Boom di presenze sul Gargano

Tornano gli stranieri, riscoperta anche delle aree interne

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 GIU - "Ripartenza totale sul Gargano". A dirlo e' Bruno Zangardi, presidente del consorzio degli operatori turistici 'Gargano Ok' che delinea una stagione turistica all'insegna del boom di prenotazioni e novità nel Foggiano.
    Zangardi parla di "una ripresa incredibilmente qualitativa e quantitativa di eventi, con una diffusione capillare di manifestazioni, concerti, sagre, escursioni e iniziative di ogni tipo dalla costa alle aree interne".
    Per questa stagione estiva si registra soprattutto la riscoperta e il rilancio delle aree interne, con Monte Sant'Angelo, Vico del Gargano e San Giovanni Rotondo su tutti.
    "Monte Sant'Angelo - afferma - sta risentendo in modo molto positivo di una lunga serie di iniziative che l'hanno rimessa al centro dell'attenzione, come ad esempio la candidatura a Capitale della Cultura 2025. Discorso simile per Vico del Gargano, che sta raccogliendo i frutti di una campagna di promozione ben congeniata in occasione del concorso nazionale per la proclamazione de Il Borgo dei Borghi" - ha spiegato il presidente del consorzio degli operatori turistici Gargano Ok.
    Anche San Giovanni Rotondo si conferma leader del turismo religioso. Lungo le coste - afferma Zangardi: "Vieste è la regina, gonfie vele a Peschici e Mattinata, exploit di Rodi, Lido del Sole, San Menaio e Torre Mileto".
    Tornano anche i turisti stranieri. Per il Gargano - ha ribadito Zangardi - la stagione 2022 si conferma da record, con un incremento delle presenze che ormai va oltre il 40% e con un 'allungamento' del periodo di massimo afflusso fino a ben oltre la metà di settembre". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie