ANSAcom

ANSAcom

Europei: Salis "levarsi la medaglia è danno per sé e altri"

Vice presidente Coni: "Fair Play seme per le generazioni future"

ANSAcom

"Levarsi una medaglia perché non è quella che avresti voluto, non stringere una mano o andarsene in anticipo da una tribuna d'onore prima di salutare le autorità della squadra avversaria, non è solo un danno che fai a te stesso ma a anche a milioni di persone. Così come non inginocchiarti contro il razzismo e non mettere la faccia per una battaglia giusta, è un danno anche per le persone che ti stanno guardando e per quelle che devono ancora nascere", che "nello sport vedono un esempio". Così Silvia Salis, vicepresidente vicario del Coni, intervenendo alla presentazione della 25/ma edizione del premio Fair Play-Menarini, in corso a Roma presso la sede di Confagricoltura, in riferimento a quanto visto alla finale degli Europei. "Il fair play è importante - ha aggiunto l'ex campionessa - perché è un seme che gettiamo anche per il futuro". Lo sport infatti "ispira generazioni presenti e quelle che devono ancora nascere".

In collaborazione con:
Menarini

Archiviato in


Modifica consenso Cookie