Ad AlUla nasce Wadi AlFann, ovvero la Valle dell'Arte

5 opere site specific di land art collocate nel sito entro 2024

Redazione ANSA AL'

AL'-ULA - Manal AlDowayan, Agnes Denes, Michael Heizer, Ahmed Mater e James Turrell sono i cinque artisti scelti per realizzare le nuove grandi opere permanenti di land art che arricchiranno Wadi AlFann, ovvero la "Valle dell'Arte" collocata nel paesaggio monumentale di AlUla, la regione desertica dell'Arabia Saudita nord-occidentale straordinaria per natura, storia e cultura. La "Valle dell'Arte", che potrà rappresentare una nuova e sorprendente destinazione culturale, si estende su una superficie di circa 65 chilometri quadrati: come annunciato dalla Royal Commission for AlUla, le cinque opere site specific che nel nuovo sito troveranno la loro collocazione saranno completate e inaugurate entro il 2024, segnando l'inizio di un programma di commissioni ad altri artisti e di diverse attività. Il progetto - sviluppato in linea con l'impegno della Royal Commission for AlUla nei confronti della biodiversità e il patrimonio naturale della regione - darà non solo l'opportunità agli artisti di sperimentare la propria arte in dialogo con la natura ma offrirà concrete possibilità di crescita per la popolazione locale, attraverso la creazione di posti di lavoro, lo sviluppo di competenze e l'impegno dei creativi del territorio. Parte di un nuovo polo di esplorazione, espressione e produzione artistica, Wadi AlFann è uno dei vari nuovi punti di riferimento creativi previsti per AlUla nell'ambito del Masterplan Journey Through Time, insieme alle Perspectives Galleries, all'Arts District e ai Water Pavilions. Il Masterplan Journey Through Time, presentato da Sua Altezza Reale il Principe Ereditario, prevede l'apertura di 15 nuove destinazioni per la cultura, il patrimonio e la creatività entro il 2035. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie