Tesla supera i 10mila Supercharger in Europa

L'azienda di Musk estende il suo network di ricarica

Redazione ANSA ROMA

Il numero di auto elettriche in Europa cresce più rapidamente di quanto non facciano le colonnine di ricarica. Il ritardo infrastrutturale è un argomento noto in Italia, ma è presente anche nella porzione europea più all'avanguardia nella nuova mobilità. Un problema forse meno percepibile per chi guida una Tesla, visto che l'azienda di Elon Musk ha appena annunciato di aver superato i 10.000 punti di ricarica in Europa. L'obbiettivo è stato raggiunto con l'apertura di 6 nuove location per un totale di 100 nuovi stalli di ricarica negli ultimi giorni.
    Il network di Supercharger in Europa è distribuito in oltre 30 Paesi e conta circa 900 stazioni. Circa un quinto di questi stalli di ricarica è stato costruito nel corso del 2022. Proprio nel 2022, infatti, la rete Supercharger è cresciuta più che in qualsiasi altro anno, nonostante ci sia ancora un intero trimestre prima della conclusione dell'anno. Da poche stazioni che ospitavano 2 stalli nel 2013, a stazioni di oltre una dozzina di stalli posizionate in attività commerciali o catene di hotel: la rete Supercharger continua a stare al passo con la crescita costante di auto elettriche su strada.
    Situate in Spagna, Francia, Belgio e Germania, le nuove 6 stazioni offrono ulteriori possibilità di ricarica ai proprietari di Tesla in viaggio. In Italia, nell'ultimo trimestre, sono state inaugurate le nuove stazioni Supercharger di Vicolungo, Porto Sant'Elpidio, Napoli-Afragola e Parma, per un totale di 44 nuovi stalli, tutti V3 con potenza di picco di 250 kW. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie