DS 4, tecnologia e design declinati alla parigina

Nuova arrivata punta a diventare bestseller del marchio

Redazione ANSA MILANO

Si chiama DS 4 la novità in casa DS, che punta a fare della nuova arrivata un 'cavallo di battaglia'. Proporzioni inedite, un design raffinato e figlio della tradizione parigina e tecnologia, tanta e nuova. È questa in estrema sintesi la ricetta sulla quale in DS hanno scommesso per l'auto del futuro immediato, declinata al modo del brand francese. Con una larghezza di 1,83 metri e grandi ruote da 720 millimetri (con cerchi fino a 20 pollici, 19 pollici di serie a partire dagli allestimenti Trocadero e Performance Line), una lunghezza compatta di 4,40 metri e un'altezza contenuta di 1,47 metri, DS 4 ha dimensioni notevoli e un look di sicuro impatto, già a cominciare dal frontale, connotato dalla nuova firma luminosa.

I proiettori sono sottili e dotati del sistema DS Matrix LED Vision che combina luci a matrice di LED e direzionali. Sono completati da nuove luci diurne composte da due linee di LED da ogni lato (per un totale di 150 LED). Le DS Wings collegano poi i fari alla griglia che, a seconda delle versioni, è costituita da una struttura divisa in due parti con motivi a punta di diamante di dimensioni progressive che emergono da una griglia tridimensionale. Sopra, corre il lungo e ampio cofano che accentua l'aspetto dinamico alla silhouette.
    Il profilo è un mix tra fluidità e linee nette. Le maniglie delle portiere a scomparsa accompagnano le superfici scolpite sui fianchi. Il rapporto corpo/ruote di grande diametro, invece, deriva dal concept DS Aero Sport Lounge. Nella parte posteriore, il padiglione scende raccordandosi a un lunotto particolarmente inclinato e con serigrafia 'Reflective Design'.
    La nuova firma luminosa posteriore presenta anche una lavorazione a scaglie progressive incise al laser.
    Partendo dalla stesso concetto di auto, DS 4 si declina in varie direzioni. Al centro della gamma c'è DS 4, elegante grazie allo specifico design dei paraurti, le sottili note cromate e un padiglione disponibile anche in nero. DS 4 Cross, invece, gioca sulla percezione visiva di un SUV attraverso la parte inferiore dei paraurti caratterizzata da una speciale protezione e la vernice nera opaca. Completano l'insieme i profili superiori dei finestrini laterali di colore nero lucido, la griglia della calandra anch'essa nera lucida, cerchi specifici da 19 pollici, le barre del tetto nere lucide e il padiglione in tinta con la carrozzeria.
    DS 4 Cross è anche disponibile con la funzione Advanced Traction Control che offre una motricità rafforzata grazie alle modalità sabbia, neve e fango, e il sistema Hill Assist Descent Control.
    Versione più dinamica è invece la DS 4 Performance Line che presenta esterni rifiniti in nero con il Black Pack (DS Wings anteriori e posteriori, calandra e profili dei finestrini laterali), caratteristici cerchi Minneapolis neri e interni esclusivi.
    Sul fronte motorizzazioni, la versione ibrida plug-in, DS 4 E-Tense 225 è la sintesi delle competenze tecnologiche affinate da DS Performance e dei suoi quattro titoli iridati (Piloti e Team) conquistati nei Campionati di Formula E. Questa motorizzazione si basa su un motore 4 cilindri PureTech da 180 cavalli accoppiato a un motore elettrico da 110 cavalli con una batteria di capacità totale pari a 12,4 kWh che consente fino a 55 km di autonomia secondo il ciclo combinato WLTP.
    La coppia di 360 Nm permette di raggiungere i 100 km/h in 7,7 secondi e di coprire i 1.000 metri in partenza da fermo in 27,3 secondi, per un consumo di appena 1,3 litri ogni 100 km ed emissioni a partire da 29 grammi di CO2 per km in ciclo combinato WLTP. A listino sono disponibili anche due motorizzazioni a benzina con motore PureTech 130 Automatico, PureTech 180 Automatico e una versione diesel BlueHDi 130 Automatico con consumi (a partire da 4,8 litri / 100 km per il diesel e 5,9 litri / 100 km per la benzina secondo il ciclo misto WLTP) ed emissioni di CO2 (125 gr/Km per il diesel e 135 gr/Km per la versione benzina). Ampia, come solito per DS, la possibilità di scelta per gli interni.
    Tre, sulle tante, le novità che spiccano sul fronte tecnologia: l'Extended Head Up Display che costituisce un primo passo verso la realtà aumentata grazie a una nuova tecnologia immersiva che proietta direttamente sulla strada le informazioni indispensabili per la guida, un touch screen da 10 pollici interamente riprogettato, per finire con uno Smart touch che permette di attivare le funzionalità preferite con un gesto e che identifica i movimenti più comuni come ingrandire o rimpicciolire le immagini, inoltre riconosce la grafia preregistrata. Il listino prezzi parte dai 30250 euro della versione PureTech 130 Automatico e arriva ai 48750 della versione Cross Rivoli. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie