Citroën, tetto panoramico su gamma urban per massimo comfort

Dalla piccola Ami alla Grand C4 SpaceTourer

Redazione ANSA ROMA

Citroën mostra una costante attenzione al tema del comfort, con l'obiettivo di offrire un benessere globale ai suoi clienti. Sono numerosi i modelli nella gamma Citroën che propongono differenti soluzioni per dare una maggiore luminosità all'abitacolo, con il tetto panoramico che diventa anche apribile. Tra i diversi fattori che contribuiscono a rendere sereno per tutti gli occupanti ogni momento a bordo di una vettura Citroën, la luce ricopre un ruolo importante, come testimoniano le ampie superfici vetrate laterali con il grande parabrezza, ed una opzione che viene richiesta con sempre maggiore frequenza: il tetto panoramico.
La luminosità porta il buon umore, e dopo mesi di confinamento negli spazi domestici amplifica quella voglia di evasione che non si è mai sopita, tutt'altro. Fare entrare luce nell'abitacolo è un obiettivo primario per Citroën, come testimonia l'iconico tetto pieghevole in tessuto della leggendaria 2CV. Nel tempo la tecnologia ha portato importanti sviluppi, come sulla concept car Xanae del 1994 con il suo tetto di vetro che illuminava tutto l'interno. Il più recente Citroën 19_19 Concept è addirittura ispirato al mondo dell'aeronautica, con la sua cabina totalmente vetrata dalla eccezionale visibilità in tutte le direzioni.
Oggi, nella gamma della marca, che si tratti di un oggetto di mobilità urbana come Ami - 100% ëlectric oppure di una spaziosa monovolume, lo sguardo sul cielo viene costantemente considerato fondamentale nella carta delle opzioni con cui la Marca arricchisce le dotazioni dei propri modelli.
I più recenti veicoli arrivano ad offrire in opzione il tetto in vetro panoramico apribile, un equipaggiamento che oltre ad amplificare la percezione di spazio a bordo, vuole proporre una sensazione di continuità verso l'esterno, per un viaggio all'insegna della libertà.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie