Natura e sicurezza, le proposte dell'Irlanda per l'estate

Viaggi sostenibili e tour nelle regioni meno conosciute

di Ida Bini DUBLINO

DUBLINO - L'Irlanda si sta preparando a ricevere i viaggiatori per la prossima estate puntando tutto sulla sicurezza, sulla sostenibilità e su nuovi itinerari nella natura, dalla costa all'entroterra. Nelle proposte turistiche il Paese dà spazio alla nascita di nuovi alberghi e alla scoperta di regioni poco conosciute, fuori dalle solite rotte turistiche, ma anche alle offerte culturali delle sue città come il museo della letteratura Moli e quello dell'immigrazione Epic a Dublino. Mette in risalto, inoltre, esperienze di turismo sostenibile che comprendono progetti di tutela del territorio, hotel carbon neutral alimentati da energia pulita e ristoranti con le stelle verdi Michelin, che premiano le strutture impegnate in una gastronomia ecosostenibile e dall'approccio green. L'Irlanda, che vede ogni anno una consistente presenza di turisti italiani, è la destinazione ideale per viaggi in cui sicurezza e distanziamento sono garantiti: valli e brughiere attorniate da laghi, fiumi e montagne selvagge creano una perfetta cornice per passeggiate in totale tranquillità e una palestra per attività outdoor, con un'infinità di proposte che uniscono avventura, sport ed escursioni negli immensi spazi verdi.
    Tra le proposte all'aperto spiccano le Greenway, piste ciclabili recuperate dalle vecchie linee ferroviarie che attraversano paesaggi suggestivi. Oltre alle tre più spettacolari - la Waterford Greenway che corre nell'Ireland's Ancient East, la Mullingar to Athlone Greenway e la Great Western Greenway da Westport fino ad Achill Island lungo la scenografica Wild Atlantic Way - da quest'estate si aggiunge la Great Southern Greenway West Limerick, 39 chilometri di ciclovia tra le città di Rathkeale, Newcastle West e Abbeyfealein, nella contea di Limerick. Verrà inoltre estesa per altri 56 chilometri la Great Western Greenway fino a Ballycastle, nel Nord Mayo. Sulla linea ferroviaria in disuso tra Kiltimagh e Swinford, inoltre, ci sarà il nuovo progetto VeloRail che permette di viaggiare per 12 chilometri su piccoli veicoli a pedali montati su rotaia.
    Interessanti sono anche le Blueway, percorsi da fare in canoa, in bici (e a piedi lungo le sponde) alla scoperta delle acque navigabili irlandesi. Tra le novità di quest'anno c'è la nascita della Royal Canal Greenway, ciclopedonale lungo l'alzaia dello storico canale: 130 chilometri da Maynooth a Cloondara in Longford, toccando Enfield e Mullingar. Chi ama camminare può sperimentare anche il Beara Breifne Way, lo storico percorso fatto da O'Sullivan Beara nel 1603 per l'indipendenza dell'Irlanda. Oggi, con 500 chilometri in 12 tappe, è il cammino più lungo del Paese. Sono più brevi le passeggiate nel Cavan Burren Park, sui cinque sentieri che si snodano in un territorio preistorico, nato circa 340 milioni di anni fa.
    I fari irlandesi, situati in luoghi isolati, rispondono bene alle esigenze di sicurezza e distanziamento: sono 14 quelli automatizzati che possono anche ospitare, regalando suggestive esperienze. Accoglienti sono anche le sistemazioni lungo la Wild Atlantic Way di Loop Head, nel Clare, e di Fanad Head, nel Donegal, che offrono le basi per avvistare delfini e balene, mentre il faro di Clare Island è stato trasformato in un B&B di charme, da cui partire per escursioni a piedi o in bici sulla piccola isola. E' necessario un giro in barca, invece, per visitare il faro della Fastnet Rock, a 3 miglia e mezzo dalla Cape Cleare Island, nella Contea di Cork: ha il soprannome di "lacrima d'Irlanda" perché era l'ultima struttura irlandese che vedevano gli emigrati in viaggio verso l'America. Sulla costa est il Wicklow Lighthouse è il faro per i più atletici: per raggiungerlo, infatti, si devono salire 109 gradini.
    Tante sono le novità turistiche offerte anche dal "gigante nell'anima", come viene chiamata l'Irlanda del Nord, dove l'innovazione convive con la tradizione: in un attimo si passa dalle vertiginose scogliere di Fairhead all'effervescenza cosmopolita di Belfast con l'avveniristico museo Titanic, dall'incanto della Giant's Causeway alle antiche mura di Londonderry. Si può dormire nella Helen's Tower, un'antica torre in pietra, o scegliere lo Slieve Donard Hotel&Spa, tra i miglior alberghi con centro benessere in Irlanda, nato nel 1897. Ci si può immergere nei giardini del castello di Hillsborough, degna cornice della residenza della Famiglia Reale britannica, o giocare a golf nel Royal County Down, il migliore al mondo per il Golf Digest's. Ma anche provare i ristoranti appena premiati dalle 3 stelle Michelin o concedersi un boccale di birra al pub assieme agli avventori locali. Tante sono le esperienze che si possono fare per conoscere più da vicino il Paese e i suoi abitanti: a Belfast si va dal tour della street art alla visita al museo per 150 anni la prigione della città; dalla Gin School della nuova Wild Atlantic Distillery di Aghyaran, nella contea di Tyrone, guidati da uno dei distillatori dell'azienda, alle lezioni di cucina della Wee Buns Cookery School, non lontano dal villaggio di Moy. Sulle Mourne, le montagne più scenografiche dell'Irlanda del Nord, gli appassionati di mountain bike possono contare sui tour di Bike Mourne, anche con bici elettriche, e percorrere i 90 chilometri della Mourne Coastal Route, il percorso di 19 chilometri del Castlewellan MTB Trail Centre o l'anello di 28 chilometri che porta a scoprire la bellezza delle Mourne. Si impara a conoscere da vicino i cavalli per migliorare se stessi alla Ballygraffan Horse Farm, nella tranquilla campagna di Comber, cittadina affacciata sul suggestivo fiordo di Strangford Lough. Qui all'Activity Centre si può uscire in canoa o in kayak o fare il saluto al sole oppure avventurarsi con il coasteering, attività che alterna alpinismo e tuffi dalle scogliere. Infine nella medievale Downpatrick, a 35 minuti d'auto da Belfast, il St. Patrick Visitor Centre presenta l'unica mostra permanente sul patrono d'Irlanda. Il centro organizza anche tour guidati sul cammino di san Patrizio: misura 132 chilometri, divisi in 6 o 10 tappe, e va da Armagh a Downpatrick, dove secondo la tradizione sarebbe sepolto il santo. Si attraversano a piedi paesaggi spettacolari, comparsi anche nella famosa serie tv Trono di Spade.
    Per conoscere tutte le novità e organizzare una vacanza in Irlanda: www.irlanda.com (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie