L'Eurocamera congela parte del bilancio Frontex

In monitoraggio dei diritti fondamentali e procedure finanziarie

Redazione ANSA

BRUXELLES -  Il Parlamento europeo ha deciso di chiudere la verifica dei conti di Frontex per il 2019, ma ha chiesto di congelare parte del bilancio del prossimo anno. La raccomandazione di concedere il discarico (la procedura di verifica dei deputati sulle spese del bilancio Ue) a Frontex per la gestione del bilancio 2019 è stata approvata con 558 voti favorevoli, 82 contrari e 46 astensioni.

Nel testo della risoluzione di accompagnamento, gli eurodeputati hanno riconosciuto gli sforzi in corso da parte dell'agenzia europea per il controllo delle frontiere esterne dell'Ue per porre rimedio alle carenze individuate nella prima relazione di discarico del Parlamento nella primavera di quest'anno.

Tuttavia, gli eurodeputati hanno chiesto che parte del bilancio di Frontex per il 2022 sia congelato e reso disponibile solo quando l'agenzia avrà soddisfatto una serie di condizioni specifiche. Tra queste, l'assunzione dei restanti 20 osservatori dei diritti fondamentali e di tre vicedirettori esecutivi (i quali devono possedere una qualifica sufficiente per ricoprire le posizioni), la creazione di un meccanismo per la segnalazione di incidenti gravi alle frontiere esterne dell'Unione e un sistema di monitoraggio dei diritti fondamentali pienamente funzionante.

Durante l'adozione della posizione sul bilancio UE per il 2022, gli eurodeputati hanno fissato, in una votazione separata con 470 voti favorevoli, 96 contrari e 125 astensioni, l'importo del bilancio di Frontex da porre in riserva per il prossimo anno a 90 milioni di euro, ovvero circa il 12% del progetto di bilancio proposto dall'agenzia per il 2022 (757.793.708 euro) .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie