Covid: oncologi, interventi per tumori nelle liste d'attesa

Cognetti: 'Ospedali pieni di pazienti Covid . Gli interventi slittano slittano per mesi. Si rischia la vita dei pazienti"

Redazione ANSA ROMA

"Le lunghe liste d'attesa per gli interventi chirurgici non d'urgenza includono anche le operazioni dei tumori, da quello della mammella, allo stomaco, al colon. Sono interventi che vanno fatti entro 15-20 giorni e non certo dopo tre mesi e oltre, perché ne va della vita delle persone. Lo diciamo da due anni, da quando i pazienti Covid hanno riempito i letti degli ospedali, ma nessuno ci ascolta".
    Lo ha spiegato all'ANSA Francesco Cognetti, presidente della Federazione degli oncologi, cardiologi ed ematologi lanciando l'allarme per lo stop alla chirurgia programmata a causa dell'aumento della pressione sugli ospedali causa Covid.

"Il caso del ritardo per le operazioni dei pazienti con tumore è gravissimo - aggiunge - poichè in oncologia solo il 10-20% dei casi rientra nella definizione di emergenza. Tutti gli altri ne sono fuori, si finisce nelle liste d'attesa superando ampiamente i tre mesi di programmazione mettendo a rischio di vita i pazienti".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA