Bologna stanzia oltre 5 mln per car e bike sharing elettrici

Il potenziamento della sharing mobility sarà attuato mediante una convenzione tra Comune e Agenzia della Mobilità Srm

Redazione ANSA BOLOGNA

Un pacchetto di misure a sostegno della mobilità sostenibile, per una somma complessiva di cinque milioni e 215 mila euro provenienti da diverse linee di finanziamento è stato approvato dalla giunta comunale di Bologna con l'obiettivo di incentivare e potenziare il car sharing e il bike sharing elettrici, l'acquisto di biciclette a pedalata assistita e cargo bike e l'utilizzo dei mezzi del trasporto pubblico locale negli spostamenti casa-lavoro.
    Il potenziamento della sharing mobility sarà attuato mediante una convenzione tra Comune e Agenzia della Mobilità Srm, il cui schema approvato in delibera di Giunta prevede la gestione da parte di Srm di due interventi, uno sul fronte dell'offerta e uno di incentivi alla domanda. Il primo è un finanziamento rivolto ai gestori del car e bike sharing per aumentare la flotta circolante, attraverso l'investimento di 1 milione e 250 mila euro di fondi europei Pon Metro-React Eu per l'acquisto di veicoli elettrici e l'ampliamento del servizio. Il secondo intervento prevede un bando da 300 mila euro di fondi Primus del Ministero della Transizione Ecologica, per l'erogazione di buoni mobilità per il car sharing (per un totale di 187.500 euro) e bike sharing (per un totale di 112.500 euro). A questi si aggiungeranno i fondi di cofinanziamento da parte dei gestori, portando le cifre complessive rispettivamente a 250 mila e 150 mila euro per un totale di 400mila euro. Sono beneficiari i cittadini residenti a Bologna che si iscriveranno per la prima volta ai servizi in sharing.
    Una seconda delibera di Giunta stanzia 3 milioni di euro, sempre finanziati dal fondo Pon Metro-React Eu, su due bandi rivolti a cittadini e lavoratori e lavoratrici di aziende ed enti con sede a Bologna che abbiano un accordo di Mobility Management vigente. 

Il primo bando investe un milione di euro di incentivi sull'acquisto di bici e cargo bike a pedalata assistita, da parte di persone residenti a Bologna o anche nella città metropolitana nel caso di lavoratori in aziende/Enti con accordo di mobility management vigente e con sede di lavoro nel Comune di Bologna. Dopo il successo delle precedenti iniziative, in cui sono stati erogati oltre 5.000 contributi in 10 anni, ora con questa campagna il contributo sarà aumentato passando da 300 a 500 euro per l'acquisto di una nuova bici elettrica e da 500 a 1.000 euro per una cargo bike elettrica e non potrà superare il 50% della spesa. A breve uscirà il bando sul sito del Comune con indicate le modalità e i documenti necessari mentre l'apertura delle richieste del contributo (esclusivamente online) è prevista per il 16 settembre 2022 contestualmente all'avvio della Settimana Europea della Mobilità. Saranno ammissibili le spese già sostenute successivamente al 28 giugno nel rispetto delle condizioni indicate nel bando. Altri due milioni di euro andranno a finanziare il Piano straordinario a favore dei Mobility Managers aziendali per azioni di sostegno al trasporto pubblico locale negli spostamenti casa - lavoro. I beneficiari saranno lavoratori e lavoratrici di aziende ed enti con sede a Bologna che abbiano un accordo di Mobility Management vigente che potranno avere uno sconto fino al 50% sull'abbonamento al servizio urbano e fino a un massimo di 90 euro su altre tipologie di abbonamento. La richiesta di partecipazione dovrà essere presentata dai Mobility Managers di enti e aziende entro il 31 gennaio 2023 a seguito della pubblicazione dell'avviso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie