Vibration of light, Heinz Mack e il trionfo della luce

Evento Collaterale Biennale Arte 2022 alla Biblioteca Marciana

Redazione ANSA VENEZIA

VENEZIA - C'è anche "Der Garten Eden" (Il giardino dell'Eden), travolgente, multicolore e monumentale quadro a campi di colore dall'indiscusso effetto ipnotico tra i pezzi più importanti della mostra "Vibration of light", retrospettiva che celebra l'artista tedesco Heinz Mack, in programma a Venezia dal 23 aprile al 17 luglio nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana. Nella mostra, che rientra nel programma ufficiale degli Eventi Collaterali della Biennale Arte 2022, si prende in esame il lavoro che Mack, pittore e scultore tra i più importanti esponenti dell'arte cinetica a livello mondiale, ha compiuto sul tema della luce negli ultimi 60 anni di attività. Il percorso, a cura di Manfred Möller, presenta al pubblico dipinti di grande formato, un insieme di stele di luce parzialmente rotanti e una scultura a specchio alta quattro metri, creata appositamente per questo progetto espositivo. I lavori esposti di Mack (che l'anno scorso ha compiuto 90 anni) entrano in dialogo con i dipinti a parete e i tondi del soffitto, opera di Tintoretto, Veronese e Tiziano, che arricchiscono il Salone Sansoviniano. L'esposizione di estende anche fuori dalla Biblioteca: in un cortile interno di Palazzo Reale, adiacente alla Biblioteca Nazionale Marciana e accessibile da Piazza San Marco, sarà infatti posizionata anche una stele in acciaio inossidabile dell'artista alta 3,40 metri.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie