ANSAcom
ANSAcom

Sostenibilità: da Novartis 4 milioni per la tutela dell'ambiente

Ad assemblea Anci il report 2021 dell’azienda farmaceutica

Bergamo ANSAcom
Quattro milioni di euro investiti in iniziative a tutela dell’ambiente, con importanti risultati in termini di efficientamento, tra cui una diminuzione delle emissioni di Co2 in atmosfera di circa 4mila tonnellate all’anno, grazie all’impianto di trigenerazione attivato nel 2022 nel sito produttivo di Torre Annunziata. E’ quanto emerge dal report di sostenibilità 2021 realizzato all’insegna di quattro P - Pazienti, Polis, Persone e Pianeta - da Novartis, azienda leader nel campo farmaceutico e presentato stamane alla 29esima Assemblea Annuale di Anci.
Nel documento, realizzato in collaborazione con Comin & Partners, Obiettivo Cinque, Open Impact, e il supporto dell’European Institute for Innovation and Sustainability, l’azienda coniuga il suo impegno “prima e oltre il farmaco”, la strategia per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030 dell’Onu, e il proprio contributo alle priorità della Missione 6 del Pnrr dedicata alla tutela della salute. Tra i risultati raggiunti dall’azienda evidenziati nel report, ci sono gli oltre 60 milioni di euro investiti in terapie innovative nel 2021, 230 studi clinici avviati e oltre 3.700 pazienti coinvolti. Circa 734 milioni di euro di contributo ai bilanci pubblici, 1,3 miliardi di euro di apporto al Pil e 14mila posti di lavoro (diretti e indiretti).
“Reimmaginare la medicina, per prolungare e migliorare la vita delle persone, è da sempre la nostra missione”, ha detto Valentino Confalone, Country President e Amministratore Delegato di Novartis Italia. “Un impegno - ha continuato - che oggi sentiamo ancora più forte e che cerchiamo di rendere più concreto lavorando al fianco dell’ecosistema, garantendo quello che più ci sta a cuore: l’avanzamento della ricerca e l’accesso a tale innovazione in modo equo e tempestivo”.
Relativamente al Pnrr, l’azienda nel corso dell’ultimo anno ha avviato partnership con alcune regioni italiane su argomenti chiave come la medicina predittiva in ambito cardiovascolare e la telemedicina, con l’obiettivo di sottoscrivere almeno una collaborazione con ogni singola regione nel corso del 2023. Sul tema delle pari opportunità, Novartis è in prima linea con un divario retributivo medio di genere del 5 per cento, dato migliore rispetto alla media di settore, e un perfetto equilibrio di genere all’interno della popolazione aziendale, anche nei livelli manageriali.
“Il report di sostenibilità è importantissimo, la sostenibilità è un viaggio. E il report è una fotografia di quel viaggio, che ci aiuta a capire dove stiamo andando”, ha detto Carlo Alberto Pratesi, fondatore e presidente di Eiis, l’European Institute of Innovation for Sustainability. “Mettere la salute al centro - ha continuato l’esperto- può volere dire, per esempio, che il farmaco non è l’unico elemento importante, è uno strumento essenziale sicuramente, ma ci sono tanti aspetti legati al servizio, all’informazione e alla prevenzione che possono essere realizzati”.

In collaborazione con:
Novartis

Archiviato in


Modifica consenso Cookie