Bmw sceglie rivestimenti con materiali rinnovabili

Basf, 'con biomass balance soluzioni sempre più sostenibili'

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 16 MAG - Per i rivestimenti delle auto in produzione Bmw ha deciso di utilizzare prodotti creati partendo anche da materie prime rinnovabili. E questo porterà entro il 2030 a una riduzione di 15 mila tonnellate delle emissioni di CO2 prodotte negli impianti di entro il 2030. Più precisamente si tratta di e-coat CathoGuard ¸ 800 ReSource della divisione Coatings di Basf nello stabilimento tedesco di Lipsia e in quello sudafricano di Rosslyn e di clearcoatiGloss¸ opaco ReSource in tutti gli stabilimenti europei. L'approccio BASF del biomass balance prevede l'utilizzo di materie rinnovabili, come bionafta e biometano, per produrre le molecole di base in un impianto produttivo Verbund. Una metodologia certificata consente poi di assegnare ai prodotti finali la quantità di biomaterie prime impiegate come accade con l'energia elettrica verde. "Siamo il più grande fornitore di prodotti chimici per l'industria automobilistica e sappiamo che il nostro compito include supportare i clienti con soluzioni innovative ed eco-efficienti. L'approccio biomass balance - spiega Markus Kamieth, consigliere di amministrazione di BASF SE - ci permette di rendere le nostre soluzioni di rivestimento ancora più sostenibili, pur mantenendo lo stesso livello qualitativo". "Limitando l'uso di materie prime fossili, possiamo preservare le risorse naturali e, contemporaneamente, ridurre le emissioni di CO2. Per raggiungere questo obiettivo, ci affidiamo sempre più all'innovazione sostenibile che la nostra rete di fornitori è in grado di offrirci - aggiunge Joachim Post, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, responsabile degli acquisti e della rete di fornitori - Le vernici innovative a base di materie prime rinnovabili rappresentano un passo importante in questa direzione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie