Ungheria e Polonia

Redazione ANSA

 BRUXELLES - La maggioranza delle forze politiche al Parlamento europeo sostengono la proposta, avanzata dal gruppo Renew Europe, di istituire una commissione d'inchiesta sullo scandalo Pegasus che ha travolto i governi di Polonia e Ungheria. L'accusa è di aver utilizzato lo spyware della israeliana Nso per spiare politici, giornalisti e avvocati d'opposizione. "Le intercettazioni telefoniche di politici, pubblici ministeri o giornalisti d'opposizione è del tutto inaccettabile. I responsabili di intercettazioni illegali devono essere ritenuti responsabili", si legge sull'account Twitter del Partito popolare europeo (Ppe).

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie