Da Beatrice a Virgilio, in arrivo gli asteroidi di Dante

Il 13 e 14 settembre, l'annuncio nell'Asteroid Day

Redazione ANSA

Un staffetta di asteroidi dedicati a Dante Alighieri è in arrivo nella notte fra il 13 e il 14 settembre, a 700 anni esatti dalla morte del poeta, che risale, appunto, alla notte fra il 13 e il 14 settembre 1321. L'annuncio arriva nell'Asteroid Day, la Giornata internazionale dedicata agli asteroidi. "In una sola notte sarà possibile osservare ben quattro asteroidi dedicati a Dante", ha detto all'ANSA l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project e coordinatore per l'Italia dell'Asteroid Day.

Nella notte fra il 13 e il 14 settembre, il primo a essere visibile al calare del Sole sarà l'asteroide Beatrice, che passerà fra le stelle del Sagittario. Quindi sarà la volta dell'asteroide Divinacommedia, scoperto nel 2003 dallo stesso Masi con il collega René Michelsen e del quale l'astrofisico italiano ha proposto il nome, recentemente accettato dall'Unione Astronomica Internazionale (Iau). Divinacommedia resterà ben visibile per tutta la notte fra le stelle della Balena, ha detto ancora Masi.
Verso l'alba, poi, nella stessa costellazione dei Gemelli passeranno, molto vicini fra loro, gli asteroidi Dante e Virgilio: "saranno a meno di 10 gradi di distanza", ha osservato Masi.

L'annuncio arriva nella Giornata mondiale dedicata alla sorveglianza degli asteroidi piu' vicini alla Terra, i
cosiddetti Neo (Near Earth Objects) che potrebbero diventare una minaccia per il nostro pianeta. Sono almeno 16.000, secono la Nasa, quelli scoperti finora e non è un caso che per avvertire di quanto sia fondamentale sorvegliarli e studiarli le Nazioni Unite abbiano scelto per celebrare l'Asteroid Day la data del 30 giugno, ossia l'anniversario dell'impatto più catastrofico finora registrato dalla storia, quello di Tunguska del 30 giugno 1908.

Come nel 2020, anche quest'anno l'Asteroid Day si celebra soprattutto online, con eventi organizzati da gruppi di astrofili e astronomi di tutta Italia e ovunque, osserva Masi, l'obiettivo è "avviare una campagna informativa globale, consentendo al pubblico di scoprire e conoscere il reame degli asteroidi, ciò che possiamo fare per proteggerci da possibili impatti futuri e come poterli invece considerare risorse utili all’umanità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA