Edizione speciale per il Girotonno, la gara tra chef è online

In attesa del live nel 2022 Carloforte festeggia il tonno rosso

Redazione ANSA CARLOFORTE

CARLOFORTE - A Carloforte è tempo di Girotonno ma con un'edizione speciale 2021. La pandemia ha fatto saltare l'edizione 2020 ed è stata rimandata al 2022 la 18° kermesse enogastronomica di 4 giorni che ha il suo cuore nella sfida internazionale in cucina tra chef. Ma l'amministrazione comunale della cittadina sull'isola di San Pietro, ambita meta turistica nel sud ovest della Sardegna, ha allestito un cartellone dal 12 al 31 luglio per celebrare, con una formula diversa, il tonno rosso, preziosa risorsa del territorio, "prodotto locale di eccellenza mondiale", sottolinea Aureliana Curcio, assessora al Turismo.

Cucina, musica, teatro, proiezioni, incontri, cultura, esposizioni, per rilanciare il turismo e far ripartire le attività economiche dopo il difficile periodo legato al Covid.

In primo piano due iniziative: il contest online "Premio Ricetta Girotonno Speciale 2021", gara a base di piatti di tonno che coinvolge i ristoratori locali con le ricette che saranno proposte attraverso un video caricato sulla pagina Facebook "Carloforte Turismo" per essere votati con i like degli utenti.

C'è poi l'evento online e in presenza "Food influencer per caso": turisti e visitatori sono invitati a raccontare la propria esperienza di viaggio a Carloforte attraverso la degustazione di piatti dove l'ingrediente principale è il tonno rosso.

La collaborazione con il Flag Sardegna sud occidentale, agenzia che si occupa dello sviluppo del territorio costiero del Sulcis Iglesiente, segna un nuovo corso per il Girotonno, improntato alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica e candidato ad ottenere la Certificazione ISO 20121 per gli eventi sostenibili. "Ancora oggi ci troviamo a dover adottare misure idonee a garantire la sicurezza di tutti - dichiara il sindaco Salvatore Puggioni - Tra le tante cose che Carloforte e la sua comunità possiedono, c'è la pesca del Tonno rosso, che in sé raccoglie tanti aspetti profondi della nostra isola: storia, cultura, tradizione e, ovviamente, cucina locale. Aspetti che la pandemia non potrà mai mutare e che dovremo vivere in maniera differente rispetto a prima".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie