Ford, per il 2022 Explorer sarà anche a trazione posteriore

E dopo l'Europa, arriva anche in altri mercati versione ST-Line

Redazione ANSA ROMA

Buone nuove sul fronte suv in casa Ford. L'Ovale Blu ha infatti reso note le intenzioni relative alla commercializzazione della versione 2022 del big suv Explorer. A differenza del passato - come si legge sui siti stranieri - il nuovo Explorer porterà con sé una serie di innovazioni, a partire dall'allestimento ST-Line, un must per il mercato europeo ma assolutamente sconosciuto a quello americano.
    Tra le altre novità relative al model year 2022 quella che riguarda la trazione: non più una all wheel drive ma una rear wheel drive, ovvero posteriore. Questo ovviamente non comprometterà la presenza in gamma della versione a trazione integrale che resta la 'preferita' dai clienti che scelgono questo tipo di vettura.
    "Non ci sono due guidatori di suv che usano i loro veicoli allo stesso modo, quindi il nostro obiettivo è quello di soddisfare le esigenze del maggior numero possibile - ha spiegato il marketing manager di Ford Explorer Lee Newcombe - .
    La capacità di quattro ruote motrici è importante se il cliente necessita di questa peculiarità, ma se non si ha bisogno, beh non occorre pagare per questo. Queste modifiche alla linea Explorer sono state condizionate dalle volontà e dalle aspettative dei nostri clienti". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie