Volkswagen T-Roc Cabriolet, perfetto compagno di viaggio

Test en plein air con caravan e rimorchio per moto del suv 2+2

Redazione ANSA ROMA

Aperto o chiuso. Utilizzato ogni giorno per andare al lavoro ma anche perfetto compagno nelle 'fughe' dei weekend, magari trainando un rimorchio per moto o una roulotte. Il modello Cabriolet del suv Volkswagen T-Roc è davvero versatile, un'auto che allarga al mondo dei viaggi 'en plein air' i tanti vantaggi offerti daila cnofigurazione suv. È il caso della posizione alta della seduta, della capacità di affrontare percorsi anche difficili offrendo la massima dinamicità, ma anche della opportunità di godere a bordo dei servizi garantiti dall'ampia gamma di funzioni connesse e - naturalmente - di una colonna sonora ad hoc assicurata dal sistema hi-fi BeatsAudio da 400 Watt.
    Lo ribadisce un test vacaza che Volkswagen ha organizzato nel nord della Germania, sulle strade che portano a Mar Baltico e con la preziosa collaborazione della nuova Scrambler Desert Sled di Ducati (altro importante brand del Gruppo Volkswagen) trasportata su un rimorchio agganciato ad una delle due T-Roc Cabriolet. Anche se caratterizzato da condizioni ben diverse da quelle di cui si può godere nel nostro sud, il meteo che ha accompagnato il test dei due suv Volkswagen 'aperti' è ideale per godersi il percorso attraverso la romantica valle dell'Oker, in Bassa Sassonia, con la capote abbassata.
    Passando vicini alle caratteristiche formazioni di roccia dell'Adlerklippe e alle cascate Verlobungsinsel, i convoglio raggiunge infine il bacino idrico di Oker, creato da una diga alta 75 metri. Luoghi ideali non solo per apprezzare la precisione di guida del T-Roc ma anche il piacere che solo una due ruote come Scrambler Desert Sled di Ducati è in grado di offrire.
    Il giorno successivo lo scenario cambia completamente passando da luoghi incontaminati come la valle dell'Oker al più grande porto marittimo della Germania, quello di Amburgo. Il ponte Köhlbrand è uno dei punti di riferimento della metropoli tedesca ed è lo sfondo ideale per qualche foto. Pochi sanno, tra l'altro, che le funi di sospensione del ponte hanno utilizzato per decenni un sistema di ammortizzamento realizzato da Volkswagen, per controbilanciare le oscillazioni innescate dal vento e dalle auto.
    Sulla strada per il Mar Baltico una delle T-Roc traina una roulotte modello 320 - dal sapore volutamente retrò - della tedesca T@b. In soli 3 meri e 40 di zona abitabile offre spazio per due persone, rendendo completamente indipendenti quando si via in vacanza con il crossover cabriolet. Loigico che la destinazione immaginata sia un posto tranquillo, dove parcheggiare auto e caravan, direttamente sul mare.
    Ne viene trovato uno, quasi perfetto per godere qualche ora di sosta, sulla costa tra Wismar e Rostock. Moto o caravan, T-Roc Cabriolet apre davvero nuove possibilità e trasmette puro divertimento nella guida anche con un rimorchio fino a 1.500 kg di massa. In viaggio il suv scoperto di Volkswagen può ospitare 4 persone che siedono più in alto rispetto ad una normale cabriolet e godono dunque di una migliore visuale.
    Il passaggio della capote dalla posizione 'chiusa' a quella en plein air - grazie all'azionamento elettroidraulico - avviene in 9 secondi (11 in chiusura), anche a velocità fino a 30 km/h.
    Il massimo livello di sicurezza in caso di ribaltamento è garantito da un sistema che estende istantaneamente dietro i sedili posteriori speciali roll-bar. T-Roc Cabriolet è proposto in due versioni, Style (listino da 34.400 euro) e R-Line (da 38.850 euro) e con due motori turbo benzina: 1.0 TSI d 115 Cv e 1.5 TSI d 150 Cv. Entrambe le motorizzazioni sono abbinate alla trazione anteriore e anche al cambio DSG, perfetto per godere dei paesaggi e delle emozioni del viaggio nel vento. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie