Stellantis, ruolo di Officina 78 avamposto EV a Mirafiori

Costruzione sicura prototipi elettrici e formazione personale

Redazione ANSA ROMA

Uno dei punti di forza della strategia di elettrificazione di Stellantis è l'Officina 78 gestita da Prototypes - un ente del dipartimento Performance Excellence che garantisce l'assemblaggio di prototipi e muletti per lo sviluppo dei nuovi modelli - e che è nata nel cuore di Mirafiori, a Torino.
    Officina 78 ha un focus specifico sulla 'formazione sull'elettrificazione' per garantire che tutte le figure professionali coinvolte nella transizione energetica siano qualificate e pronte per affrontare questo enorme cambiamento in tutte le aree produttive del Gruppo.
    Il processo di elettrificazione delle vetture, rappresenta un cambio tecnologico radicale sia dal punto di vista delle nuove competenze, anche per quanto riguarda gli spazi. Infatti si è resa indispensabile la riconfigurazione delle aree dedicate alla preparazione sulle vetture, diverse da quelle utilizzate per veicoli con motori a combustione interna e i rispettivi sistemi, in primo luogo per garantire la necessaria sicurezza sul lavoro.
    Sviluppata per contribuire alla formazione specifica del personale Officina 78 utilizza prototipi e simulazioni di processi produttivi per garantire una formazione completa. Il training dei dipendenti sull'elettrico, per evidenti necessità oggettive, anticipa la produzione e richiede grande attenzione perché I veicoli ibridi ed elettrici - con i relativi pacchi batteria - sono caratterizzati da un elevato rischio elettrico ad alta tensione.
    Si è così resa necessaria la realizzazione di un progetto di formazione basato in un primo momento su muletti e prototipi per passare poi negli stabilimenti attraverso laboratori destinati alla simulazione virtuale e fisica. Si è così arrivati ad percorso formativo - ideato nell'ente Prototypes e realizzato con il supporto e la collaborazione del training - che è composto da 16 ore di alternanza tra formazione in aula. A tutto ciò a cui si sono aggiunte 3 settimane di formazione on the job, è pensato come moduli differenti per coprire tutti gli aspetti dell'elettrificazione: dalla sicurezza alla composizione dei pacchi batteria, passando per l'elettronica di base e l'assemblaggio e smontaggio pratico di un pacco batteria.
    Dal 2018, sono circa 200 i dipendenti provenienti da diversi stabilimenti italiani del Gruppo (Melfi, Mirafiori, ecc) che hanno partecipato a programmi di formazione specifici finalizzati a sviluppare le nuove competenze e le nuove figure professionali richieste.
    Si tratta del PES (Persona Esperta) che può agire direttamente sulla messa in sicurezza del veicolo; del PAV (Persona Avvertita) che può lavorare quando il veicolo è in sicurezza; e infine del PIN (Persona Informata) che ha usufruito di una formazione personalizzata a seconda del ruolo dell'operatore e del rischio elettrico a cui è esposto, bilanciando parti teoriche e pratiche per consentire di lavorare in totale sicurezza e massima efficacia. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie